Gp di Gran Bretagna 2020 – La Gara: Hamilton trionfa nel Gp di casa arrivando su tre ruote. Podio per Verstappen e un ottimo Leclerc, quarto Ricciardo

Gara che riserva, nonostante le safety car, i maggiori colpi di scena nel finale, a causa del degrado enorme delle gomme Pirelli che conducono alla foratura prima Bottas, poi Sainz e infine anche Hamilton.

Primi giri

Hulkenberg dovrà partire dalla pit lane, anzi non partirà proprio.  Allo start tutto regolare con un gran duello nelle prime curve tra Leclerc, che ha un ottimo spunto, e Verstappen. Il monegasco sembra poter prevalere ma poi l’olandese riesce ad arginarlo, grazie alla superiorità della Redbull in trazione e accelerazione.  Ottimo Ricciardo che risale al sesto posto e molto bene Sainz, quinto. Brutto incidente di Magnussen al secondo giro, a causa del tamponamento subito da Albon. Tre lunghissime tornate dietro alla safety car, alla ripartenza tutto resta immutato. Dopo un giro Verstappen è a 2 secondi e 6, Albon rientra al settimo giro, montando gomme bianche.  Vettel statico al decimo posto, deve guardarsi dagli attacchi di Gasly. Stroll si fa sotto su Norris, Leclerc gira addirittura un secondo più lento di Verstappen, non riuscendo a scendere sotto l’1:32:6.

Bottas rimane a 1:6 da Bottas, facendo il giro veloce della corsa al dodicesimo giro. Gasly attacca decisamente Sebastian, lottano Giovinazzi e Kvyat, risalito dall’ultima fila, che agguanta la dodicesima posizione. Grave incidente alle Becketts per Kvyat. Entrano tutti dopo Leclerc e Sainz, oltre a Stroll.

Ricciardo, Norris, Vettel, Ocon, Gasly e Albon riescono ad approfittare della safety car per il pit stop. Rientrano quindi il giro dopo le Mercedes e Verstappen, quindi Leclerc e Sainz. Grosjean risale fino al quinto posto. La safety car rientra al 19esimo giro. Ripartono tutti, Norris passa all’esterno Ricciardo e guadagna la settima posizione, mentre Vettel viene passato da Ocon e finisce fuori dalla zona punti. Lotta tra Ocon, Stroll e Ricciardo. Hamilton sigla al 21esimo il giro veloce in 1.30.371. Leclerc continua a perdere oltre un secondo al giro da Verstappen. Sainz è in lotta serrata con Grosjean, che ha gomme gialle. Al 22esimo giro Sainz passa su Grosjean.

Fase Centrale

Bottas non molla Hamilton, Verstappen gira circa 8 decimi più lento di un Lewis scatenato che scende sotto l’1:30. Norris passa Grosjean al 25esimo giro, poi è il turno di Ricciardo. Buono Giovinazzi alle spalle di Vettel, Ocon su Stroll, lotta al fulmicotone. Dalla settima posizione di Grosjean in giù sono tutti molto compattati, mentre il boscaiolo fa il giro veloce in 1:29:7 al ventinovesimo giro, ma Hamilton risponde al giro numero 31.

Gasly passa Giovinazzi e Albon rientra sempre al 31esimo giro, al 33esimo Bottas sigla un altro giro veloce con 1:29:6, Latifi passa in tromba Raikkonen. Il pentacampione del mondo ribadisce ancora con un giro veloce al 34esimo giro, con 1:29:3. Ricciardo passa Grosjean che scarta al 36esimo passaggio, e Stroll fa altrettanto subito dopo, passando all’esterno. Gasly passa al 38esimo giro Sebastian Vettel, con l’Alpha Tauri che umilia la Ferrari. Norris e Ricciardo si avvicinano a Sainz. Albon supera senza problemi Raikkonen e sale in quindicesima posizione, mentre al comando Hamilton rintrona Bottas a suon di giri veloci, con 1:29:2. Leclerc perde terreno e inizia ad essere avvicinato da Sainz. Verstappen fa il giro veloce in 1:29:0 al 42esimo passaggio.

Ultimi 10 Giri

Ocon battaglia con Stroll, Ricciardo si porta sotto il secondo con Lando Norris. Sull’anteriore e la posteriore destra di Bottas si notano pesanti segni di blistering, ma le prestazioni del tenace boscaiolo non sembrano risentirne poi molto. Albon continua a risalire portandosi sotto e passando Russell, poi punta Giovinazzi e lo fa fuori al 46esimo giro. Mentre Ocon riesce a passare addirittura all’esterno la “Mercedesrosa” di Stroll, che rimedia una bandiera bianco-nera per cambio di direzione.  Ricciardo arriva addosso a Norris. Raikkonen si ritira dopo aver perso una parte dell’ala anteriore, Gasly fa un sorpasso capolavoro su Stroll in evidente difficoltà con le gomme e guadagna il nono posto.  Al 50esimo giro Bottas ha un cedimento della gomma anteriore sinistra e deve fare tutta la pista per rientrare ai box. Verstappen si ferma per fare il giro veloce. Albon ripassa Stroll e Sainz all’ultimo giro fora l’anteriore sinistra, Hamilton distrugge la gomma in curva nove e riesce ad arrivare primo su tre ruote, Vettel rimane decimo e tiene dietro Valterri Bottas.

di Nicolò Canziani

credit foto copyright Ansa/EPA

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...