Buon compleanno Renato Zero

Renato Zero, il più eclettico, geniale, trasformista, trasgressivo tra i cantautori italiani spegne 70 candeline.

Un artista che in oltre 50 anni di carriera è sempre riuscito ad unire armoniosamente abiti stravaganti e colorati a canzoni che affrontano tematiche profonde. Il suo primo 45 giri è uscito nel 1967 “Non basta, sai/In mezzo ai guai”, prodotto da Gianni Boncompagni con le musiche di Jimmy Fontana. Successivamente Don Lurio rimane affascinato da Zero dopo averlo visto esibirsi al Piper e decide di inserirlo nel gruppo di ballo I Collettoni. L’anno di svolta è il 1977 quando esce il disco “Zerofobia” che contiene hit quali “Mi vendo”, “Il cielo”, Morire qui”. Il successo  prosegue con “Zerolandia” e il brano “Triangolo” e con “EroZero” trascinato da “Il carrozzone”, diventato ben presto un evergreen.

Nel 1979 Pippo Baudo chiama Renato Zero per la sigla della prima edizione di “Fantastico”, mentre negli anni Ottanta escono altri celebri album come “Tregua”, “Artide Antartide” e “Icaro”. Nel 1991 partecipa al Festival di Sanremo con “Spalle al muro” scritta da Mariella Nava che ottiene la standing ovation del pubblico. L’anno seguente torna sul palco dell’Ariston con “Ave Maria” mentre nel 1995 esce la raccolta “Sulle tracce dell’imperfetto” che contiene “I migliori anni della nostra vita” per festeggiare trenta anni di carriera.

Tre anni dopo pubblica “Amore dopo amore” con il singolo “Cercami” e a seguire “Amore dopo amore, tour dopo tour”, disco live registrato a Milano, che contiene cinque inediti, tra cui “Si sta facendo notte” e “Il coraggio delle idee”. Nel 2000 conduce su Rai 1 in prima serata il programma “Tutti gli zeri del mondo” mentre nel 2016 torna in tv con un altro show dal titolo “Arena – Renato Zero si racconta”.

Il 30 settembre è uscito “ZeroSettanta”, primo album di una trilogia con gli altri due dischi in arrivo il 30 ottobre e il 30 novembre per festeggiare in musica i suoi 70 anni.

A Renato Zero facciamo i nostri migliori auguri di buon compleanno!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...