Stasera a TV7 su Rai 1: L’allarme sulla povertà in Italia

Tv7 torna con un nuovo appuntamento venerdì 24 novembre alle 23.55 su Rai1. Tanti i temi in primo piano:
ULTIMI TRA ULTIMI.  L’allarme sulla povertà in Italia, dove un giovane su dieci è povero assoluto: nel 2007 era 1 su 50, rileva la Caritas. In Calabria che guida la classifica delle regioni più povere, le storie di famiglie con minori che hanno perso il lavoro e vivono di carità, e il mondo che popola le strade di notte.
DOPO RIINA. Quali nuovi scenari si aprono nella mafia con la morte del capo dei capo, Totò Riina? Chi sono i capi stragisti in carcere che continuano a comandare? A Tv7 parlano i magistrati Nino Di Matteo, della direzione nazionale antimafia, e il procuratore capo di Caltanissetta Amedeo Bertone, titolare delle inchieste sulle stragi.
NON SOLO WEINSTEIN. Quella delle molestie è una realtà da cui le lavoratrici fanno fatica a sottrarsi non solo per lo squilibrio di potere spesso esistente, ma anche per l’assenza di strumenti adeguati: secondo l’Istat 9 donne su 100 nel corso della propria vita lavorativa sono state oggetto di molestie o di ricatti a sfondo sessuale sul luogo di lavoro. Nel programma la storia di Asia, ragazza madre, molestata dal suo datore di lavoro che ha denunciato e visto condannare. E la consigliera di parità che ha raccolto la sua e altre 600 denunce negli ultimi 9 anni.
GLI SVOTATI. È una delle maggiori conquiste delle democrazie libere e moderne. Il voto è protetto dalla nostra Costituzione, è un diritto inviolabile e al tempo stesso un dovere civico. Ma il numero di quanti non si recano alle urne è in crescita ovunque, perché le persone non vanno a votare? E soprattutto, di che portata è il fenomeno dell’astensione?  Rispondono due grandi politologi: Piero Ignazi e Giovanni Orsina.
IL SOGNO DI AMY. Pattina sul ghiaccio, ha tredici anni e il sogno di agguantare la qualificazione mondiale: un sogno che neanche il terremoto le ha portato via. A Ussita, nel maceratese, dove vive, il palaghiaccio da un anno è inagibile. E lei, accompagnata dalla madre, fa 700 chilometri tre volte la settimana per allenarsi a Bologna.
TORNARE A CARACAS.  Di quella che fu la “terra de gracia”, “Venezuela Saudita” resta solo lo scheletro. Il 10% della popolazione sopravvive mangiando gli avanzi della spazzatura. Contro la crisi economica e il profondo disagio sociale da due anni ci sono massicce proteste popolari. A Tv7 la madre di Neomar Lander ucciso nel giugno scorso mentre manifestava. E poi le voci degli imprenditori italiani che nonostante tutto rimangono nel paese sudamericano e resistono.
ORA GIOCO IN SERIE A. È un manager di quelli che all’estero ci invidiano e all’estero ha trascorso gran parte della sua vita. Crede fermamente nel gioco di squadra e nella meritocrazia. Ritratto di Pietro Beccari, 50 anni, di Parma, sposato con 3 figlie e una carriera costellata di successi: dalla Henkel, alla Parmalat, all’ingresso nell’impero del lusso LVMH prima in Louis Vuitton, poi in Fendi. Da febbraio sarà Presidente e Amministratore delegato di Dior. Solo un sogno non si è avverato: giocare a calcio in serie A.
GENERAZIONE CURRERI. Festeggia i 40 anni di musica Gaetano Curreri e lo fa con un libro profondo e sorprendente, “Generazione di fenomeni”. Dagli esordi nelle radio private alla vittoria di Sanremo nel 2016, alle collaborazioni con gli artisti più amati, Guccini, Dalla, Vasco, Jovanotti, Paola Turci, Noemi, Patty Pravo: un viaggio straordinario che racconta l’Italia di allora e di oggi, gli eventi che hanno sconvolto il nostro Paese e il mondo, attraverso le note e i testi delle sue canzoni più belle.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...