Maurizio Sarri in conferenza: “Sono contento di essere qui alla Juventus. La Champions deve essere un sogno da perseguire con determinazione feroce”

Maurizio Sarri, il nuovo allenatore della Juventus, è stato presentato questa mattina all’Allianz Stadium nel corso di una conferenza stampa., alla presenza di Fabio Paratici, Chief Football Officer bianconero

Sono contento di essere qui alla Juventus. Questa esperienza è il coronamento di una carriera lunga e difficile in cui ho voluto rispettare il mio percorso professionale. Quando la Juve mi ha chiamato, ho provato una sensazione molto forte, non mi era mai capitato di vedere una società così determinata nel volermi sulla sua panchina. Determinazione, convinzione e compattezza sono aspetti che ho trovato anche in questi primi giorni a Torino“, ha detto Sarri ripercorrendo poi le sue esperienze alla guida del Napoli e del Chelsea: “Bisogna avere le idee chiare sul percorso che si fa. A Napoli ho dato tutto me stesso, professionalmente e moralmente, perché sono nato lì e ho sempre tifato questa squadra. Negli ultimi mesi sulla panchina del Napoli però ho avuto più di un dubbio e ho capito che forse il ciclo era finito. Ho avuto offerte da società italiane importanti, ma ho preferito la stupenda esperienza della Premier League al Chelsea. Ora ho sentito il bisogno di tornare in Italia, per motivi personali. La Juventus, la società più importante d’Italia, mi ha offerto questa opportunità. Ho vissuto tre stagioni al Napoli in cui il mio primo pensiero era quello di sconfiggere la Juventus che era la squadra vincente. Era un’avversità sportiva, adesso, la mia professionalità mi porterà a dare tutto per questa società.  Arrivo alla Juventus dopo Massimiliano Allegri che lascia un’eredità pesante, fatta di risultati straordinari. Mi piacerebbe continuare a vedere quella mentalità che lui ha dato, per esempio la capacità di soffrire e non perdere le sicurezze in campo. Mi voglio alzare al mattino e pensare a come vincere le partite. In Champions dobbiamo avere l’obiettivo di vincere, con la consapevolezza che ci sono altre squadre molto forti. Deve essere un sogno da perseguire con determinazione feroce, ma sapendo che ci sono grandi difficoltà“.

Riguardo il modulo di gioco Sarri ha dichiarato: “Innanzitutto bisogna avere le idee chiare su quali sono i giocatori che possono fare la differenza, e metterli in condizione di farlo. Penso a Cristiano Ronaldo, che mi piacerebbe aiutare a superare nuovi record, ma anche a campioni come Dybala, Douglas Costa, Bernardeschi e ce ne sono tanti che non ho nominato. Bisogna parlare con loro e in base a quello costruire il modulo: il 4-3-3 che c’era al Chelsea era diverso dal 4-3-3 del Napoli. Conosco un solo modo per togliere lo scetticismo, vincere e convincere, divertire e far risultato”.

credit foto twitter Juventus

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...