M¥SS KETA e TOMMASO ZORZI chiudono la XV Edizione del Padova Pride Village

Si avvia alla conclusione la XV edizione del Padova Pride Village, il Festival LGBTQ+ italiano per eccellenza, che dal 10 giugno ha portato nella città di Padova un pubblico proveniente da tutto la penisola per tre mesi all’insegna del divertimento, della cultura e dei diritti civili.

A conclusione di una stagione che ha visto sul palco artisti del calibro di Anna Mazzamauro, Francesca Reggiani, Lella Costa Michela Murgia, Violante Placido, Francesca Michielin, Pino Strabioli, Veronica Pivetti, Allegra Gucci, Romina Falconi, Michela Giraud, per la propria closing week la kermesse ha voluto chiudere in bellezza con una settimana ricca di ospiti di prima grandezza.

Una vera e propria maratona di talk e show a cui parteciperanno: Immanuel Casto, Luca Bianchini, Francesca Fagnani, Cathy La Torre, Nick Cerioni, per arrivare al grande party del 10 settembre con Myss Keta e Tommaso Zorzi.

Immanuel Casto al Padova Pride Village con l’ultima data del “Casto Divo Summer Tour” – mercoledì 7 settembre

La maratona di chiusura del Padova Pride Village prenderà il via mercoledì 7 settembre con uno dei cantanti più amati dal pubblico del Festival: Immanuel Casto, che ha scelto il Village per l’ultima data del “Casto Divo Summer Tour”, un vero e proprio show, in full band e con un corpo di ballo, che celebra i dieci anni di “Adult Music”, disco della consacrazione del suo manifesto “porn groove” in chiave pop.

Cantautore, imprenditore e game designer italiano Casto è diventando negli anni un personaggio di culto della scena alternativa. La sua carriera nasce embrionalmente su YouTube, dove colleziona milioni di visite grazie a raffinati e alquanto spiazzanti videoclip. Senza alcun supporto discografico nei negozi o rotazione televisiva, Immanuel Casto ha segnato presto numerosi concerti sold-out nei principali club italiani e un hype popolare sempre più crescente. È stato inoltre il primo cantautore europeo a presentare in anteprima mondiale il video del suo singolo in collaborazione con il sito erotico più popolare al mondo: Pornhub. Insieme ai successi storici della sua carriera, quali “Tropicanal”, “Zero carboidrati”, “Da Grande Sarai Fr**io”, e “Deepthroat Revolution”, il “Casto divo” porterà al festival i brani tratti dal suo ultimo disco “Malcostume”, uscito a giugno per Freak&Chic e anticipato dai singoli “D!ckpic” e “Piena”, feat. Karma B.

I cancelli del Pride Village si apriranno come di consueto alle 19.30 all’insegna del infotainment dell’Aperivillage condotto da Giusva, noto speaker di Radiowow, e di Lorenzo Bosio, direttore artistico del Festival. A fine concerto si continuerà a ballare con la selezione musicale di Ovren.

[Ingresso 10 € dalle 19:30 alle 23:30, gratuito dalle 23:30 alle 02:00]

Il talk con Francesca Fagnani, le donne di Bianchini e la scoperta delle bellezze della Padova inclusiva – giovedì 8 settembre

Ricca di ospiti anche la serata di giovedì 8 settembre dove l’intrattenimento si unirà alla cultura e al turismo inclusivo.

La serata inizierà alla scoperta delle meraviglie della città di Padova, che da quindici anni ospita e supporta il Village. A presentarle saranno i giornalisti Claudio Malfitano e Nicola Cesaro, autori del volume “Padova, le 100 meraviglie (+1)” edito da Typimedia Editore. Con le foto di Fabio Muzzi, Malfitano e Cesaro guidano il lettore attraverso i luoghi più noti, ma anche i più nascosti di una città che sa stupire ad ogni angolo. La presenza della Consigliera comunale Etta Andreella e del consulente Unesco Giorgio Andrian sarà anche l’occasione per approfondire il tema del turismo inclusivo.

Si proseguirà con lo scrittore Luca Bianchini, noto al pubblico per essere una delle voci della trasmissione radiofonica “Mangiafuoco” su Rai Radio, in occasione della presentazione del suo ultimo libro “Le mogli hanno sempre ragione” (Mondadori). Tra canzoni stonate, melanzane alla parmigiana, segreti inconfessabili e voci di paese in cui tutti parlano e nessuno dice, il volume è una commedia esilarante ambientata a Polignano, tanto amato dall’autore, una nuova avventura ricca di colpi di scena, in cui tutte le tessere del mosaico si mettono lentamente a posto per rivelare una sorprendente verità.

Il Festival avrà inoltre il piacere di avere come propria ospite per un talk la giornalista Francesca Fagnani, conduttrice di “Belve”, il programma rivelazione della stagione di Rai2, che ha visto protagoniste donne forti e determinate, coraggiose e spregiudicate, pronte a rispondere a viso aperto a domande taglienti e graffianti.

Gli amanti della dance potranno infine apprezzare il virtuosismo alla consolle di Matty P.

[Ingresso gratuito dalle 19:30 alle 21:00; 3€ dalle 21:00 alle 2:00]

Al Padova Pride Village Cathy la Torre, Nick Cerioni e il party del Muccassassina

venerdì 9 settembre

Comincia già in prima serata la carrellata di ospiti di venerdì 9 settembre, quando sul palco salirà l’avvocata e attivista Cathy la Torre per la presentazione del suo libro “Ci sono cose più importanti” (Mondadori). Nel volume l’autrice disegna la mappa di un viaggio nei diritti che non possono più attendere. La retorica del «ci sono cose più importanti» negli ultimi anni è diventata una vera e propria tendenza, la risposta prediletta in ogni dibattito. Ed è proprio seguendo questa logica che molte battaglie vengono messe in secondo piano, perché, appunto, c’è sempre qualcosa di «più importante». Attraverso esempi concreti, racconta come altrove hanno fatto, spesso a costo zero, quello che in Italia ancora si rimanda.

Il programma dell’ultimo venerdì del Pride Village proseguirà all’insegna dei talk chiamando a raccontarsi Nick Cerioni, rockstar stylist molto amato dalle celebrities di tutto il mondo e fondatore dello Sugarkane Studio che si occupa di video, fotografia, styling e direzione creativa. A partire dalla collaborazione, tuttora in corso con Jovanotti, Cerioni ha lavorato con molti artisti, tra i quali Laura Pausini, Pierfrancesco Favino, Gianna Nannini, Dark Polo Gang e Simona Ventura. Nel 2018 e 2019 firma i costumi del talent X Factor. Dal 2019 Nick collabora con Achille Lauro: in particolare nel 2020 e nel 2021 firma la direzione creativa e lo styling delle sue iconiche performance Sanremesi. Nel 2021 i Måneskin vincono Sanremo e l’Eurovision Song Contest con look firmati da Nick, che continua ad oggi ad essere il loro stylist.

Inizierà nella notte il party organizzato in collaborazione con il Muccassassina, una delle serate gay, lesbica e trans più conosciute in Italia. Sul palco tutto lo staff della celebre realtà romana incontrerà l’animazione del Padova Pride Village, che quest’anno è composto da oltre venti performer e artisti. Si confermano le presenze storiche dell’animazione: Giusva, L.E.O., Miss Linda, nel cast del Village fin dalla prima edizione, Ruby, Mizzy Collant, Yvonne O’Neill, Luquisha Lubamba, Krystian, Nicola Simionato, Lorenzo Pezzotti, Donna Sofia, Stella Miss Bianchi e Crystal Versace. Inoltre, il Pride Village ha inoltre un corpo di ballo fisso, oltre che artisti e acrobati dal mondo circense che renderanno i dj-set d’impatto e con uno stile più internazionale.

Alla consolle troveremo, dopo l’opening firmato Mike More, il dj e producer Francesco Pittaluga, virtuoso dell’elettronica di ultima generazione e delle sonorità house dei decenni ’90 e ’00. Nel corso della sua carriera Pittaluga ha condiviso il palco con nomi del calibro di Satoshi Tomiie, David Guetta, Deep Dish, Roger Sanchez, Bob Sinclair, Erick Morillo, Smokin Jo, Little Louie Vega, Todd Terry, Pete Heller, X-Press 2, David Morales, Tom Stephan, Chus&Ceballos, Claudio Coccoluto, Jo T Vannelli, Ralf e molti altri.

[Ingresso gratuito dalle 19:30 alle 21:00; 8€ dalle 21:00 alle 4:00]

Il Gran finale della XV Edizione del Padova Pride Village con Myss Keta e Tommaso Zorzi – Sabato 10 settembre

Saranno Myss Keta, la diva dall’occhiale da sera e dal volto velato e lo scrittore e conduttore televisivo Tommaso Zorzi gli special guest che sabato 10 settembre chiuderanno ufficialmente la XV edizione del Padova Pride Village, il più grande Festival LBGTQI+ d’Italia.

Il live showcase nasce dalla collaborazione tra Padova Pride Village & Future Vintage Festival: il più grande festival LGBTQi+ e il più grande festival del lifestyle sulla street culture e le tendenze contemporanee, dedicato quest’anno alle “Icons, l’Hype che non passa di moda”, si uniscono per un appuntamento imperdibile che unirà show e disco fino alle prime luci dell’alba.

Sempre in prima fila nei dibattiti su tematiche legate all’identità di genere, paladina del mondo LGBTQI+, performer situazionista, rapper dall’attitudine punk, icona pop e diva definitiva, Myss Keta arriverà al Village, forte della pubblicazione del suo ultimo album “Club Topperia” (Island Records/Universal Music Italia), un mosaico vivo e vertiginoso, fatto di frammenti di un immaginario cinematografico, televisivo, pubblicitario, letterario e di moda da ricomporre e reinventare continuamente. Myss Keta conduce quindi fuori dallo spaziotempo, in un luogo sia fisico che spirituale in cui convergono cultura, divertimento, passione, attraverso brani che scorrono come schegge impazzite in un montaggio frenetico di scene e sequenze, per mettere a fuoco i momenti topici di una notte folle tra sale, divanetti, incontri, pit stop in bagno, up&down lisergici.

Un anno costellato di grandi successi anche per Tommaso Zorzi: “Tailor Made – chi ha la stoffa” che conduce su Discovery+, versione italiana di “The Great Sewing bee”, targata BBC, è stata il titolo più visto nella giornata d’esordio. Molto apprezzata anche “Questa è la mia casa”, la versione italiana di “This is my house” della BBC. Ad ottobre, dopo averne condotto con successo la prima edizione, tornerà, in TV con “Drag Race Italia”, il format dedicato all’arte delle Drag Queen, dove Tommaso riveste il ruolo di Giudice insieme a Chiara Francini e Priscilla.

Dopo lo straordinario esordio di “Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri”, il suo secondo libro “Parole per noi due” è stato inoltre tra i primi dieci nella classifica stilata da Robinson dedicata alla narrativa italiana.

La festa che chiuderà l’estate padovana proseguirà nei due dancefloor del Padova Pride Village con Dee e Dorigo, uno dei più quotati celebrity dj italiani, arrivato alla consolle dopo aver partecipato ad importanti programmi e reality show di Rai e Mediaset.

Ingresso €15 dalle 19.30 alle 04.00

Informazioni

La XV edizione del Padova Pride Village è organizzata con il patrocinio del Comune di Padova. Partner sono Anima, bitHOUSEweb, Flexo, Trash&Chic. Allestimenti: Cobra, Ferraro. Sponsor: Coca Cola, Comunian, Carrera, Stabilo Boss, Virgo. Media partner: Radio Wow.

Il Pride Village si trova all’interno del Polo Fieristico di Padova con accesso da via Rismondo, Ingresso M – Padiglione 8. Le aree parcheggio sono accessibili da via Rismondo (Porta L- Ingresso M). Inoltre, sono presenti diverse aree in via Goldoni, via Berlinguer e via Piccinato (strisce blu gratuite dalle 20.00 alle 8:00).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...