Il 29 settembre prenderà il via a Sydney la 21a edizione del “ST. ALi Italian Film Festival”

Il 29 settembre prenderà il via a Sydney la 21a edizione del “ST. ALi Italian Film Festival”, per presentare il meglio del cinema contemporaneo italiano. La kermesse, che si svolgerà nel rispetto delle norme di sicurezza contro il covid-19, si sposterà poi a Brisbane, Perth, Adelaide, Canberra e Byron Bay.

Ad aprire il festival quest’anno sarà una nuova versione live-action della classica fiaba “Pinocchio” per la regia di Matteo Garrone, vincitore di sette Nastri d’Argento, che vede Roberto Benigni nel ruolo di Geppetto.

La pellicola di chiusura sarà invece “Malèna” di Giuseppe Tornatore con Monica Bellucci, scelto per ricordare il maestro Ennio Morricone, uno dei più grandi compositori cinematografici del mondo, recentemente scomparso.

Tra i film in programma troviamo “Il traditore” di Marco Bellocchio, trionfatore ai David di Donatello 2020 con protagonista Pierfrancesco Favino, fresco vincitore della Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia, nel ruolo di Tommaso Buscetta, un boss mafioso diventato informatore della polizia; il pluripremiato “La dea fortuna” di Ferzan Ozpetek, con un cast stellare composto da Stefano Accorsi, Edoardo Leo e Jasmine Trinca, che ha debuttato alla regia con il corto “Being My Mom”, con Alba Rohrwacher e Maayane Conti; “Martin Eden” di Pietro Marcello con Luca Marinelli, un dramma liberamente tratto dall’omonimo romanzo del 1909 scritto da Jack London; “Mio fratello rincorre i dinosauri” con Alessandro Gassmann, ispirato a una storia vera, e “Il giorno più bello del mondo” diretto e interpretato da Alessandro Siani.

In cartellone ci sono anche “Favolacce” con Elio Germano, “Sette ore per farti innamorare” con Serena Rossi e Giampaolo Morelli, “Tornare” di Cristina Comencini con Giovanna Mezzogiorno e Barbara Ronchi, “Hammamet” con Pierfrancesco Favino nei panni di Bettino Craxi, “Odio l’estate” con Aldo, Giovanni e Giacomo, “L’uomo d’oro” con Fabio De Luigi, “Il primo Natale” con Ficarra e Picone, “Il grande passo” con Giuseppe Battiston e Stefano Fresi, “Palazzo di giustizia” di Claudia Bellosi, “Tuttapposto” con Luca Zingaretti e “Cambio tutto” di Guido Chiesa con Valentina Lodovini.

Il festival arriverà a Melbourne quando i cinema potranno riaprire nel rispetto delle restrizioni Covid-19.

Il principale sponsor del Festival del Cinema Italiano da questa edizione è ST. ALi Coffee.

L’Italian Film Festival viene fondato nel 2000 da Antonio Zeccola, nome di spicco tra i tanti migranti di successo, che è riuscito a creare in Australia una rete nazionale di sale cinematografiche che oggi comprende più di cento schermi.

L’idea originaria dell’Italian Film Festival nasce ventuno anni fa: Antonio si rende conto che in Australia esistono diversi festival cinematografici, ma nulla che sia dedicato interamente al cinema italiano.

Nel novembre del 2000, a Sydney e Melbourne viene inaugurata la prima edizione del Festival con la proiezione di Pane e Tulipani di Silvio Soldini.

Per informazioni: www.italianfilmfestival.com.au

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...