Esce venerdì in radio e in digital download “Esperto di figure di merda” di Antonello Carozza

Esce venerdì in radio e in digital download “Esperto di figure di merda” di Antonello Carozza: dopo le esperienze ad Amici nel 2005, a Sanremo Giovani nel 2006 e una lunga carriera in Russia che lo ha consacrato davanti a decine di milioni di telespettatori, il cantautore molisano torna con un brano “libero da costrizioni e stilemi dettati dal mercato, spontaneo e cantato ‘con la pancia’, senza censure e barriere”.

La canzone scritta e prodotta dallo stesso Antonello presso il Queens Studio di Isernia e che verrà presentato in diretta tv nazionale in Russia a Mosca e a Sochi, sarà accompagnato dal videoclip, scritto e direttodallo stesso cantautore, girato in Molise, in collaborazione con il Filmaker Carmine Scarinci. Il videoclip racconta, con taglio volutamente cinematografico, alcuni episodi di coppia nei quali “lui” ha sempre l’occasione buona per rovinare i momenti più belli facendo delle grandi “figure di merda” appunto. Un vero e proprio short-movie che ripercorre alcuni dei momenti chiave della loro storia d’amore fino al giorno del matrimonio ma con un finale decisamente a sorpresa.

Attraverso il sito www.antonellocarozza.com e sui suoi social (IG: @antocarozza, FB: antonelloCarozza.official e VK: antonellocarozza), i fan potranno partecipare alla #EspertoDiFigureDiMerda Challenge che metterà in palio 5 magliette personalizzate che andranno ai migliori 5 racconti delle più belle “figure di merda”.

“Per diversi anni ho contribuito a realizzare i sogni di altri giovani talenti ma la voglia di tornare da protagonista è sempre rimasta vivissima – racconta il cantautore molisano -. Alcune canzoni non posso che cantarle io, pensavo! Mi sono sempre sentito pronto, ma è dopo i 30 anni che si è davvero pronti secondo me. Decido così di rimettermi in gioco: esattamente un anno fa il mio manager russo Vladislav Yakovlev mi propone di partecipare a The Voice Russia (30 milioni di telespettatori sul primo Canale) e non ci penso su due volte. Il risultato è un percorso netto con performance memorabili che fanno il giro dell’Europa e la cosa più gratificante è che mi sono reso conto che in tantissimi mi hanno aspettato per 10 anni, come se il tempo si fosse fermato. Ora, con un decennio in più sulle spalle e in testa, vivo tutto in maniera diversa, scrivo in maniera diversa, sono un uomo formato e ho una tremenda voglia di cantare le mie nuove canzoni, finalmente mature e consapevoli.”

Si affida per la distribuzione a Cloverthree Music, partner di Believe Digital, divisione musicale di Cloverthree, giovane realtà comunicativa Milanese oggetto di interesse negli ultimi anni che si fa notare per il modus operandi innovativo ed efficace.

Antonio Carozza nasce a Campobasso nell’85 da madre cantante lirica e padre DJ. Sin da piccolissimo indirizzato verso la musica partecipa a soli 4 anni allo Zecchino d’Oro e tra i 6 e i 10 anni vince numerosi premi e concorsi internazionali di pianoforte diplomato in pianoforte classico e triennio jazz con il massimo dei voti al Conservatorio L.Perosi di Campobasso nel 2006 capisce a 14 anni che la sua strada è la musica pop e inizia a scrivere le sue prime canzoni. Nel 2005 entra nella classe di canto di “Amici” (canale 5) e vi resterà sino al Serale. Si esibisce sui palchi e nei palazzetti di tutta Italia ma contemporaneamente scrive le canzoni del suo primo album. Qualche mese più tardi vince l’Accademia di Sanremolab e partecipa come cantautore, al 56°Festival di Sanremo- cat. Giovani 2006, primo solista proveniente da “Amici”a salire sul Festival della Canzone Italiana, in gara contro Simone Cristicchi, L’Aura, Virginio e un giovanissimo Ermal Meta chitarrista degli Ameba4. Pubblica il suo primo e unico album di inediti “L’Amore è un’equazione” con distribuzione Warner Music italia, contenente il brano “Capirò Crescerai”, portato in gara a Sanremo al quale segue un tour di concerti nelle più importanti città Italiane. Grazie a Sanremo viene notato da un giovane manager Russo, Vladislav Yakovlev, che ritiene che le canzoni, l’immagine e la voce di Antonello siano perfette per “sfondare” nell’est Europa. Nel 2009 arriva la svolta in Russia con la conquista del 2°posto assoluto e premio della critica nel New Wave Festival a Jurmala alle spalle dell’UkrainaJamala (Vincitrice poi dell’Eurovision 2016). È proprio il successo al Festival New Wave, seguito da oltre 20 milioni di telespettatori e trasmesso a reti unificate in Russia, Kazakistan, Bielorussia, Lettonia e Ukrainaa regalare ad Antonello una popolarità improvvisa e inattesa che cambia completamente i suoi obiettivi.  In Russia decide di fermarsi per approfondire la sua formazione in “Tecniche della performance live” con il vocal coach, stage manager e art director Alexander Revzin, produttore artistico di numerosi artisti che hanno avuto successo in tutta Europa, principalmente grazie a Eurovision (Dima Bilan, Sergeylazarev, Polina Gagarina e molti altri). Nel 2010 è il primo Italiano nella storia del concorso a partecipare alla Finale Russa per l’Eurovision in diretta su Russia1 e in tutto il mondo su RTR Planeta; arriva ottavo ma con il suo brano “Senza Respiro” resta per ben 10 settimane nella chart dei brani più ascoltati nella confederazione Russa e viene selezionato da OGAE Russia nella speciale votazione dell’Ogae Second Chance organizzata da OGAE, i fanclub Nazionali dell’Eurovision. Nel 2011 decide di dedicarsi al suo secondo sogno nel cassetto; fonda l‘accademia e società di produzioni artistiche Queens Academy, a Isernia, in Molise con l’obiettivo di creare un Hub per i giovani talenti della sua terra natia.  Dal 2012  al 2017 svolge il ruolo di vocal coach, talent scout,  produttore e direttore artistico per diversi progetti internazionali con artisti quali Michele Perniola, Walter Ricci, The Peppermints, Costanzo Del Pinto. Ne cura direttamente le performance, molte delle quali trasmesse in Eurovisione con oltre 200 milioni di telespettatori: Junior Eurovision Song Contest 2013 Kiev e 2014 Malta e EurovisionSongContest  2015 Vienna con la repubblica di San Marino. Conquista da produttore artistico una vittoria, un secondo posto e un quarto posto con l’Italia al New Wave Festival di Sochi rispettivamente con Walter Ricci, Costanzo Del Pinto e Michele Perniola. Sia per Costanzo Del Pinto (attualmente vocalist di Dodi Battaglia) che per Michele Perniola si sono poi spalancate le porte di Amici13 e Amici17. Antonello ha seguito, scritto e prodotto anche i loro singoli di debutto. Quello di Costanzo “Voglio Sposare miss Italia” (l’edizione vinta da Moreno) fa parte della Compilation di Amici13. Ha ideato, sceneggiato diretto e prodotto artisticamente numerosi festival, rassegne, orchestre ed eventi atti a promuovere la musica di qualità e il talento tra cui Buon Compleanno Fred (spettacolo Teatrale omaggio a Fred Bongusto, già alla terza Edizione), Molisani Song Contest e  Molisani Band Contest, Di Boiano Guitar Festival ed ha ideato e prodotto l’Orchestra Ritmico Sinfonica Giovanile Molisana avvalendosi della direzione e arrangiamenti di Fio Zanotti e Massimo Zanotti. Nel 2014 ha curato la produzione artistica, con l’Orchestra RSGM e Queens Academy, il concerto per i giovani di Papa Francesco a Castelpetroso (IS) trasmesso in Eurovisione su RAI1 e Centro Televisivo Vaticano. È uno dei collaboratori di AreaSanremoTour e organizzatore in esclusiva per il Molise del concorso. E’ il 2017 l’anno però nel quale Antonello decide di rimettersi in gioco come cantante, solo dopo essersi tolto la soddisfazione di rappresentare come Presidente la Giuria Tecnica Italiana per l’Eurovision  Song Contest di Kiev 2017. Il 15 Ottobre 2017 diventa il primo Italiano ad entrare a “TheVoiceRussia, sesta edizione”, il programma televisivo più seguito dai Russi. Grazie ai 30 milioni di telespettatori che seguono The Voice Russia che lo consacra definitivamente come rivelazione straniera della sesta stagione di TheVoiceRussia. Nel 2017 firma anche come autore il brano “The Way You Are” nell’album di Sergio Sylvestre con produzione SONY MUSIC, grazie alla collaborazione con il suo amico autore Piero Romitelli e l’autore americano Charlie Mason (vincitore di Eurovision con il brano “Rise Like A Phoenix” di Conchita Wurst).

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...