Tanti campioni e un montepremi da record per il 74mo Open d’Italia di golf, in scena al Parco di Monza dal 12 al 15 ottobre

Si preannuncia spettacolare il 74mo Open d’Italia di golf che andrà in scena da giovedì 12 a domenica 15 ottobre al Golf Club di Milano, nel Parco di Monza, e che rappresenta la punta di diamante del percorso verso la Ryder Cup del 2022 a Roma. L’evento avrà un montepremi da record di 7 milioni di dollari e vedrà la partecipazione di 25 fra i primi 100 giocatori al mondo, tra cui Jon Rahm (n.5) e Sergio Garcia (n.10), e l’italiano Francesco Molinari, a caccia del tris nel più importante torneo nostrano.

Il torneo è stato presentato a Milano dal presidente della Federgolf, Franco Chimenti, da quello del Regione Lombardia, Roberto Maroni, dal ministro allo Sport, Luca Lotti, dal n.1 del Coni, Giovanni Malagò, da Gian Paolo Montali, dg del progetto Ryder Cup 2022, e da Luigi De Siervo, ad di Infront Italy.

Il presidente della federazione Franco Chimenti ha dichiarato: “Ci vantiamo di fare un evento così importante e costosissimo aperto a tutti a prezzo zero, voglio vedere quanti sono gli sport in Italia che per eventi di questo genere non fanno pagare. Poi si dice che il nostro è uno sport di elite. Il nostro è uno sport sempre più aperto”.

“Era giusto farlo, anche se ci sono state un sacco di critiche”, ha sottolineato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, “Quando a inizio luglio mi hanno contattato, ho detto subito sì per tre ragioni. La prima è che sono stato campione provinciale di minigolf, la seconda è che l’anno scorso, quando vinse, Molinari chiese di rifare l’Open sempre a Monza, e infine perché investire negli eventi è importante per lo sport e per il turismo, ed sempre stata la politica della regione Lombardia”.

“Con la conquista dell’organizzazione della Ryder Cup 2022 di golf  ha vinto il gioco di squadra che supera i colori della politica e l’Italia ha dimostrato di saper affrontare le sfide e non temere nessuno”, ha detto il ministro dello Sport, Luca Lotti.

A Milano alla presentazione dell’Open d’Italia di golf era presente anche Giovanni Malagò, presidente del Coni: “È prematuro parlare di una candidatura di Milano alle Olimpiadi del 2026, anche perché per organizzare un evento del genere servono tre gambe: il comitato olimpico nazionale, il governo e gli enti locali. Bisogna capire cosa succederà alle elezioni politiche di primavera, e a quel punto si potrà affrontare seriamente l’argomento”.

credit foto Coni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...