GIUSEPPINA TORRE VENERDÌ 3 AGOSTO IN CONCERTO A POZZALLO (RAGUSA). SPECIAL GUEST IL SOPRANO NAPOLETANO ANGELA GRAGNANIELLO

Dopo essersi aggiudicata il 16 giugno negli USA 2 statuette ai 5th Annual International Music and Entertainment Awards (che seleziona e premia le eccellenze di tutto il mondo nel panorama della musica indipendente), il 3 agosto la compositrice e pianista siciliana GIUSEPPINA TORRE sarà in concerto a Pozzallo (Ragusa) in Piazza Municipio (ore 21.00).

 L’artista si esibirà al pianoforte eseguendo composizioni estratte dal suo primo disco “Il silenzio delle stelle”, pubblicato nel 2015 da Sony Music, e dal docufilm “Papa Francesco – La Mia Idea di Arte”, uscito a marzo di quest’anno.

«La Sicilia, una terra unica e ricca di risorse. La mia terra. Un posto che ho amato e odiato per tanti anni – afferma Giuseppina Torre – in lei vi sono tantissimi contrasti, una terra bellissima da cui attingere per creare le mie composizioni ma che allo stesso tempo è anche arida e difficile. Molte volte sono stata sul punto di trasferirmi, ma resisto, mi ostino a viverre nella mia Sicilia perché, come dice Sciascia, sono affetta da “sicilitudine”. Nella serata del 3 agosto mi esibirò a Pozzallo, una bellissima città che si affaccia sul Mar Mediterraneo, un mare il cui significato è “centro del mondo”: anticamente crocevia di civiltà, oggi è navigato da tantissimi migranti che sbarcano sulle nostre terre. La mia musica quella sera sarà un segno di solidarietà verso tutti quegli esseri umani che sfidano la morte cercando un futuro migliore. Anche i nostri avi fecero lo stesso in passato, emigrando dalla Sicilia per le loro famiglie, per noi».

 Ospite della serata sarà il Soprano napoletano ANGELA GRAGNANIELLO, con la quale Giuseppina Torre ha partecipato il 16 giugno negli USA alla cerimonia di premiazione dei prestigiosi International Music and Entertainment Awards in cui sono stati decretati i vincitori delle 30 categorie musicali presso lo storico Teatro del Paramounts Arts Center di Ashland nel Kentucky.

«Io e Giuseppina abbiamo vissuto un’esperienza incredibile, sia musicalmente sia sotto il profilo umano – afferma Angela Gragnaniello – ci siamo raccontate, vissute e conosciute nel profondo.  La sua musica mi ha emozionato fin da subito, ho sempre sentito tanta verità in quelle note e in quelle sue idee, tanto da renderle anche mie. Papa Francesco dice che l’arte è un miracolo di Dio, che guida la mano dell’uomo nella creazione. Io e Giuseppina ci siamo fatte guidare e abbiamo creduto in questo fino alla vittoria. Quando Giuseppina è stata premiata ha dedicato il premio a Papa Francesco e alle donne vittime di violenze e mi ha ringraziata. In quel momento ho provato una forte emozione e ho realizzato che era tutto vero e che, oltre alla musica, anche le esperienze e le persone con cui le vivi fanno la differenza. Giuseppina per me è una di queste persone, per questo amo cantare la sua musica e condividere con lei la magia che solo le note del suo pianoforte sono capaci di farmi provare».

Unica artista selezionata a rappresentare l’Italia all’interno della manifestazione, Giuseppina Torre ha vinto in 2 categorie: “Classical Artist of The Year” e “Classical Album of The Year” con il disco/dvd “Papa Francesco – La Mia Idea di Arte” contenente le Original Soundtrack dell’omonimo docufilm composte dall’artista, il cui estratto “Mirabilis Mundi” per piano e voce, con testo in latino scritto dalla stessa Torre, è stato eseguito in anteprima mondiale nella storica location. Ad accompagnare Giuseppina Torre sul palco del Paramounts Art Center di Ashland è stato il Soprano Angela Gragnaniello che con la sua meravigliosa voce ha emozionato e incantato la platea.

«Angela Gragnaniello mi fu presentata dal mio ex produttore artistico – racconta Giuseppina Torre – con lei si è creato fin da subito un bellissimo feeling artistico. Ha immediatamente sposato la mia composizione “Mirabilis Mundi”, una delle tracce che fanno parte della colonna sonora del Docufilm “Papa Francesco – La Mia Idea di Arte”. La sua interpretazione è semplicemente regale perché esegue con un perfetto rispetto ascetico questa composizione, esattamente ciò che merita in quanto il testo in latino è il sunto del concetto che il Santo Padre esprime sull‘Arte. Ho scoperto dopo che Angela è molto religiosa e, secondo me, proprio per tale ragione, attraverso la sua grande voce e la sua profonda anima, è riuscita a trasformare “Mirabilis Mundi” in pura magia».

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...