Gp d’Austria 2020 – La gara: Bottas incoronato Re d’Austria precede un fantastico Leclerc e Norris. Solo quarto e penalizzato Hamilton

Incredibile rimonta del monegasco che partito settimo agguanta il secondo posto. Vettel recidivo finisce fuori dai punti

Un Gran Premio al cardiopalma che si decide negli ultimi dieci giri, movimentato da un filotto di safety car, fortunatamente non virtuali dovute a guasti meccanici e incidenti.

Fase iniziale

Dopo una partenza regolare, Bottas riesce ad allungare sul compagno Hamilton, partito quinto a causa della penalizzazione di tre posizioni per aver ottenuto il tempo di qualifica sotto bandiera gialla, stranamente non così aggressivo dopo essersi facilmente sbarazzato di Norris e di Perez, con un sorpasso di forza. Verstappen, partito con gomme intermedie, lascia la competizione all’undicesimo giro a causa di ripetuti problemi elettrici della sua Redbull, mentre era al secondo posto.

Fase intermedia

La Mercedes viaggia incontrastata sul minuto e zero nove, ma dai box ai due battistrada vengono continuamente emessi minacciosi segnali causa innalzamento delle temperature del cambio e del motore. In effetti, i propulsori della stella a tre punte sembrano soffrire il caldo inedito di quest’estate austriaca, nonostante Stroll riesca a contenere senza problemi Vettel che arranca sempre intorno al decimo posto.

Al sedicesimo giro primo pit stop per tutti a causa dell’intervento della safety car, con tutti i top team su gomma bianca (dura). Duello al Calor bianco in corsia box tra Perez e Norris, con quest’ultimo che tiene la posizione.

Ricciardo dopo un inizio aggressivo al diciottesimo giro è costretto al ritiro con il motore Renault fritto, anche Stroll si ritira al ventunesimo giro per problemi al propulsore. Al trentunesimo giro Vettel non riesce a resistere: provando un’improbabile staccata, centra in pieno Sainz e, girandosi da solo, riparte penultimo con il muso della sua Ferrari danneggiato. Intanto Norris e Perez continuano a scannarsi per la quarta posizione, con il messicano ad avere la meglio alla tornata numero trentadue.

Leclerc sta a sandwich tra Norris e Sainz, Hamilton attacca deciso Bottas al quarantunesimo giro ma non riesce ad aver ragione del tenace boscaiolo. Al giro cinquantuno il ritiro di Russel provoca un ulteriore intervento della safety car. Albon, Norris e Leclerc rientrano a montare gomma gialla mentre Perez prosegue e diventa terzo. Anche Sainz prosegue ed è quinto. Alla tornata cinquantasei, il povero Raikkonen rischia la ghirba per una ruota non fissata e di nuovo l’auto dei commissari è in pista a guidare il trenino.

Ultimi 15 giri

Alla ripartenza Albon con una grande manovra attacca Hamilton, che ha gomme dure e vecchie, all’esterno ma il sei-volte campione del mondo non ci sta e lo sperona, mossa che gli costerà cinque secondi di penalità e in prospettiva il podio. La Ferrari ritrova magicamente competitività e inizia finalmente ad avere una parvenza di monoposto da Formula Uno. Al giro 64, Leclerc riesce a passare Norris all’esterno con un sorpasso capolavoro e al giro seguente sigla quello più veloce della gara. Accodandosi a Perez, Charles riesce a fulminarlo con un’altra manovra miracolosa, agguantando il terzo posto, ma essendo virtualmente secondo per la penalità inflitta a Lewis. Nel frattempo, Norris attacca e sopravanza Perez che però decide scorrettamente di tagliargli la strada e finisce per pascoli.

Proprio all’ultimo giro, l’inglese pilota della McLaren segna il giro più veloce e riesce ad agguantare una meritata terza piazza.

di Nicolò Canziani

credit foto F1

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...