Suoni Mobili 2018 – Il Festival presenta la 9° edizione con un focus dedicato ai talenti musicali dalla Svizzera

Per la sua nona edizione, il festival itinerante Suoni Mobili presenta uno speciale focus dedicato ai talenti musicali della Svizzerain collaborazione con la fondazione culturale Pro Helvetia. Il filone tematico #SVIZZERA sarà presentato martedì 10 luglio a partire dalle 12.30 presso il Centro Svizzero di Milano (via Palestro 2, Milano) in presenza del Console generale aggiunto Tommaso Tabet, il direttore creativo di Musicamorfosi Saul Beretta e la presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi Marta Comi. A seguire, Elina Duni, (vincitrice del Swiss Music Prize 2017) porterà sul palco il suo nuovo lavoro discografico Partir (ECM, 2018) assieme al talentuoso chitarrista britannico Rob Luft con una breve esibizione d’anteprima. Elina porterà Partir a Suoni Mobili con una doppia performance martedì 10 luglio nel sagrato della Chiesina dell’Assunta di Sirtorie mercoledì 11 luglio a Cinisello Balsamo assieme a Rob Luft, entrambe alle 21.30. L’album è un inno al multiculturalismo: prevede un repertorio cantato in 9 lingue attingendo dalla musica tradizionale di Albania, Kosovo, Armenia, Macedonia, Svizzera e Andalusia.

Oltre a Elina Duni, il focus #SVIZZERA di Suoni Mobili prevede la prima performance in Italia di altre due star elvetiche: il talento pianistico jazz Colin Vallon, nominato nel 2016 per il Swiss Music Prize e reduce del successo del suo ultimo album ECM Danse con l’ormai celebre Colin Vallon Trio. Vallon si esibirà giovedì 19 luglio alle 20 in una performance in piano solo, impreziosita dalla location dell’evento Tramonto in Campagna al sagrato Chiesina dei Morti di Briosco, una chiesina sorta nell’epoca narrata dai Promessi Sposi: il concerto si preannuncia dunque un evento “must” dell’edizione 2018. Non ultima, la musicista, cantautrice, performer, attrice e artista multimediale Erika Stucky lunedì 30 luglio alle 21.30 alla Curt di Malurett di Casatenovo. Il suo Suicidal Yodels è la fusione tra i due retaggi musicali che hanno caratterizzato la sua vita: la cultura hippie di San Francisco, tra rock ‘n’ roll e sperimentalismo Zappiano, e quella svizzera dello yodel. Il progetto è una sorta di ironica autobiografia per un’artista con oltre 25 anni di carriera internazionale.

Firmato da Musicamorfosi, dal Consorzio Brianteo Villa Greppi e con la direzione creativa di Saul Beretta, Suoni Mobili torna dal 28 giugno al 4 agosto con 44 concerti, 38 giorni di Festival, ospitando artisti da 20 paesi e 4 continenti in 27 comuni nelle 3 province di Milano, Lecco e Monza e Brianza.

“Il Festival si dimostra capace di fare apparire nuovi i paesaggi del nostro territorio popolandoli di musica e artisti da tutto il mondo – afferma Saul Beretta – questa edizione è particolarmente internazionale con sei filoni tematici dedicati alla musica da Medio Oriente, Scandinavia, America e dalla Svizzera, con un esclusivo programma di esibizioni presentato con il patrocinio del Consolato generale di Svizzera a Milano e il contributo fondamentale della fondazione ProHelvetia, che da decenni promuove con passione l’arte e la cultura elvetica.”

“Suoni Mobili è uno dei gioielli della programmazione culturale del Consorzio Villa Greppi, un brillante esempio di collaborazione pubblico privata capace di fare la differenza nel panorama artistico del territorio – afferma Marta Comi, Presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi – Alla sua nona edizione, Suoni Mobili mantiene il suo spirito libero, la sua capacità di sorprendere, la gentilezza e la semplicità di un festival che richiama sempre più pubblico che lo conosce e lo riconosce ogni anno”.

Anche quest’anno, la fitta programmazione di Suoni Mobili avrà luogo attraverso prestigiosi scenari lecchesi, milanesi e brianzoli, a volte inaccessibili al pubblico. A partire dal sagrato della Chiesina dell’Assunta a Sirtori o il cortile della piazza centrale di Cremella, diventati dei veri e propri “luoghi” del festival; le chiesine di Casatenovo o nell’Osservatorio Astronomico di Merate; le ville private aperte per la prima volta come Villa Gaggetti a Sirtori; gli spazi d’arte del MAC di Lissone, Palazzo Trotti a Vimercate e i cortili e le case popolari milanesi dei concerti della Città che Sale con tre concerti nella piazza d’armi del Castello Sforzesco di Milano all’interno dell’Estate Sforzesca il 23, 24 e 25 luglio.

In parallelo a musica, spettacolo e approfondimenti, MrPaip The Sicilian Carreting con specialità siciliane e Stella Indian Street Food di via Copernico 63 a Milano.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...