Il 4 ottobre esce “Magmamemoria” il nuovo disco di Levante: “La musica deve emozionare e far riflettere”. Il 23 novembre in concerto per la prima volta al Forum di Assago: “Stiamo creando uno spettacolo unico”

“Magmamemoria” è il titolo del nuovo album di Levante, in uscita venerdì 4 ottobre per Warner Music.

Un sorprendente viaggio nel tempo tra passato, presente e futuro attraverso tredici brani in cui la cantautrice affronta temi diversi spaziando da un notiziario sui fatti di cronaca in “Andrà tutto bene”, alla sua amata Sicilia in “Lo stretto necessario” fino al nuovo singolo “Bravi tutti voi” dove celebra la fiera della vanità, passando per canzoni d’amore come “Antonio”, per le colonne sonore dei suoi due romanzi, “Se non ti vedo non esisti” e “Questa è l’ultima volta che ti dimentico”, in cui le storie raccontate nei libri sono state sintetizzate, e un brano dedicato a suo padre, “Arcano 13”.

“Ho sempre fatto musica in modo istintivo, questo disco è nato come gli altri, la differenza con i precedenti è la maturità sia perchè ho piu’ anni sia perchè ho accumulato esperienze e ricordi che ho inserito in Magmamemoria. Sono anche aumentate le mie esigenze a livello produttivo e per quanto concerne gli arrangiamenti c’è stata una ricerca dei suoni che è sfociata in una realizzazione molto moderna. Siamo partiti dagli anni Novanta suonando in chiave moderna, inserendo l’Orchestra di Budapest per quasi due terzi del disco che segue il fil rouge del passato, presente e futuro che si rincorrono anche dal punto di vista della produzione. Cerco sempre di fare una ricerca delle parole, non ho paura di sembrare banale, perchè a volte voglio essere anche leggera, ma scelgo con cura quello che voglio cantare”, ha raccontato Levante presentando il nuovo progetto.

3000x3000_levante_mgmmmr.jpg

Una cura per i dettagli che traspare anche dalla cover, esplosiva e particolare: “Disegno sempre le mie copertine tranne per Manuale distruzione, che è nata per caso. Questa volta avevo in mente tre elementi: il rosso, i capelli lunghi, perchè sono simbolo di memoria e del tempo che passa, e la mia classica seduta. La posa invece è casuale, non riuscivo a muovermi molto con quelle extension in testa e ho provato a stare ferma. Sembro anche un vulcano ma non era voluto”.

Un disco che racchiude ricordi e colori della terra natale della cantautrice: “C’è tanta Sicilia in questo album, sono tornata piu’ spesso a casa, ho piu’ amici siculi, sono tornata a vivere quella strofa che canta Carmen: “poi ho dovuto perderti per ritrovare il bello di te”. L’incontro con Dimartino e Colapesce e la collaborazione con Carmen hanno formato un disegno perfetto”.

Nel singolo di successo “Lo stretto necessario”Levante ha realizzato il desiderio di cantare con Carmen Consoli: “Per me è da sempre una sorta di regina madre quindi non ho avuto il coraggio di chiamarla per proporle il featuring, ci hanno pensato i miei collaboratori. Quando è arrivata la demo con la canzone cantata da lei mi sono messa a piangere per due persone: la Claudia bambina che ascoltava le canzoni di Carmen nella sua camera e la Claudia di oggi che era felice per aver realizzato un sogno. Quel pianto di gioia è durato tanto, non riuscivo a trattenerlo. E’ stato come arrivare al traguardo dopo una corsa estenuante. Ho mandato un messaggio a Carmen per ringraziarla, lei mi ha chiamata e io non riuscivo nemmeno a parlare per l’emozione, mi ha detto: faccio il tifo per te”.

levante10.jpg

“Magmamemoria” si apre con l’omonimo brano che è incentrato sui ricordi che restano sempre vivi e si chiude con “Arcano 13” dedicato a suo padre: “Magmamemoria parla di un’eterna vita, di un ricordo che non muore mai, la memoria che brucia senza spegnersi, “Arcano 13” affronta invece il tema della morte, nei tarocchi è la carta della morte ma è vista anche come rinascita e cambiamento. In questo brano torno a cantare l’assenza di mio padre dopo che nel disco “Nel caos di stanze stupefacenti” non gli avevo dedicato nessun pezzo come invece avevo fatto con i precedenti lavori. Un giorno ero a casa mia, c’era una luce pazzesca, era tutto bianco, sembrava di essere in Paradiso, in quel momento mi sono ricordata che non avevo scritto niente per mio padre, così mi sono messa al piano, ho composto armonie semplici e ho fatto riflessioni su questo uomo dicendo: tu sei il grande assente e tu sei la mia memoria”.

Nel disco trova spazio anche un’intensa canzone d’amore, “Antonio”: “E’ una delle mie preferite, è un amore enorme, molto sentito, è una storia d’amore che meritava di essere raccontata nonostante la fine, è bellissimo poter descrivere una felicità che non c’è piu’ sotto quella forma. Questo brano mi ha sorpreso anche dal punto di vista produttivo, Antonio Filippelli ha superato se stesso insieme a Daniel Bestonzo che è un arrangiatore bravissimo”.

Il primo singolo, “Andrà tutto bene”, parla di attualità, mentre quello attualmente in radio “Bravi tutti voi” racconta la fiera della vanità in cui alcune persone si ergono al ruolo di giudice senza conoscere realmente gli altri: “In Andrà tutto bene metto tanta carne al fuoco, faccio un elenco delle cose che accadono nella nostra società, dalla politica ai migranti, all’ambiente, con la speranza che in futuro andrà tutto bene. A dicembre sono andata a vedere il film “Sulla mia pelle”, incentrato sulla drammatica storia di Stefano Cucchi e sulla battaglia per avere giustizia di sua sorella Ilaria che ho seguito fin da quando ero all’università. Da lì è nata l’ispirazione per questa canzone. In “Bravi tutti voi” mi riferisco ai presuntuosi, a chi giudica senza avere capacità e preparazione per poterlo fare. Non è una critica alla società ma a quelle poche persone che mi hanno fatto sentire piccola senza motivo. Ogni tanto lasciamo che gli altri si ergano a maestri facendo diventare noi degli osservatori. Magmamemoria è il disco del cambiamento, della consapevolezza, io sono tante cose diverse e lo esprimo anche musicalmente. Cerco di essere onesta con me stessa, l’onestà non è sinonimo di bellezza ma di emozioni e queste possono essere trasmesse attraverso la sincerità. Io mi rifiuto di stare dietro ai numeri ma spero che attraverso questo album arrivino le emozioni. La musica deve emozionare e far riflettere”.

E se per il momento il Festival di Sanremo è per Levante un pensiero lontano anche se è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita, c’è un appuntamento emozionante all’orizzonte: il primo concerto al Forum di Assago: “Il 23 novembre sarà un giorno bellissimo, stiamo creando uno spettacolo unico, è la mia prima volta al Forum e a breve termine non ci saranno altri live. Sarà una serata speciale con molti ospiti, stiamo allestendo un palco diverso dai precedenti, canterò tutti i brani di Magmamemoria e altri pezzi del mio repertorio. Il tempo vola e ogni giorno sale l’ansia. Emotivamente sarà un pugno nello stomaco, mi auguro che vada tutto per il meglio. Il mio l’obiettivo è puntare sempre alla qualità”.

Dal 4 ottobre Levante presenterà il nuovo album negli store delle principali città italiane, questi gli appuntamenti:

Venerdì ‪4 OTTOBRE @Milano MONDADORI PIAZZA DUOMO – h. 18.30

‪Sabato 5 OTTOBRE @VARESE MONDADORI h. 14.30

Sabato 5 OTTOBRE @TORINO FELTRINELLI piazza C.L.N. TORINO h. 18.00

‪Domenica 6 OTTOBRE @STEZZANO (BG)MEDIAWORLD h. 15.00

Domenica 6 OTTOBRE @ VERONA FELTRINELLI VIA 4 SPADE h. 18.30

‪Lunedì 7 OTTOBRE @BOLOGNA MONDADORI VIA D’AZEGLIO h. 14.30

Lunedì 7 OTTOBRE @FIRENZE FELTRINELLI RED h. 18.30

‪Martedì 8 OTTOBRE @ROMA DISCOTECA LAZIALE h. 18.30

‪Mercoledì 9 OTTOBRE @SALERNO –FELTRINELLI h. 15.00

Mercoledì 9 OTTOBRE @NAPOLI FELTRINELLI h. 18.30

‪Giovedì 10 OTTOBRE @PALERMO MONDADORI ‪h.18.00

‪Sabato 12 OTTOBRE @MESSINA FELTRINELLI h. 14.30

Sabato 12 OTTOBRE @CATANIA FELTRINELLI VIA ETNEA 18.00

‪Martedì 15 OTTOBRE@ BARI FELTRINELLI VIA MELO h.14.00

Martedì 15 OTTOBRE @LECCE FELTRINELLI H.18.00

‪Sabato 19 OTTOBRE @ GENOVA FELTRINELLI h.16.00

Questa la track list:

  1. Magmamemoria
  2. Andrà tutto bene
  3. Bravi tutti voi
  4. Regno animale
  5. Reali
  6. Questa è l’ultima volta che ti dimentico
  7. Se non ti vedo non esisti
  8. Il giorno prima del giorno dell’inizio non ha mai avuto fine
  9. Saturno
  10. Rancore
  11. Lo stretto necessario (con Carmen Consoli)
  12. Antonio
  13. Arcano 13

di Francesca Monti

Rispondi