RASSEGNA ISOLA EDIPO – LA LAGUNA E VENEZIA 76 IN COLLABORAZIONE CON GDA2019

La rassegna Isola Edipo edizione 2019, dedicata a cinema, arte, cibo e cultura all’insegna dei diritti e della sostenibilità, in occasione della Mostra del Cinema di Venezia, accompagnerà il pubblico, gli addetti al settore, e i tanti che sbarcheranno al Lido per seguire Venezia 76, lungo tutta la durata della mostra. Nata con l’idea di creare nuove forme di relazione tra territorio, i suoi prodotti, i suoi produttori e il mondo del cinema internazionale,la rassegna arriva al Lido a bordo della Edipo Re, la barca a vela che fu del pittore Zigaina e dell’amico Pier Paolo Pasolini, ed i suoi appuntamenti si svolgeranno in Riva Corinto 1.
Con il patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Venezia e dell’Università degli Studi di Padova, realizzata in collaborazione collaborazione con lacasa di produzione veneziana Kama Productions, sotto la direzione artistica di Silvia Jop, veneziana, e Riccardo Biadene, padovano-veneziano, Isola Edipo per il secondo anno sarà presente alla Mostra del Cinema con un premio ufficiale collaterale: il Premio per l’Inclusione Edipo Re, grazie anche alla collaborazione, iniziata l’anno scorso e sempre più stretta con le Giornate degli Autori.
Il consolidamento delle attività condivise tra Isola Edipo e le Giornate Degli Autori nel corso di Venezia76 è mosso dal desiderio di creare un vero e proprio ponte di eventi capaci di tenere una linea di tensione costante tra territorio e altrove, attraverso la programmazione di appuntamenti, corti e mediometraggi dedicati all’indagine del rapporto tra cinema e arti, e al cinema d’autore restaurato.
Il premio verrà conferito da una giuria composta da tre figure rappresentative di uno sguardo culturale e artistico di grande valore e quest’anno sono stati scelti l’attrice Ottavia Piccolo, il regista Giuseppe Piccioni e il reporter Giuliano Battiston, a uno dei film delle sezioni in concorso di Venezia76. Il premio consisterà nella distribuzione del film vincitore in 5 sale in 5 città italiane, oppure, in presenza di una distribuzione italiana del film già definita, in un pacchetto comunicazione di accompagnamento dell’opera in sala in Itala targato Mymovies, piattaforma web che conta più di mezzo milione di utenti unici al giorno, e che è partner della rassegna. Il film premiato inoltre verrà proiettato ad ottobre, in collaborazione con il Fondaco dei Tedeschi di Venezia – nuova istituzione sul territorio veneto, dal respiro internazionale e recentemente restaurato dall’architetto Rem Koolhaas – nella rassegna “Contaminazioni Culturali”, alla presenza del regista.
Oltre che rassegna cinematografica Isola Edipo è, nel corso della Mostra, un luogo in cui creare connessione con il territorio, grazie al  Social Food Festival, diretto da Sibylle Righetti e Enrico Vianello, fondatori della Edipo Re s.r.l.sociale, in collaborazione tra gli altri con Coldiretti e Agrichef: una vera piazza dove il mondo internazionale del cinema e la comunità del territorio si incontrano per sorseggiare assieme vini biodinamici, birre artigianali, succhi naturali, pasteggiando gustando prodotti gastronomici tutti provenienti dalla filiera corta e a chilometro etico dei piccoli produttori veneti e del resto del paese.

In relazione a questo appuntamento ruoteranno una serie di incontri, proiezioni, dibattiti, conferenze. Grazie alla collaborazione con la Reading Bloom, verranno presentati in anteprima italiana i restauri realizzati da Ross Lipman per la Milestone, di due opere di Billy Woodberry, uno dei principali esponenti del cinema afro americano indipendente, riunitisi nella L.A. Rebellion: il piccolo romanzo di formazione raccontato nel corto “The pocketbook” (Isola Edipo, 1 settembre 22.30); e il lungometraggio “Bless Their Little Hearts”, scritto da Charles Burnett, in cui si ricostruisce un intenso spaccato di vita afroamericana degli anni Ottanta (Villa degli Autori, 2 settembre ore 22).
Verrà inoltre proiettato, in omaggio allo scrittore Alberto Ongaro, il corto “Altrove, la terra del fuoco” (Isola Edipo, 1 settembre ore 21.30): una composizione evocativa a cura di Esmeralda Calabria e Silvia Jop, accompagnata dalle musiche dal vivo dei Tetes De Bois con Giorgio Maria Condemi, estrapolata da un blocco di appunti visivi sopravvissuti a questo mezzo secolo in una bobina 16mm, realizzati dall’avventuriero scrittore veneziano e dall’illustratore Ivo Pavone quando, nel 1954, dopo aver lasciato l’Argentina dove avevano vissuto con Hugo Pratt e Mario Faustinelli per dar vita alle radici epiche della storia del fumetto internazionale, avevano deciso di raggiungere la Terra del Fuoco per realizzare un documentario sugli ultimi cercatori d’Oro. La proiezione sarà introdotta dal giornalista Nanni Delbecchi con l’illustratore Ivo Pavone.
Dopo una tournée in Italia, da una collaborazione con PSM e Archivio Mambor, approderà a Isola Edipo MAMBOR un film documentario di Gianna Mazzini, dedicato a un racconto inedito sulle opere e la biografia di Renato Mambor, artista della Scuola romana di Piazza del Popolo, accompagnato dai dialoghi d’artista con l’attore Fabrizio Gifuni, lo scrittore Emanuele Trevi, il musicista Andrea Satta e il poeta Stefano Dal Bianco (Isola Edipo,  2 settembre ore 22.00).
In conclusione, in anteprima Italiana verrà presentato, alla presenza del regista e del regista e storico del cinema Marco Bertozzi,  il film saggio “13, a ludodrama about Walter Benjamin” del regista canadese Carlos Ferrand. Dal 1933 al suo suicidio nel 1940, il tedesco-ebreo-filosofocritico culturale e saggista Walter Benjamin in fuga dal Nazismo è andato a vivere in esilio a Parigi. Nel mettere in relazione materiali d’archivio, scene contemporanee, sequenze animate e marionette, questo saggio in 13 capitoli ci immerge in quel periodo di vita di Benjamin (Sala Astra,  5 settembre ore 18.30).
Si segnala anche la collaborazione con FUORINORMA, la rassegna di cinema indipendente contemporaneo curata dal critico Adriano Aprà e culminata nella pubblicazione di un volume dedicato alla via neosperimentale del cinema italiano che verrà presentato in area in collaborazione con Artdigiland di Silvia Tarquini (31 agosto ore 22.00; 4 agosto ore 18.30), quella con EXODUS, il progetto coordinato dal reporter e regista Michelangelo Severgnini in collaborazione con il giornalista Piero Messina e il regista Riccardo Biadene, dedicato al racconto della condizione di contenzione subita dai migranti in Libia e quella con il gruppo DEA-Uguaglianza e genere nell’industria dell’audiovisivo organizzato dall’Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irpps) sostenuto dalla Società italiana degli autori ed editori (Siae).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...