CLINT EASTWOOD: DOMENICA 31 MAGGIO MARATONA PER IL 90° COMPLEANNO CON UNA NO-STOP DI SETTE FILM

Clint Eastwood fa 90 anni. Iris dedica all’attore, regista, compositore, e produttore – un poker di talenti, che fa coppia con i quattro premi Oscar vinti nel corso di una luminosa carriera (oltre ha un César, sei Golden Globe e quattro David di Donatello) – un’intera giornata, dalle ore 9.00 del mattino alla seconda serata compresa, di domenica 31 maggio.

L’artista-che secondo Sergio Leone recitava con due espressioni:«conilcappelloesenza il cappello» – è al centro della maratona-omaggio “Clint 90”: oltre 15 ore in compagnia di quello che, oggi, viene unanimemente considerato una figura tra le più celebri e rappresentative della cinematografia mondiale.

Un uomo dal carattere chiuso e ruvido, anarchico libertario e anticonvenzionale. Un attore dallo sguardo magnetico e l’andatura dinoccolata. Un regista-artigiano, che ama pochi movimenti di macchina, la profondità di campo, il senso dello spazio e filma con un piglio epico che tende all’elegiaco.

Icona dell’americano medio, Eastwood è il protagonista assoluto di una sfilata di autentici capolavori: si comincia alle 9.00 con Dove osano le Aquile (1968) e si prosegue alle 12.00 con Una 44 Magnum per l’Ispettore Callaghan (1973). Alle 14.30 arriva Gran Torino (2008) e alle 16.30 Il texano dagli occhi di ghiaccio (1976). Alle 19.00 è la volta de Gli spietati (1992).

Alle 21.15 tocca a Brivido nella notte (1971), prima opera registica di Eastwood, titolo assente dalla TV generalista da cinque anni e dalla prima serata addirittura dai primi ’80.

Con cameo di Donald Siegel, il film è un piccolo capolavoro a basso costo, minimalista, frutto di un’ottima sceneggiatura e pochi interpreti ma di classe, girato in una manciata di bellissimi luoghi (la sua Carmel) e una fotografia che incornicia splendidamente interni ed esterni.

Alle 23.00 chiude la maratona un altro gioiello: Mystic River (2003), che ha ricevuto un doppio Oscar (uno per il miglior attore protagonista, Sean Penn, e uno per il non protagonista, Tim Robbins) e due Golden Globe (per il miglior attore in un film drammatico e il miglior attore non protagonista).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...