Lotta Champions 2019: in sei per due posti

Sale l’attesa in Serie A per la lunga volata Champions di quest’anno. Già decise le prime due posizioni con l’ottavo Scudetto consecutivo della Juventus e il secondo posto del Napoli (manca solo la matematica), restano da assegnare gli altri due posti che qualificano alla più importante coppa europea per club. Saranno ben sei le squadre a giocarseli: Inter, Milan, Roma, Lazio, Atalanta e Torino. Per quattro di loro sarà gloria (quinta e sesta parteciperanno all’Europa League).

A sei giornate dal fischio finale dell’ultima gara sono 12 i punti che dividono il terzo posto dell’Inter dal nono della Sampdoria. Nelle ultime gare sono arrivati risultati a sorpresa, cadute e risalite, ma non si è vista nessuna squadra in grado di dare la zampata decisiva per distaccare le avversarie. Ora è arrivato il momento di fare sul serio, a partire dagli scontri diretti tra Inter e Roma e tra Napoli e Atalanta.

Lo scorso anno la qualificazione alla Champions si decise all’ultima giornata nel drammatico scontro diretto tra Inter e Lazio, chiuso a favore dei nerazzurri grazie al gol di testa di Vecino nei minuti finali. Gli altri tre posti erano già stati assegnati a Juventus, Napoli e Roma, mentre la stessa Lazio, il Milan e l’Atalanta scesero in Europa League. E se il finale del campionato 2017/2018 fu emozionante, è molto probabile che quello di quest’anno lo sia ancora di più, soprattutto in ottica quarto posto.

Il terzo, al momento, è saldamente nelle mani dell’Inter di Spalletti, squadra che grazie al reintegro di Icardi e al ritrovato stato di forma di Nainggolan diventa la favorita di Unibet per completare il podio finale del campionato. Il calendario, però, è il più difficile. Oltre allo scontro diretto con la Roma, i nerazzurri dovranno affrontare anche Juventus e Napoli, gare che faranno storia a sé nonostante le posizioni in classifica.

La vittoria nello scontro diretto contro la Lazio ha messo fine al periodo buio del Milan iniziato con la sconfitta nel derby e proseguito con i ko contro Juve e Samp. Per i rossoneri la Champions è fondamentale. Ancora sotto investigazione Uefa per il fair play finanziario, il Diavolo ha la necessità di ammortizzare gli investimenti fatti a gennaio (Piatek e Paquetà) con gli introiti derivanti dalla qualificazione. La squadra di Gattuso manca dalla Coppa più importante dal 2013/2014, anno in cui venne eliminata agli ottavi dall’Atletico Madrid. Capitan Romagnoli e soci possono sorridere guardando al calendario: nelle ultime gare c’è un solo scontro diretto, col Torino, e in caso di arrivo a pari merito con Lazio, Atalanta e Roma i milanesi arriverebbero davanti.

Con le ultime due vittorie consecutive è tornata in corsa anche la Roma di Ranieri. Chiusa l’era Di Francesco, il tecnico di Testaccio ha avuto un avvio difficile ma ha deciso di puntare sui veterani e su un gioco più attendista per risalire la china. Nel rush finale mancherà però De Rossi, uscito malconcio nella gara contro l’Udinese. Molte delle chance di qualificazione dei giallorossi passeranno dallo scontro diretto con l’Inter.

Il quinto posto è attualmente occupato dall’Atalanta di Gasperini, all’ennesima stagione da incorniciare e diventata una vera e propria big del calcio italiano. I nerazzurri hanno perso l’occasione di agganciare il Milan pareggiando per 1 a 1 con l’Empoli, ma hanno dalla loro un gioco in grado di far male a chiunque. Unica incognita il calendario che prevede le sfide contro Napoli, Lazio e Juventus: il secondo più difficile dopo quello dell’Inter.

La vera sorpresa della stagione 2018/2019 è il Torino di Walter Mazzarri, in piena lotta per l’Europa a poche giornate dalla fine. In casa Granata c’è grande rammarico per l’occasione persa con il pareggio di Cagliari ma il rientro in squadra di Belotti e la solidità difensiva fanno sognare i tifosi del Toro. Due gli scontri diretti da affrontare: quello con il Milan e quello con la Lazio. Oltre al derby in programma nella 35esima giornata.

Chiuso con una vittoria il recupero contro l’Udinese, la Lazio si è riportata a -3 dal quarto posto dei rossoneri. Il calendario degli uomini di Inzaghi non è dei più facili e prevede le difficili trasferte di Genova (sponda Samp) e Cagliari e lo scontro diretto coi Granata all’ultima giornata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...