Esce giovedì 21 febbraio il romanzo  Anatomia di una rivolta di John Wainwright 

Esce giovedì 21 febbraio il romanzo Anatomia di una rivolta di John Wainwright (titolo originale Anatomy of a Riot), che arriva per la prima volta in Italia pubblicato da Paginauno, con traduzione di Carlo Osta.

Scritto nel 1982 dall’autore inglese, che per vent’anni lavorò come poliziotto per poi dedicarsi a tempo pieno alla scrittura portando a termine più di sessanta romanzi, è il racconto della rivolta che scoppia nella cittadina britannica di Beechwood Brook a seguito dell’uccisione di un giovane nero. Mentre il sovrintendente capo della polizia Tallboy si trova a gestire un’inchiesta sempre più complessa e intricata, l’avvocato della famiglia del ragazzo ucciso cerca in tutti i modi di far esplodere il caso politico e razziale e uno stupro di gruppo e un omicidio per vendetta diventano cassa di risonanza per la rabbia e la frustrazione di tutti i gruppi etnici della città. Ne nasce una violenta sommossa che avrà il merito di sollevare dallo stato di latenza la verità sociale, che fino a quel momento ribolliva sotto l’apparente tranquillità di Beechwood Brook.

Una vicenda ispirata alle rivolte accadute nel 1981 nel quartiere di Brixton, a Londra, ma che diventa racconto universale delle periodiche e ripetute insurrezioni contro la polizia dei ghetti e delle minoranze nei paesi europei e occidentali. Scritto da un maestro della crime novel, già autore del magistrale romanzo Stato di fermo.

JOHN WAINWRIGHT (1921-1995) è stato per vent’anni agente di polizia nello Yorkshire inglese, prima di diventare scrittore a tempo pieno. Autore di romanzi police procedural, alla narrativa poliziesca ha affiancato noir, gialli classici e thriller. Tra le opere più famose: The Crystallized Carbon Pig (1966), Cause for a Killing (1974), Square Dance (1975), Cul-de-sac (1984), Stato di fermo (Paginauno 2015).

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...