“Rondine”, terzo singolo estratto dall’album d’esordio di Belluz & Bosco 21, sarà in rotazione radiofonica a partire dal 4 maggio

“Rondine”, terzo singolo estratto dall’album d’esordio (“Il mondo che non piace”) di Belluz & Bosco 21, sarà in rotazione radiofonica a partire dal 4 maggio: “è una canzone spensierata dal sound ‘southern’ che parla di un dopo sbronza, di quando ‘ci si sveglia con la serata sullo stomaco’, la vita sembra noiosa e ci si sente quasi in colpa. Per esorcizzare allora ci si chiede ‘chi è che pensa di esser giusto? basta solo a metà!’, racconta Luca Belluz.

All’album, uscito il 9 marzo per BZ Records e disponibile anche sulle piattaforme digitali in Cina e a cui hanno partecipato Luca Belluz (chitarre e voce), Luca Zucchet (chitarre), Marco Santarossa (basso), Andrea Rosso (batteria), Carlo Poli (tastiere), è composto da 10 brani che raccontano di relazioni d’amore, di paure, di ipocrisia, di nostalgia, ma anche di allucinazioni e spensieratezza.

Tutti i brani dell’album sono stati prodotti da Raffaele ‘Jakka’ Zaccagna e registrati e mixati presso gli Studi di registrazione Round 35 di Pescara (PE) da Stefano Severini, Raffaele ‘Jakka’ Zaccagna e Nicola Oliva, ad eccezione di “Chiama Me”, “Sei Furba” ed “Illusione” registrati, prodotti e mixati da Davide Maggioni e Luca Vittori presso Angelo Studio e Archimede Studio di Garlasco (PV).  Pre-produzione a cura di Raffaele ‘Jakka’ Zaccagna ad eccezione di “Chiama Me”, “Sei Furba” ed “Illusione”. Masterizzato da Marco Vannucci presso Spitfire Mastering.

I Bosco 21 sono un gruppo pop-rock italiano formatosi ad Azzano Decimo (PN) del 2016. Si conoscono nelle formazioni di laboratori musicali frequentati nella stessa scuola di musica ((NAM Laboratori Musicali di Azzano Decimo, PN) e li inizia la loro amicizia e il loro percorso musicale. Alcuni di loro prendono parte a cover band rock, pop o di musica italiana, ma 2016 sentono la necessità di formare una band con l’intenzione di incidere le proprie canzoni. nascono così i Bosco 21, che prendono il nome dalla via della sala prove dove suonano insieme i primi pezzi. Decidono quindi di registrare i primi inediti in uno studio del loro paese dove incontrano Max, il fonico che pone le prime basi ai loro arrangiamenti. Il gruppo esce entusiasta da questa prima esperienza comune di incisione, nel tentativo di far conoscere i loro primi esperimenti, li inviano a radio e produttori locali.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...