Recensione di “Pioggia viola”, il nuovo singolo di Chiara Galiazzo

Si intitola “Pioggia viola” il nuovo atteso singolo di Chiara Galiazzo, in radio dal 26 aprile.

Scritto dalla stessa artista con Danti, Piero Romitelli e Francesco ‘Katoo’ Catitti che lo ha anche prodotto, il brano dal sound allegro, fresco e trascinante, è impreziosito dal featuring con J-Ax e segna un nuovo inizio per Chiara, che canta in un modo diverso e accattivante, raccontandosi in modo sincero e diretto trasportando l’ascoltatore in un viaggio da fiaba, tra realtà, immaginazione e citazioni (Mahmood, Lino Banfi, Battisti, Aranzulla) lasciando volare la fantasia e i ricordi.

“Pioggia viola è il mio primo passo per fare le cose grandi in piccolo”, ha dichiarato Chiara Galiazzo. Ed è sicuramente un ottimo inizio.

Qui il testo e l’audio di “Pioggia viola”:

Ci sono cose che tu non sai
Battisti non c’è su Spotify
non essere curiosa ma dai
se non c’è curiosità che cosa fai

Essere felice è una fatica
ho un bonsai come migliore amica
è la notte che porta confusione
sono sola e sono in mezzo alle persone

non so cosa è successo
mi sono persa tra le lenzuola
sono andata a dormire
e mi sono svegliata in un altro letto
in una vita nuova e tutto ora è perfetto
però ci credo ancora
e ci si innamora sotto una pioggia viola
che ci colora
e ci credo ancora

Prima regola sospetto
dormo col fucile sotto il letto
non so più dove mettere i sogni
dentro il mio cassetto Inception
niente è indeterminato tutto a progetto come un escort
Lino Banfi commissario Unesco
amori virtuali chiusi nel desktop
mi sono svegliato in un altro laptop
me ne sto seduto coi popcorn

e guardo tutti gli altri in cerca di scoop 

cantanti sotto ghiaccio
istinti da Mahmood il contrario dei mammut
Aranzulla fa più soldi di Suburra
la politica non parla mai di nulla
sto in relax anche se questa curva

Mi sono svegliata in un altro letto
in una vita nuova e tutto ora è perfetto
però ci credo ancora
e ci si innamora sotto una pioggia viola
che ci colora
e ci credo ancora

Dentro il mio cuore ho una capanna
quella che facevamo da bambini
e mi ricordo mia nonna che canta
mentre io giocavo con i soldatini
e facevamo mille lotte coi cuscini
nevicano piume
e poi ci siamo persi come due calzini

Mi sono svegliata in un altro letto
in una vita nuova e tutto ora è perfetto
però ci credo ancora
e ci si innamora sotto una pioggia viola
che ci colora
e ci credo ancora

Mi sono svegliata in un altro letto
tra le lenzuola
e poi ci siamo persi come due calzini

di Francesca Monti

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...