Little Harbour della pluripremiata regista Iveta Grófová, dal 13 al 24 gennaio al Cinema Spazio Oberdan

Tratto dal libro The Fifth Boat di Monika Kompaníková, romanzo di formazione incredibilmente potente, presentiamo in anteprima italiana Little Harbour, sorprendente opera seconda della pluripremiata regista slovacca Iveta Grófová che ha vinto l’Orso di cristallo al festival di Berlino 2017.

Mentre la prima parte del film esplora le relazioni fra tre generazioni (nonna, madre e figlia), nella seconda la regista prova a spingersi fino ai limiti del fantastico per raccontarci di una nuova inverosimile famiglia, una fuga d’amore che è anche una fuga dal mondo, da questo mondo, per crearne uno nuovo, in una storia che sceglie l’innocenza dei bambini per raccontare la corruzione del mondo adulto.
L’autrice mescola i generi, creando una tela dai diversi colori, che si muove fra il documentarismo scelto per descrivere la situazione sociale della classe medio bassa dalla quale proviene Jarka, e il film d’avventura rivisitato alla maniera del Wes Anderson di Moonrise Kingdom.

Regista pluripremiata, Iveta Grófová debutta alla regia nel 2012 con Made in Ash, candidato slovacco per gli Oscar come miglior film straniero e premiato ai festival Thessaloniki IFF, Film Festival Cottbus, Torino Film Festival. Nel 2010 ha aperto la Hulapa film, per poter produrre in maniera indipendente i suoi film.

CALENDARIO PROIEZIONI
CINEMA SPAZIO OBERDAN MILANO
13.01 ore 15.00
14.01 ore 16.45
16.01 ore 17.00
17.01 ore 21.15
19.01 ore 17.00
20.01 ore 17.00
21.01 ore 16.15
22.01 ore 17.30
23.01 ore 21.30
24.01 ore 19.30
Little Harbour
R.: Iveta Grófová. Sc.: Marek Lescak, I. Grófová, dal libro The Fifth Boat di Monika Kompaníková. Int.: Vanessa Szamuhelová, Matus Bacisin, Katarína Kamencová, Johanna Tesařová. Slovacchia/Rep. Ceca/Ungheria, 2017, 85‘, v.o. sott. it.
La storia è ispirata a fatti realmente accaduti. Il gioco innocente di due bambini cambierà per sempre le loro vite. Jarka, dieci anni, vive con una madre che non è ancora pronta ad esserlo ed è spinta dal desiderio di amare e di formare una famiglia, al punto che si ritrova a prendersi cura e a proteggere due gemellini abbandonati. Jarka infatti, forma una “famiglia” con Kristian e insieme si nascondono dagli adulti in un capanno dismesso. Giocano alla famiglia per come immaginano dovrebbe essere nella realtà. Nel capanno, i due creano un loro mondo fatto di purezza e un solido legame che durerà per sempre.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...