Intervista con Massimo Di Cataldo: “Dal profondo è un album autentico, con canzoni che rispecchiano un periodo della mia vita non definibile a livello temporale”

Si intitola “Dal profondo” (Dicamusica/Self), il nuovo atteso disco di inediti di Massimo Di Cataldo, che arriva a quasi dieci anni di distanza dal precedente.

Dieci brani in cui il cantautore svela il lato piu’ profondo, introspettivo e personale, con un sound rockeggiante, scritti negli ultimi anni durante i quali è stato impegnato in un’intensa attività live alternata a partecipazioni tv, da Tale e Quale Show a Ora o mai piu’. Dieci storie che parlano di relazioni sentimentali, in un immaginario dialogo introspettivo alla ricerca della ragione stessa delle emozioni.

Il disco è prodotto e realizzato dallo stesso Massimo Di Cataldo insieme ad Alessio Pizzotti e Ingo Peter Schwartz ed è stato anticipato dal singolo “Non ti accorgi”.

Abbiamo incontrato Massimo Di Cataldo in un hotel di Milano. Qui la nostra video intervista.

Massimo, è uscito “Dal profondo”, il tuo nuovo disco di inediti, il piu’ introspettivo tra i tuoi lavori. Cosa puoi raccontarci a riguardo?

“E’ un progetto che è nato in un arco di tempo abbastanza ampio, al quale ho lavorato con i musicisti della mia band, è un album autentico, suonato piu’ che pensato musicalmente. Le canzoni rispecchiano un periodo della mia vita non definibile a livello temporale”.

Il disco è stato anticipato dal singolo “Non ti accorgi”…

“E’  una canzone che parla di passione, ma anche della frustrazione che si può provare nel momento in cui qualcosa non ti corrisponde, nel mio caso la passione principale è il mio lavoro, la musica. Ci sono stati anche momenti in cui ho sentito che c’erano delle difficoltà nell’utilizzare questa forma di comunicazione, ma ho capito che così come mi ha rapito quando ero bambino, questa passione è diventata sempre piu’ forte, è qualcosa di cui non posso fare a meno al di là del feedback che può generare”.

Se pensassi ad un’immagine che rappresenti la tua carriera di oltre 25 anni cosa ti verrebbe in mente?

“Un ponte con una bella architettura, che dà l’idea di passaggio e anche di solidità, che consente di starci sopra, di passare oltre. Del resto di cose in carriera ne ho fatte parecchie (ride)”.

C’è una traccia di questo disco a cui sei piu’ legato?

“La canzone a cui sono piu’ legato è “Perchè l’amore”, rappresenta il senso di questo album, la ricerca, e anche la necessità di raccontare l’amore senza idealizzarlo”.

“Dal profondo” è un disco dal sound rockeggiante. Quali sono state le influenze musicali?

“Mi  piace ascoltare sempre tanta musica, in particolare degli anni Settanta, quel rock suonato, molto energico. In quegli anni c’era la psichedelia che era importante perchè era un modo per raccontare qualcosa, non solo attraverso il testo. C’è tutto un background con diverse scuole musicali che influenza la mia musica”.

dicataldo2

Sei impegnato attualmente con un instore tour, stai poi progettando un tour per presentare il disco?

“Ora faremo ascoltare il disco con l’instore tour, poi abbiamo in programma un tour, le date sono in via di definizione e le comunicheremo sui social e sul sito http://www.massimodicataldo.net. Non vedo l’ora di suonare live e incontrare il pubblico”.

Oltre ad essere un cantautore sei anche un attore. C’è qualche progetto in programma in questo campo?

“Al momento no, sarebbe bello ma anche impegnativo, ora mi sto dedicando completamente alla musica. Recentemente ho fatto delle esperienze televisive divertenti, Tale e Quale Show in cui mi sono trovato in una situazione nuova per me e l’ho vissuta un po’ da attore cercando di calarmi nei panni dei vari personaggi senza scimmiottarli ma cercando di dare una mia interpretazione. E poi Ora o mai piu’ che invece era piu’ uno show personale, senza filtri, in cui dovevi mostrare te stesso”.

C’è un ruolo che ti piacerebbe interpretare in un film?

“Ora vanno di moda i film musicali come quello sui Queen e su Elton John, potrebbe essere interessante interpretare il ruolo di un musicista”.

Questa la tracklist di “DAL PROFONDO”: “Non ti accorgi”, “C’è qualcuno”, “Ci credi ancora all’amore”, “Ci penserò domani”, “Allora scusami”, “Con il nastro rosa”, “Perché l’amore”, Prendimi l’anima”, “Domani chissà”, “Continuerà”.

di Francesca Monti

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...