INTERVISTA CON IL REGISTA EROS BOSI

Eros Bosi è un giovane e talentuoso attore e regista indipendente, originario di Terni che ha all’attivo tre film horror, “Circondato dalle tenebre, “Evil Selfie”, che vanta un cameo di Gene Gnocchi e “Vamp Stalker”, che hanno riscosso un grande successo in Italia ma anche all’estero, in particolare in Sud America.

Abbiamo realizzato un’intervista con Eros Bosi e parlato con lui dei suoi esordi, dei suoi tre film ma anche dell’importanza che ha avuto il web nel promuovere e far conoscere i suoi progetti.

Ciao Eros, sei un attore e un regista indipendente. Come hai iniziato la tua carriera?

“Per caso, ma era un sogno che avevo sin da bambino. Una sera d’estate conobbi Lorenzo Buscaino, regista indipendente mio concittadino e quasi coetaneo, e iniziai a collaborare con lui. Poi sempre una sera d’estate di qualche anno dopo ho avuto l’ispirazione per il primo film che ho scritto e diretto, Circondato dalle tenebre, durante una passeggiata notturna in una strada di campagna con lui e la sua ex ragazza. Infatti nel film nella scena dove lei diventa una vampira stavamo proprio passeggiando per una stradina di campagna di notte”.

Quali sono i tuoi riferimenti cinematografici?

“Ovviamente i maestri intramontabili come Mario Bava e Lucio Fulci. Mi dispiace che in Italia siano conosciuti per lo più dai cultori del genere, ma sono contento che all’estero siano tuttora famosissimi e molto molto apprezzati. Il mio attore preferito è Vincent Price, un tipo che aveva tutte le doti giuste per essere un attore, aveva tanto di presenza e di espressività. Non sono un fan di Quentin Tarantino ma nei miei film per le scene fetish diciamo che mi sono ispirato ai suoi”.

DSC_0032

Il tuo primo film da regista si intitola Circondato dalle tenebre. Cosa ci racconti a riguardo?

“Che lo amo, un po’ perché è la mia opera prima, ma anche perché continua a darmi soddisfazioni, è conosciuto in tutta Italia, mi è capitato qualche volta quando sono andato fuori Terni di parlare con gente che lo conosceva già e per me non può essere che una grande soddisfazione. Poi lo amo perché, è stato impegnativo, ma allo stesso momento divertente girarlo. Il progetto iniziale lo prevedeva come un cortometraggio (c’è su youtube la versione corto), poi durante la lavorazione ho deciso di tramutarlo in un film più lungo. E’ stato divertente anche per il fatto che hanno partecipato parecchie persone tra piccoli ruoli e comparse, tra cui Barbara Carriero che nel film interpreta Chiara, la mia fidanzata. Era una mia amica pugliese ma in quel periodo abitava a Terni, dopo le riprese è andata a vivere fuori. Siamo rimasti in contatto e la cosa che ci ha continuato a legare è stato soprattutto il film. Non aveva esperienza nella recitazione, e non si aspettava che le capitasse di girare un film. Un altro motivo per cui tengo a questo lavoro è perché, essendo un fan degli Skiantos, in una scena la Carriero li nomina e durante la post produzione ho saputo della scomparsa del cantante Freak Antoni, allora ho deciso di fargli una dedica nei titoli di coda”.

Poi hai diretto Evil Selfie, che vede il cameo di Gene Gnocchi, e che ti ha permesso di farti conoscere anche in Sud America e non solo…

“Sì, è stato proiettato anche a Belgrado al Festival Srpskog Filma Fantastike. In più è stato recensito in altri paesi come gli Stati Uniti, Inghilterra, Russia, Colombia e Cile. Nel marzo 2017 nella radio irlandese Crypt Radio mi hanno dedicato uno spazio. Devo dire che con Evil Selfie avevo trovato più occasioni all’estero di quanto si sono poi concretizzate per proiettarlo in festival o cineclub in Sud America, però come prima volta all’estero ne sono stato soddisfatto al punto da girare subito un nuovo cortometraggio per poi tradurlo sia in spagnolo che in inglese”.

Quindi hai girato nel 2017 il corto Vamp Stalker, che ha nuovamente al centro i vampiri…

“Sì, un po’ perché sono i miei mostri preferiti ma anche perchè mi era venuta in mente una storia di un semplice inseguimento di notte tra una ragazza ed un vampiro e poi ho ideato il colpo di scena. Anche Vamp Stalker è stato proiettato in Sud America: il primo marzo scorso in Argentina, il 9 in Perù e il 21 aprile in Cile. Mentre in Italia dopo l’anteprima al Narnia Terror Night 2017 a Narni (Terni) è stato proiettato a Bologna e a Livorno”.

Porto santo Stefano

Quanto il web è stato importante per far conoscere i tuoi lavori?    

“Importantissimo, fondamentale proprio. Noi filmaker indipendenti italiani, Lorenzo Lepori, Davide Scovazzo, Angelo Di Noia, Roberto Albanesi, Denis Frison, Francesco Mirabelli, Roberto D’Antona per citarne alcuni, dobbiamo tutto ad internet.  Se non ci fossero youtube, siti dediti al cinema horror e tutti i social non saremmo sicuramente noti. Alcuni sono riusciti a pubblicare in home video i loro lungometraggi nonostante siano amatoriali, quindi oltre al web c’è da ringraziare profondamente anche le distribuzioni che accettano di distribuirli”.

A quali progetti stai attualmente lavorando?

“Ho scritto una sceneggiatura rispolverando un soggetto che avevo ideato prima di Circondato dalle tenebre, durante le riprese di La mano infernale di Lorenzo Buscaino sul finire del 2011. Parla del fantasma di una strega collegato ad una leggenda locale. Vediamo se riuscirò a realizzarlo in futuro, per il momento vado avanti con la promozione di Vamp Stalker”.

di Francesca Monti

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...