Gp di Gran Bretagna 70esimo anniversario 2020 – La Gara: Max Verstappen al primo sigillo stagionale con una grande strategia di gomme

L’olandese precede Hamilton e Bottas, ottimo quarto Leclerc.

Primi giri

Verstappen, Vettel e Sainz partono con la gomma più dura. Bottas scatta dalla pole position, Max l’olandese volante subito terzo e Vettel in testacoda. Hamilton aggredisce subito all’esterno ma Bottas tiene, Stroll risale quinto. Il boscaiolo riesce a resistere. Leclerc perde due posizioni ed è decimo, in duello con Sainz.

Verstappen tiene a circa 1,5 secondi da Hamilton, Ricciardo mantiene la sesta posizione. Bottas e Hamilton sono sull’1:31 basso, Max gira circa mezzo secondo più lento. Le posizioni si stabilizzano, Hamilton può usare il dr., Charles è il più lento dei primi 10, mentre il boscaiolo detiene il giro più veloce. L’alfiere della Redbull inizia a riguadagnare sulle Mercedes, girando circa quattro decimi più veloce.

Albon si ferma già al settimo giro, montando gomme dure, mentre Vettel sempre con le gomme dure veleggia in diciassettesima posizione. Pit stop di Gasly e Giovinazzi, mentre Leclerc ottavo attacca Norris. Max si avvicina ad Hamilton, portandosi sotto il secondo.

Magnussen e Latifi si fermano ai box. Albon attacca Gasly per la quindicesima posizione, lo stesso Gasly fa fuori Raikkonen. Verstappen attacca Hamilton, Sainz fa il pitstop. Bottas si ferma al quattordicesimo giro, rientra subito davanti a Leclerc, è sesto. Hamilton rientra al giro successivo, in pista rientra subito dopo Leclerc che non fermandosi risale al quinto posto. Spazio di meno un giro e Lewis lo passa, ma è a 3 secondi da Bottas, che inanella un altro giro veloce alla tornata 17.

Vettel riesce a passare Grosjean all’esterno al diciottesimo giro, Bottas si fa sotto a Stroll che occupa la seconda posizione ma che decide di rientrare ai box. Leclerc si ferma al diciannovesimo giro, rientra dietro Lando Norris ed è dodicesimo. Gasly e Albon lottano a singolar tenzone, un corpo a corpo all’ultimo sangue. Charles su Lando Norris per l’undicesima posizione, con un grande sorpasso all’esterno il monegasco della Ferrari prende la posizione. Verstappen riesce ad allungare di molto lo stint con le gomme dure con un ottimo ritmo, intorno al 1:31:5, Albon riesce alla fine a sopravanzare Gasly.

Fase Centrale

Le gomme di Max Verstappen sono ancora buone, dopo oltre 24 giri, mentre Gasly si ferma ai box. Lewis ha problemi di blistering sull’anteriore destra e perde addirittura 6 decimi nel primo settore su Verstappen, per concludere la tornata a 2 secondi dall’Olandese. A metà gara i meccanici Redbull escono per il pitstop di Verstappen che monta gomma gialla, rientra attaccato a Bottas. In due curve ha la meglio sul boscaiolo che tenta una vana resistenza. Ricciardo si ferma al ventisettesimo giro, lasciando strada a Leclerc che è addirittura il più veloce in pista sul piede dell’1:30.804, con il giro più veloce in gara. Albon passa facile su Norris, per la settima posizione. Il numero 16 della Ferrari abbassa ancora il ritmo siglando un 1:30:668, Bottas poi accelera improvvisamente siglando lui il giro più veloce. Max Verstappen non ci sta e abbassa il limite a 1:30:361, c’è un pit stop per Stroll, cosicché Leclerc risale al quarto posto.

Bottas si ferma al 33esimo giro, rimontando gomma dura e rientra al terzo posto. E anche Verstappen lo marca a uomo fermandosi e rientrando secondo. Anche Vettel rientra e monta gomme gialle, con un undercat su Sainz è tredicesimo, Albon su Ocon per l’ottava posizione.

La Mercedes se la rischia continuando a tener fuori Hamilton con un blistering enorme sulla posteriore sinistra, Albon fa il giro veloce in 1:30:1. Leclerc si porta a 1 secondo e 9 decimi da Bottas, risalendo fino a 1 secondo e 2 decimi. Verstappen inizia a riaccelerare, portandosi sotto i nove secondi da Hamilton, che rientra al quarantaduesimo giro, con un’inchiodata galattica, ripartendo dietro a Leclerc.

Ultimi 10 Giri

Hamilton inizia una serie di giri da qualifica per riacquistare il podio, guadagnando un secondo e sette a Charles, abbassando il limite a 1:28:4. Hulkenberg fa una terza sosta, al quarantaseiesimo giro Lewis riesce a passare Leclerc che riesce a difendersi egregiamente, nonostante le gomme assolutamente esauste. Il re nero recupera moltissimo sul boscaiolo, quando mancano 5 giri al termine. A tre giri dalla fine, Lewis è incollato a Bottas, al cinquantesimo giro il numero 44 svernicia il boscaiolo all’esterno.

di Nicolò Canziani

credit foto copyright Ansa/EPA

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...