SPECIALE NATALE: alla scoperta di alcuni tra i presepi e gli alberi di Natale piu’ belli d’Italia

In occasione del Natale andiamo a scoprire alcuni degli alberi di Natale e dei presepi piu’ belli d’Italia.

Il primo antenato dell’albero di Natale fu eretto nella piazza centrale di Tallinn nel 1441. Tutti i giovani della città ballavano intorno all’abete per trovare la propria anima gemella. In quel periodo non si usava ancora addobbare l’albero. Questa tradizione ha avuto inizio in Germania, precisamente a Brema, nel 1570, quando per la prima volta furono utilizzate decorazioni come datteri, mele, noci e fiori di carta. In realtà però il primato tedesco è conteso con Riga, infatti nella capitale della Lettonia è presente una targa in otto lingue in cui si parla del “primo albero di Capodanno”, datata 1510.

La tradizione italiana vuole che l’albero di Natale venga preparato insieme alla famiglia, addobbato con le decorazioni preferite e illuminato con tante piccole luci l’8 dicembre.

A Gubbio si trova l’albero di Natale da guinness dei primati, il piu’ grande del mondo: dal 1981 viene realizzata la figura di un immenso albero disponendo sulle pendici del Monte Igino corpi illuminanti di vario tipo e colore, che disegnano un effetto cromatico particolare e unico. L’albero ha una base di 450 metri ed è lungo oltre 750 metri nascondendo le sue radici nelle mura della città medioevale e arrivando con la sua grande stella alla basilica del Patrono, Sant’Ubaldo, in cima alla montagna. Il 7 dicembre di ogni anno, nel corso di una manifestazione pubblica, l’Albero viene acceso con una cerimonia presieduta da personaggi del mondo delle istituzioni, della cultura, della scienza, del volontariato. Nel 2014 è stato Papa Francesco ad accendere l’Albero, nel 2013 il Direttore della Caritas Italiana, Don Francesco Soddu, nel 2012 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e nel 2011 il Santo Padre Benedetto XVI.

Il più grande albero vivente d’Italia si trova invece nella tenuta di Castelbrando, in provincia di Treviso, in un castello fiabesco di proprietà dell’imprenditore Massimo Colomban a Cison di Valmarino. L’albero con un’altezza di 33 metri è tra i piu’ alti d’Europa.

In piazza Duomo a Milano è possibile ammirare il grande albero di Natale, quest’anno sponsorizzato da Unipol. Un cimale di abete di 25 metri di altezza dalla Val di Sole del Trentino ornato da decorazioni blu e illuminato da un totale di circa 35 mila punti LED. La cupola della Galleria Vittorio Emanuele II quest’anno è invece ricoperta di tante luci bianche.

dscf7898-e1544049571540

credit foto FM

Sempre nel capoluogo lombardo c’è lo splendido albero Swarovski, un elegante e bellissimo abete, posto in Galleria Vittorio Emanuele II, realizzato con il patrocinio del Comune di Milano, che ha un’altezza di oltre 12 metri ed è decorato da piu’ di 10.000 decorazioni Swarovski e illuminato da 36.000 luci, con un grande puntale a forma di stella.

A Roma l’albero di Natale 2018 situato in Piazza Venezia è targato Netflix, un abete con rami rigogliosi, addobbati con 500 palline rosse e argento. L’albero di Natale di Piazza San Pietro a Roma è un abete rosso che proviene dalla “Foresta del Cansiglio”, è alto circa 21 metri ed è stato donato al Vaticano dalla Regione Friuli-Venezia Giulia e dalla diocesi di Concordia-Pordenone.

47580790_498502027303458_6338348525952172032_n

credit foto Facebook

A Trivento (Cb) è stato realizzato un albero di Natale unico nel suo genere, inaugurato nella piazza centrale della città molisana. L’albero è alto sei metri e ha un diametro di tre metri e mezzo, ed è stato creato con 1300 “granny square”, delle piccole mattonelle di lana fatte con l’uncinetto, che saranno messe in vendita e il ricavato sarà devoluto ad un’associazione benefica. Chi andrà a vedere questa bellissima opera e pubblicherà sulla pagina Facebook de “Il Tappeto Ad Uncinetto Più Lungo Del Mondo” una propria foto sotto l’albero, parteciperà a un concorso in cui l’immagine che avrà ottenuto più like sarà premiata con quattro piastrelle. L’iniziativa è nata da un’idea di un gruppo di donne del paese, guidato da Lucia Santorelli, che lo scorso agosto ha realizzato sempre con l’uncinetto, un tappeto da record lungo 640 metri, anch’esso venduto a scopo benefico.

IL PRESEPE

Il presepe deve invece le sue origini a San Francesco d’Assisi. La Natività era già presente in molte opere pittoriche ma fino al 1223 nessuno aveva mai raffigurato la nascita di Gesù con le statuine. Ottenuta l’autorizzazione da Papa Onorio III, San Francesco ricostruì la Natività nella città di Greccio, poiché era molto simile a Betlemme, da lui visitata tre anni prima. I protagonisti del presepe sono stati scelti rifacendosi a fonti prese non solo dalla Bibbia, ma anche dal Protovangelo di Giacomo, come nel caso del bue e dell’asinello, e da un’antica profezia di Isaia. I primi presepi fatti in casa risalgono al 1700.

E proprio a Greccio c’è uno dei presepi viventi piu’ belli d’Italia, con tantissimi figuranti in costume. Da segnalare anche il presepe vivente che si tiene a Matera, con i suoi spettacolari Sassi a fare da corollario, quello di Genga, con oltre 300 figuranti e le meravigliose Grotte di Frasassi a fare da cornice, quello di Custonaci (Tp) presso Borgo Scurati con 150 figuranti, bellissime scenografie che ricordano la Terra Santa e il suono delle zampogne.

A Rimini si possono visitare tanti presenti differenti, da quelli giganti di sabbia a quelli sommersi nel mare d’inverno, da quelli viventi fino a quelli che provengono da tutto il mondo e che quest’anno saranno ospitati in un vero castello, a Comacchio c’è il presepe acquatico mentre sul Lago Maggiore è possibile vedere il presepe sommerso.

presepe

credit foto Ansa

Splendido anche il presepe luminoso di Manarola e quello monumentale di sabbia visibile in Piazza San Pietro a Roma, che arriva da Jesolo, in cui la Natività è stata realizzata con sculture di sabbia jesolana originaria delle Dolomiti, create dall’olandese Susanne Ruseler, che ha lavorato sui pastori e gli animali a sinistra, dal russo Ilya Filimontsev che si è occupato del nucleo centrale della Sacra Famiglia e dell’Angelo, e dal ceco Radovan Zivny, che ha scolpito i volti e le vesti dei Re Magi a destra della scena, coordinati dall’americano Richard Varano.

ferrigno

Per vivere appieno la magia del Natale dovete andare a Napoli, in Via San Gregorio Armeno, la celebre strada degli artigiani del presepe, famosa in tutto il mondo per le innumerevoli botteghe dedicate all’arte presepiale, in cui è possibile acquistare statuine realizzate a mano, per abbellire il proprio presepe. Tra i capiscuola dell’arte della terracotta napoletana c’è il Maestro Marco Ferrigno, erede predestinato di una straordinaria tradizione di famiglia che si tramanda dal 1836, da quattro generazioni. Le opere di Ferrigno (sito: http://www.arteferrigno.it) sono ispirate al Settecento Napoletano e sono dei veri e propri capolavori. Ferrigno è stato anche il primo ad avere l’idea di introdurre, accanto ai personaggi tradizionali, statuette raffiguranti celebrità dello spettacolo, della musica, della politica, dello sport, dell’attualità.

LE LUCI

A Genova è visibile il tunnel di luce più lungo d’Europa, sessanta metri di percorso che accompagnano fino alla metropolitana per raggiungere la stazione di Brin e proseguire nel secondo tunnel fino all’albero di Natale di Certosa. Il Tunnel che collega i due alberi unisce simbolicamente le due parti della città che sono state separate dal crollo del Ponte Morandi.

A Como invece si rinnova il tradizionale appuntamento con La Città dei Balocchi, giunta alla venticinquesima edizione. Moltissimi gli eventi in programma a partire da Magic Light Festival, fiore all’occhiello della manifestazione, che con le proiezioni architetturali dall’alto valore scenografico e simbolico, trasforma la città in una galleria en plein air dall’atmosfera fiabesca e indimenticabile.

Buon Natale a tutti!

di Francesca Monti

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...