E’ online il video di “Io non abito al mare”, il nuovo singolo di Francesca Michielin. Il testo del brano e la clip

E’ online il video di “Io non abito al mare”, il nuovo singolo di Francesca Michielin, diretto da Giacomo Triglia, e girato in provincia di Trapani al Cretto di Burri, l’opera di land art realizzata site specific tra il 1984 e il 1989 dove sorgeva la città vecchia di Gibellina, completamente distrutta dal terremoto del 1968.

“io non abito il mare”, in radio dal 17 novembre,  anticipa il prossimo importante progetto discografico della cantautrice veneta che uscirà venerdì 12 gennaio.

Il brano porta la firma di Francesca, per la prima volta in collaborazione con Calcutta, ed esalta la difficoltà di comunicare, la differenza che c’è tra sentire ed ascoltare e gli ostacoli in mezzo alle nostre parole. Probabilmente è una delle canzoni d’amore più coraggiose che Francesca abbia scritto, perché pur nell’incomprensione generale e nella tensione di un mondo di relazioni forzatamente passionali, c’è voglia di abbracciarsi, di non avere paura di mostrare quel lato del sentimento che è pura tenerezza.

Questo il testo di “Io non abito al mare”:

Non mi intendo d’amore
non lo so parlare
Non mi intendo di te
e per questo che non vieni con me

Io non abito al mare
ma lo so immaginare
E’ ora di andare a dormire
è la mente che ci porta via

Oltre queste boe sembra una bugia
perché non so nuotare

Queste cose vorrei dirtele all’orecchio
mentre urlano e mi spingono a un concerto
gridarle dentro un bosco nel vento
per vedere se mi stai ascoltando

Queste cose vorrei dirtele sopra la tecno
accartocciarle dentro un foglio
e poi centrare un secchio
Stasera non mi trucco che sto anche meglio
voglio vedere se mi stai ascoltando
se mi stai ascoltando

Non mi intendo d’amore
non lo spiegare
ma quando mangio con te
ho paura che arrivi il caffè

che tu sei troppo dolce con me
vorrei alzarmi da qui
vedere se mi rincorri fuori

Queste cose vorrei dirtele all’orecchio
mentre urlano e mi spingono ad un concerto
gridarle dentro un bosco, nel letto
per vedere se mi stai ascoltando
Queste cose vorrei dirtele sopra la tecno
accartocciarle dentro un foglio
e poi centrare il secchio
Stasera non mi trucco che sto anche meglio
voglio vedere se mi stai ascoltando
se mi stai ascoltando

Una serie di emozioni da evitare
Forse è meglio se parliamo di università
o della serie A

Queste cose vorrei dirtele all’orecchio
mentre urlano e mi spingono ad un concerto
urlarle dentro un bosco nel vento
per vedere se mi stai ascoltando
Queste cose vorrei dirtele sopra la tecno
accartocciarle dentro un foglio
e poi centrare un secchio
Stasera non mi trucco che sto anche meglio
voglio vedere se mi stai ascoltando
se mi stai ascoltando

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...