Venezia74: applausi per “Ella & John – The Leisure Seeker”, il nuovo film di Paolo Virzì, con Helen Mirren e Donald Sutherland

E’ stato presentato alla 74a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e accolto da lunghi applausi “Ella & John – The Leisure Seeker”, il nuovo film di Paolo Virzì, in concorso a Venezia 74, che racconta l’ultima vacanza di due anziani coniugi malati e vede protagonisti due grandi attori quali Helen Mirren e Donald Sutherland.

Tratto dal romanzo omonimo di Michael Zadoorian, il film, il primo girato dal regista toscano negli Usa, unisce umanità, commedia e tragedia, sentimento ed emozioni, trattando tematiche importanti come la vecchiaia, la malattia, ma anche la giovinezza che può esistere in un lungo rapporto matrimoniale pieno di amore e gelosie come quello che c’è tra John (Sutherland) e la moglie Ella (Mirren).

“The Leasure Seeker” uscirà nelle sale italiane il 25 gennaio distribuito da 01 e potrebbe essere candidato per l’Oscar: “La candidatura all’Oscar? Molto divertente ma sono scettico. Gli americani ci pensano, loro sono fissati con la statuetta, a me fa già piacere essere a Venezia, sapere che lo vedranno in 90 paesi e che viene apprezzato”, ha detto il regista. “Quando tutti mi consigliavano di lavorare a questo progetto, io avevo un po’ di riserve per la non padronanza dei luoghi e della lingua. Quindi ho detto che l’avrei fatto solo se ci fossero stati Helen Mirren e Donald Sutherland, che ritenevo irraggiungibili, invece loro hanno accettato ed eccomi qui. Mi entusiasmava l’idea di scrivere un film tratto da un libro ribelle, che parla della libertà di ognuno di noi di scegliere come vivere anche gli ultimi anni della propria vita”.

Donald Sutherland ha dichiarato: “Io non considero Paolo un regista italiano ma universale, ha una visione straordinaria della verità a cui noi attori abbiamo aderito completamente”.

Helen Mirren, in conferenza stampa, ha parlato del suo personaggio e del cinema italiano: “Paolo ha portato la sua sensibilità e la sua umanità in questo film, lo si vede chiaramente e credo che non potesse essere fatto da nessun altro. Mio marito è un regista (Taylor Hackford, ndr) e credo fortemente nell’importanza del lavoro degli autori. Per me il cinema italiano è sempre stato di grande ispirazione e ho lavorato spesso con autori italiani, come Tinto Brass che mi ha diretto nel 1979 in Caligola. E poi ci sono grandi attrici che mi hanno sempre ispirato come Claudia Cardinale, Monica Vitti, Sophia Loren e Anna Magnani. Ella, il mio personaggio, è il riflesso di come speravo di vivere la mia vita, lo amo perché sa che di fronte ha la fine ma l’affronta con energia e voglia di vivere. Voglio che anche la mia morte sia piena di risate”.

F.M.

*credit foto Ansa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...