INTERVISTA CON I SEGRETI CHE CI PRESENTANO IL DISCO D’ESORDIO “QUALUNQUE COSA SIA”

E’ uscito venerdì 12 ottobre “Qualunque cosa sia” (Futura Dischi) , l’album d’esordio de I Segreti, che arriva dopo il successo di “Vorrei solo”, “Torno a casa” e “L’estate sopra di noi” da settimane presente nella playlist “Indie Italia” di Spotify, che ha dedicato alla band anche la copertina.

L’album d’esordio, prodotto da Simone Sproccati, è il frutto di un lungo lavoro che ha dato vita a otto brani nati dall’incontro tra il cantautorato e gli arrangiamenti pop.

I Segreti sono una band pop italiana nata a Parma nel 2013, formata da Angelo Zanoletti (voce, tastiera e synth), Emanuele Santona (basso) e Filippo Arganini (batteria). A fine 2015 il gruppo autoproduce in acustico il primo omonimo EP e nei due anni successivi aprono i concerti di alcuni degli artisti di riferimento della scena indie italiana come L’officina della camomilla, Selton, Giorgio Poi e La Rappresentante di Lista.

Abbiamo incontrato i Segreti, qui la nostra video intervista.

Ciao ragazzi, “Qualunque cosa sia” è il vostro primo disco. Cosa ci raccontate a riguardo?

“E’ un percorso nuovo per noi, proveremo a suonare e promuovere in giro questo disco che abbiamo tenuto nel cassetto per tanti mesi. “Qualunque cosa sia” arriva in punta di piedi e non ha pretese. I nostri brani racchiudono sempre testi dal taglio introspettivo e fortemente empatico, resi facilmente fruibili da un sound fresco e immediato”.

Tra le tracce qual è la canzone che piu’ vi rappresenta?

“Sicuramente “Qualunque cosa sia” che dà anche il titolo al disco”.

Una curiosità: nell’album ci sono due canzoni, “Bologna” e “Sofia”. Voi siete di Parma, cosa vi lega a Bologna e chi è Sofia?

“Sofia è un nome inventato, una canzone per metà autobiografica che parla di fragilità, complessi e insicurezze. Per quanto riguarda Bologna è una città che ci è sempre piaciuta e così è venuta l’idea di creare una storia ambientata lì”.

I Segreti_2_foto di Iacopo Barattieri_b (1)

credit foto Iacopo Barattieri

Quali sono i vostri artisti di riferimento?

“Abbiamo gusti diversi. In generale ci ispiriamo al cantautorato italiano e prendiamo spunto anche dalla scena indie attuale”.

Presenterete il disco con dei live?

“Abbiamo da poco annunciato le date del tour, trovate tutti i dettagli sui nostri social, partiremo da Parma il 26 ottobre e faremo una ventina di concerti in giro per l’Italia in cui cercheremo di dare il massimo”.

Tracklist

1.   Torno a casa

2.   Vorrei solo

3.   Un pò chiamiamola felicità

4.   Sofia

5.   Come un cane

6.   L’estate sopra di noi

7.   Qualunque cosa sia

8.   Bologna

di Francesca Monti

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...