Mondiali di sci nordico a Seefeld: magnifico argento nella sprint a tecnica libera grazie a Federico Pellegrino

Nella prima giornata di gare ai Mondiali di sci nordico a Seefeld, l’Italia ha conquistato la prima medaglia della kermesse, un magnifico argento nella sprint a tecnica libera grazie a Federico Pellegrino.

Sulla pista austriaca il campione azzurro è approdato in finale con il quinto tempo nelle qualificazioni, lo stesso di Klaebo, ha chiuso i quarti e le semifinali al primo posto.

Nella finale Federico è stato autore di una gara avvincente, in cui fino all’ultimo ha difeso il titolo iridato conquistato a Lahti. Il primo a partire è stato Lucas Chanavat, poi Pellegrino ha risposto partendo dalla quarta posizione e prendendo il comando fino al rettilineo conclusivo dove negli ultimi metri sorpassato da Klaebo, che ha vinto l’oro.Terzo posto per il russo Retyvikh.

“Oggi devo cedere lo scettro della sprint. Non che ci fossero troppi dubbi sulla carta, ma io ho cercato di correre al meglio e il meglio oggi significa medaglia d’argento. Direi che un altro argento mondiale può essere anche una grande soddisfazione. Potevo dire la mia ed è stato così. È stata una bellissima sfida. Pensavo che qualcun altro avrebbe potuto impensierirci, lo ha fatto Ustiugov in semifinale e ho fatto bene a stare alla larga visto che ha rischiato di far perdere la gara a Klaebo. In finale ho attaccato dove potevo, per me sarebbe stato impensabile sorpassare Klaebo nello sprint finale. Ambire a una medaglia qui non ere facile. La dedica? Sarò scontato, ma è per la mia Greta (la fidanzata, ndr)”.

F.M.

credit foto Fisi

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...