Lorenzo Jovanotti in cattedra all’Università Statale di Milano per il workshop “Jova Beach Party.  Divertimento, innovazione, economia, esperienza, ambiente e senso del tempo”

Lorenzo Jovanotti questa mattina è salito in cattedra all’Università Statale di Milano in occasione del workshop “Jova Beach PartyDivertimento, innovazione, economia, esperienza, ambiente e senso del tempo” a cura delle sei università milanesi, con gli interventi di illustri professori che hanno studiato l’inedito tour sulle spiagge che il cantautore terrà questa estate analizzandone varie sfaccettature.

Sono felice di essere qui con voi questa mattina e di essere a Milano, una città in continua evoluzione”, ha detto Jovanotti al folto pubblico presente nell’Aula Magna. “Sono qui anch’io nelle vesti di studente. Sei atenei diversi, tutti insieme, è un caso mai accaduto nella storia dell’umanità. Io non ho fatto l’università, mi ero scritto ma la musica ha preso il sopravvento e ho deciso di seguire quella strada. Siete la nuova generazione di un mondo che ha possibilità di sviluppo e di cambiamento. Se io mi fermo a pensare quante cose possono essere fatte negli specifici ambiti che voi studiate, quante possibilità ci sono, questo mi riempie di ottimismo. Vi invidio e vi voglio bene e spero che con il Jova Beach Party riuscirà ad accendere un po’ di entusiasmo in un Paese come il nostro che in questo momento è bloccato e fa fatica ad immaginarsi migliore“.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quindi una alla volta hanno preso la parola Andrea Borghini, professore di Filosofia e Teoria dei Linguaggi dell’Università degli Studi di Milano, che ha affrontato il tema “Rumore del sale”, Francesco Massara, professore di Marketing e Direttore Master in Retail Brand & Sales Management dello IULM che ha parlato de “Il Marketing delle Esperienze e il valore del brand Jovanotti”, Marco Taisch, professore di Operations Management del Politecnico che ha parlato di “La città che entra nella città, la sfida nella sfida”, Paolo Galli, professore di Ecologia e Direttore MaRHE Center della Bicocca che ha portato il “Dialogo col mare”, Valentina Perissinotto, docente e coordinatrice, Master in Green Management, Energy and CSR della Bocconi che è intervenuta con la tematica “Divertimento e responsabilità ambientale”, Fausto Colombo, Direttore del dipartimento di Scienze della comunicazione e dello spettacolo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore che ha trattato il tema “La matita della musica. Ridisegnare la spiaggia fra intrattenimento e mito”.

Il concerto è un’occasione preziosa perchè è quel momento in cui si apre la porta della percezione e possono passare emozioni, informazioni, attraverso la musica. L’obiettivo principale è salvaguardare il nostro pianeta con azioni e strumenti che possediamo e quello piu’ potente è costituito dalle emozioni. Un evento come il Jova Beach Party vuole portare in scena un divertimento non convenzionale e poi c’è un elemento fondamentale: il mare che rappresenta il confine tra l’acqua e la terra, il luogo del passaggio evolutivo tra la vita degli oceani e quella terrestre. Questo fa sì che si accenda l’entusiasmo, un sentimento che può cambiarci la vita. Vogliamo rappresentare questa idea di mondo aperto che tanto ci piaceIl mio set principale sarà al tramonto ma la musica inizierà al pomeriggio, ci saranno 61 artisti ospiti provenienti da 23 Paesi del mondo. Faremo ballare la gente con tutte le lingue del ritmo. La mia vocazione è sempre stata quella di far divertire le persone con la musica“, ha concluso Jovanotti.

di Francesca Monti

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...