Il 6 settembre all’Arena di Verona e in diretta su Rai 1 il concerto-evento “Pavarotti 10th Anniversary” per ricordare il grande Maestro Luciano Pavarotti

Vorrei essere ricordato come l’uomo che ha portato la lirica alle masse“, era questo il desiderio del Maestro Luciano Pavarotti, amatissimo in tutto il mondo. E con la sua straordinaria voce e il suo carisma è riuscita a conquistare ogni angolo del pianeta facendo conoscere la bellezza della lirica. Il 6 settembre, nel giorno esatto della scomparsa, si terrà un concerto evento all’Arena di Verona con una serata in prime time realizzata per Rai1 e condotta da Carlo Conti, che darà il via alle celebrazioni realizzate dalla Fondazione e dedicate al Maestro: “Pavarotti 10th Anniversary”.

19511252_10213246388377539_2824748024721985280_nPresentazione dell’evento al Milano Restaurant Museum

Sono passati 10 anni ma per noi è ancora qui presente, come testimonia l’affetto nei suoi conmfronti da parte di tantissime persone in tutto il mondo. Abbiamo voluto mantenere viva la sua memoria ma anche le cose in cui credeva, attraverso il concerto realizzato a Petra, le mostre a Roma e New York, l’apertura del Museo a Modena e del ristorante Museo a Milano dove si possono mangiare i piatti che Luciano amava di più. Sono tantissimi i paesi che vogliono ricordarlo. Partiremo da Modena, con l’ingresso gratuito alla Casa Museo Luciano Pavarotti e poi ci sarà il concerto evento a Verona”, ha spiegato Nicoletta Mantovani durante la conferenza stampa di presentazione, cui hanno preso parte anche il Direttore di Rai 1 Andrea Fabiano e il Presidente di F&P Group Ferdinando Salzano. “Abbiamo riguardato interviste e servizi e scelto l’Arena perchè lì Luciano si è esibito tante volte e lo considerava il tempio della Lirica all’aperto“.

2533267_LOGO_PAVAROTTI_10TH_ANNIVERSARY

L’Arena di Verona farà da scenario al racconto di una storia unica al mondo, e ancora oggi insuperata, la storia umana e artistica di Luciano Pavarotti narrata attraverso le voci e le testimonianze delle persone che gli sono state più vicine, e che sono significative per questo racconto incredibile che lo ha reso il più amato e stimato artista di tutti i tempi. A cominciare da Plácido Domingo e José Carreras, interpreti di uno dei momenti più alti della carriera del Maestro con i Tre Tenori, passando attraverso le nuove generazioni a cui Pavarotti ha sempre guardato con tanta attenzione: saranno infatti presenti Francesco Meli e Vittorio Grigolo, due tenori italiani che già calcano i più importanti palcoscenici di tutto il mondo. “Uno degli obiettivi di Luciano era aiutare i giovani che iniziavano a fare lirica e Grigolo è stato una sua scoperta, dopo averlo visto cantare quando aveva solo 12 anni. Quando ha esordito nella Bohème mel 2007 ha chiesto aiuto a Luciano e lui, benchè fosse già malato, gli ha dato tanti consigli per prepararsi al meglio“, ha raccontato Nicoletta Mantovani.

2533267_Tre_Tenori

Sul palco dell’Arena di Verona anche il soprano Angela Gheorghiu e il tenore Fabio Armiliato, compagno della grandissima Daniela Dessì recentemente scomparsa, due artisti che il Maestro Pavarotti stimava molto e che aveva anche voluto accanto a sé in occasione del suo quarantennale di carriera a Modena nel 2001. Tra gli amici anche Andrea Griminelli, storico flautista e amico con il quale ha suonato in tutto il mondo, in oltre 300 concerti.

2533267_Foto-23105

Ci saranno anche alcuni inserti pop che sono stati memorabili contrappunti alla carriera lirica, a cominciare proprio da Zucchero che nel 1992 convinse il Maestro per la prima volta a cantare al suo fianco l’aria della nuovissima Miserere. Zucchero partecipò a tutte le edizioni del Pavarotti and Friends e, proprio da quel 1992, Luciano Pavarotti decise di organizzare ogni anno la grande raccolta fondi che lo portò a duettare a Modena con i più grandi artisti pop del mondo. “Stiamo lavorando al concerto, vediamo in base anche alle disponibilità, quali altri artisti riusciremo a portare sul palco dell’Arena di Verona. Coinvolgeremo in qualche modo Fabio Fazio e Milly Carlucci, che hanno presentato le varie edizioni del Pavarotti&Friends e anche Andrea Bocelli, legato a Luciano da una profonda stima e amicizia“, ha detto Nicoletta Mantovani.

Sarà inoltre presente il premio Oscar Nicola Piovani che, per celebrare la grandezza del Maestro, ha scritto una canzone-romanza che sarà eseguita per la prima volta proprio all’Arena di Verona.

Eugene Kohn, che ha condiviso molti palcoscenici con Pavarotti dirigerà l’Orchestra Filarmonica del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo.

Il 6 settembre a Modena, la Casa Museo sarà aperta gratuitamente per un’intera giornata e alle ore 11 si terrà il discorso inaugurale di Nicoletta Mantovani Pavarotti con il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, perché tutta l’attività prevista per il decennale possa avere il suo avvio ufficiale proprio da Modena, città natale del Maestro (12 ottobre 1935), dove ha scelto di vivere e dove ha voluto trascorrere i suoi ultimi giorni.

Con l’occasione sarà presentato il libro Luciano, il sole nella voce edito dalla Fondazione Pavarotti e che sarà presentato a tiratura limitata (1000 copie in lingua italiana) per la serata inaugurale all’Arena di Verona e all’interno del Museo.

Sempre dal 6 settembre sarà disponibile una nuova piattaforma web “Pavarotti 10th Anniversary”, destinata a raccogliere tutte le attività del decennale per accrescere la conoscenza del Maestro presso il pubblico più giovane, che seguirà le fasi del decennale, e che raccoglierà i materiali da tutte le manifestazioni prodotte nel mondo.

Infatti, dopo la serata di inaugurazione del 6 settembre da Verona, prodotta da FEP Group e Fondazione Luciano Pavarotti, sono già fissati eventi di celebrazione in Tunisia, Qatar, Oman e Indonesia mentre sono allo studio eventi in Cina e negli Stati Uniti.

In occasione del decimo anniversario dalla morte è partita la produzione del docu-film, prodotto da Imagine Entertainment e White Horse Pictures,  diretto dal regista Premio Oscar Ron Howard che, con grande gioia, la Fondazione Pavarotti annuncia che sarà presente il 6 settembre all’Arena di Verona.

L’evento è organizzato in collaborazione con Universal Music Group e sarà anche l’occasione di una grande raccolta fondi destinata al sostegno del Museo, che tutto l’anno è a disposizione dei visitatori e propone il ricordo più tangibile della sua immensità.

E come per i Pavarotti and Friends, a UNHCR sarà devoluto una parte dell’incasso per il sostegno dei rifugiati. Alessandra Morelli in rappresentanza di UNHCR ha ricordato il Maestro con queste parole: “Siamo onorati di far parte di questo evento. Il Maestro Pavarotti è sempre nel nostro cuore. In venticinque anni di attività con UNHCR ho toccato con mano quello che la guerra produce. Molte volte si scappa dalla propria terra perchè la guerra non dà possibilità di educazione ai propri figli. Per questo abbiamo creato Educate a Child, un innovativo progetto di istruzione avviato nel 2012 dall’UNHCR in 12 paesi in cui un alto numero di bambini rifugiati non aveva accesso all’istruzione. Trovo sia bellissimo il fatto che l’arte in tutte le sue forme riesca ad abbattere l’indifferenza e le distanze“.

La regia della serata televisiva è affidata a Maurizio Pagnussat.

Media partner dell’evento sarà RTL102.5, già al fianco del Maestro nelle ultime edizioni del Pavarotti and Friends.

Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...