Renato Zero festeggia i suoi 69 anni con il nuovo disco “Zero il Folle”, in uscita il 4 ottobre: “Sono un portatore sano di coraggio”

Renato Zero ha spento 69 candeline il 30 settembre presentando alla stampa e a un gruppo di fan “ZERO IL FOLLE”, il nuovo disco di inediti in uscita venerdì 4 ottobre per Tattica, sia in formato CD sia in formato LP.

Entrambe le versioni saranno disponibili con 4 “folli” cover, che vanno a comporre Z E R O, quattro immagini che, insieme, rappresentano visivamente il disco, con la creatività e la follia che contraddistinguono Renato Zero e tutti coloro che rifiutano le regole e l’autorità.

Perché folle è chi sogna, chi è libero, chi provoca, chi cambia. Folle è chi non si vergogna mai e osa sempre, per rendere eterna la giovinezza.

“ZERO IL FOLLE” è stato registrato a Londra, prodotto e arrangiato da Trevor Horn (produttore di Paul McCartney, Rod Stewart, Robbie Williams), con cui Renato Zero torna a collaborare dopo l’album “Amo” del 2013.

Abbiamo a che fare con un popolo di giovani che sta cercando un’identità, e quindi guai ad arretrare se puoi dare un contributo alla loro illuminazione, noi siamo quello che siamo perchè abbiamo avuto Ella Fitzgerald, i Beatles e tanti altri ad ispirarci“, ha esordito Renato Zero parlando del nuovo progetto. “Avevo un amico marinaio imbarcato come ufficiale e tutte le volte che tornava dagli Stati Uniti mi portava i vinili di Frankie Avalon, di Bacharach, che in Italia non arrivavano perchè li bloccavano alle frontiere. Questo è un lavoro non solo di totale onestà ma anche di umiltà in cui riconosco ancora questo bisogno di inchinarsi alla statura di Trevor Horn, di Clarke e Phil Palmer, e degli altri che hanno partecipato al disco che mi hanno riportato in questa Londra che io frequentai negli anni Sessanta e Settanta in questi luoghi dove si pagava una sterlina alla settimana con vicino una friggitoria di patatine, ma andavi anche allo Speakeasy dove ascoltavi dei gruppi pazzeschi”.

Il grande artista ha raccontato quanto il pubblico sia stato fondamentale nella sua carriera ultra cinquantennale:Ringrazio ancora una volta il pubblico perchè la sua assiduità e l’aderenza al mio pensiero mi hanno permesso di non allontanarmi mai dalla mia passione e dal mio impegno. Sono stato fortunato ad incontrare tanti personaggi che mi hanno formato e a fare esperienze molto diverse, l’ultima grazie a Tim Burton,  questo cambiare pelle credo sia la fortuna migliore per offrire a se stessi l’interscambialità di un mestiere che non è un mestiere, io sono una persona che ha voluto uscire dagli schemi, mandando a quel paese la borghesia, ma il fatto di potere successivamente indossare la mia natura, di stupire, di muovere il pensiero degli altri, la loro sensibilità sono cose che ottieni se sei portatore sano del coraggio”.

“Zero il folle” è un disco estremamente attuale che affronta diverse tematiche, dall’aborto al calo delle nascite:Partendo dallo spopolamento del nostro paese, ritengo che l’amore debba produrre in maniera cospicua quello che è il rapporto tra due esseri umani ma anche la proiezione di produrre figli che significa garantirsi una continuità e questo avviene soprattutto con la buona tutela che i genitori svolgono nei confronti dei figli perchè produrli e lasciarli andare al proprio destino credo sia una forma criminale di pensare al ripopolamento del pianeta. Io ho avvisato questa necessità venendo da una famiglia molto nutrita ma anche straordinaria. Quando vai al luna park e spari la prima volta e prendi la paperella non ci riprovare perchè puoi fare brutta figura. Pensando a questo ho adottato Roberto che mi ha dato due belle nipoti, sono nonno e non faccio parte di quella chiamata alle armi, ma anch’io mi sono sentito di non tralasciare almeno chi c’era già al mondo e non aveva un indirizzo. Anche questa è una forma per proiettarsi in un futuro piu’ intimo e personalizzato, un figlio non deve essere la copia di noi ma la possibilità di replicarci al meglio. Per quanto riguarda l’aborto, esistono delle situazioni in cui non mi sento di mettere questa pratica all’indice soprattutto se una donna viene violentata da un estraneo e deve subire l’affronto di dare delle spiegazioni e degli alibi al bambino che nascerà. Se non sei all’interno del problema non si può giudicare. Condanno fortemente invece  l’aborto anticoncezionale”.

Zero il folle - Cover_b

Un’altra tematica di cui si parla nel disco è l’ambiente e Renato Zero ha espresso apprezzamento per Greta Thunberg e per la sua battaglia contro l’inquinamento:Questo paese va rieducato dalle fondamenta, dalla famiglia in poi bisogna fare questo mea culpa, dobbiamo essere lì a suonare il campanello di quell’uomo che massacra la moglie o che non permette al figlio di diventare un uomo. Perfino la spazzatura è un problema di cui dobbiamo farci carico, perchè buttarla in modo selvaggio significa contribuire all’inquinamento. Quando uno attraversa Roma è assurdo che debba affrontare le buche, il disagio della sporcizia e la non capacità di sfoderare quell’entusiasmo e quell’ottimismo di un tempo, anche il panorama incide sui nostri umori. Il cielo di una volta era diverso e gli stessi temporali erano sorridenti e soprattutto su Roma pulivano quello che oggi non pulisce la Raggi. Siamo tutti stranamente frastornati da quanto sta accadendo oggi perchè di solito quelli che hanno piu’ anni dicono solo cazzate, mentre una bimbetta come Greta che si permette di alzare il dito e dice non voglio morire in un mondo inquinato ma voglio un mondo sano in cui crescere è un esempio positivo. Diamo un’occhiata alla nostra coscienza e non stiamo in poltrona a giudicare. Ogni mia canzone è stata ispirata dal popolo, da un modo di vivere che non è mai uniforme, ho cercato di dare la possibilità agli altri di farsi delle domande, questo è il miraggio di un artista, scuotere le coscienze come hanno fatto Gaber, Jannacci, De Andrè, Dalla, Modugno“.

Tra le tracce c’è “Mai più soli” incentrata sulla tecnologia eccessiva presente nella società odierna che porta la gente all’apatia: “C’è questa propaganda ad offrirsi in una competizione insana tesa a voler superare o emulare influencer come Chiara Ferragni. Io non sono social e amo la mia giungla, ci sto benissimo”.

“Quattro passi nel blu” affronta invece il tema della morte ed è dedicato ad alcuni suoi grandi amici artisti che non ci sono piu’: “Ho stabilito con la morte una specie di accordo che mi ha permesso di soprassedere sopra il terrore e la sudditanza verso di lei così mi sono dedicato alla morte di altri. Questa canzone è per Dalla, Mango, Graziani, amici che abbiamo prematuramente perso e che rappresentano anche un vestito che indosso costantemente ogni giorno della mia vita, sono stati messaggeri di complicità e oggi che non ci sono piu’ li ricordo anche in questo disco con una dedica“.

C’è infine “Viaggia”, un brano che parla dell’importanza del viaggiare:Un viaggio vale piu’ di un libro e mi perdonino gli intellettuali per questa affermazione. Il viaggio inteso come incontri, mescolanze, adattabilità ai diversi climi e alle diverse condizioni del pianeta è la forma piu’ alta per diventare grandi“.

L’album sarà presentato con un lungo tour in parte già sold out che porterà Renato Zero nelle principali città italiane:Questa necessità da parte mia di spendersi è la forma piu’ bella per non farsi mancare nulla. Questa vita è sola, nessuno la protegge, è disarmata, viene attaccata da tutte le parti del mondo. Queste minacce che attentano all’equilibrio mi hanno sempre terrorizzato ma anche messo addosso il desiderio di denuncia perchè la barca è di tutti e dobbiamo fare in modo che questa traversata possa essere morbida, lieve. Se non lo fanno gli altri dobbiamo fare noi pressione per preservare la vita“.

Sono già 13 le date sold out di “ZERO IL FOLLE IN TOUR” (prodotto e organizzato da Tattica), con cui l’artista tornerà live nei principali palasport italiani, per stupire la sua gente con un grandioso show nel quale, oltre ad attingere dal suo storico repertorio, presenterà dal vivo anche il nuovo album di inediti “ZERO IL FOLLE”.

Queste tutte le date:

1 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)

3 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)

4 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)

6 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)

8 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)

9 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)

14 novembre – Mandela Forum di FIRENZE (SOLD OUT)

15 novembre – Mandela Forum di FIRENZE (SOLD OUT)

18 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA

19 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA

23 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO

24 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO

7 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO

8 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO

14 dicembre – Pala Alpitour di TORINO

15 dicembre – Pala Alpitour di TORINO

21 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA

22 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA

11 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO (SOLD OUT)

12 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO (SOLD OUT)

18 gennaio – Palasele di EBOLI – Salerno

19 gennaio – Palasele di EBOLI – Salerno

23 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)

25 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)

26 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)

I biglietti sono disponibili in prevendita sul sito ufficiale di Renato Zero (www.renatozero.com), sul sito Vivaticket.it e nei punti vendita autorizzati Vivaticket.

Questa la tracklist dell’album: “Mai più da soli”, “Viaggia”, “La culla è vuota”, “Un uomo è…”, “Tutti sospesi”, “Quanto ti amo”, “Che fretta c’è”, “Ufficio reclami”, “Questi anni miei”, “Figli tuoi”, “La vetrina”, “Quattro passi nel blu”, “Zero il folle”.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...