Intervista con la cantautrice Lilo che ci presenta l’Ep “Diverso”: “Avevo delle canzoni che potevano essere pubblicate come singoli ma mi è sembrato che, insieme, raccontassero di più rispetto a quanto avrebbero fatto da sole”

“Diverso” è il nuovo Ep di inediti di Lilo, distribuito da The Orchard, interamente prodotto dal producer e sound designer milanese Matteo De Marinis, conosciuto per le sue importanti collaborazioni con brand del calibro di Armani, Bulgari, Ferrari, Adidas, Marcelo Burlon e tanti altri.

E’ online il video di “I davanzali di questa città”, accompagnato da un video, con la regia di Filippo Castellano, che vuole mettere in luce il rapporto tra l’artista e la città di Milano, raccontando della frenesia che contraddistingue in qualche modo i suoi edifici, i suoi palazzi, le sue strade. In un gioco di cambi d’inquadratura repentini, il ritmo del brano accompagna i movimenti dell’artista che, sola, duetta con la città.

Lilo, all’anagrafe Laura Pizzoli, è una musicista e cantautrice classe 1991. All’età di 6 anni inizia a studiare pianoforte e qualche anno più tardi si dedica anche al canto moderno. Lo studio e la passione per la musica la accompagnano fino agli anni universitari. Si laurea infatti in Lettere Moderne e successivamente in Musicologia, terminando il suo percorso accademico alla Sorbonne di Parigi con una tesi sperimentale sulla vocalità nella musica pop. Nel 2010 forma Lylo, un duo semiacustico, con cui pubblica due EP autoprodotti in lingua inglese e dal 2011 al 2016 si esibisce in locali italiani e francesi. Nel 2017 sente la necessità di intraprendere un progetto solista. Abbandona l’inglese e le sonorità semiacustiche e si dedica alla scrittura in lingua italiana scegliendo per le sue produzioni un sound elettronico sotto il nome di “Lilo”. Esce quindi nel dicembre dello stesso anno “Gli Altri”, il suo primo singolo in lingua italiana, seguito poi dai singoli “Febbraio”, “Più Parole”, “Stomaco” e “Gospel 121”. Nel 2018 è una degli artisti “Just Discovered” di MTV New Generation, e tra il 2018 e il 2019 viene menzionata da diverse testate di settore tra le nuove proposte indipendenti italiane che vale la pena non perdersi. Nel 2020 torna con i suoi nuovi singoli “Questa Stanza”, “Luce Ovunque” e “Tienimi Su”, distribuiti da The Orchard e con video ufficiali sul nuovo canale VEVO dell’artista. L’8 settembre è uscito il singolo “Ti Sento Comunque”, che ha anticipato il suo EP.

E’ uscito il tuo nuovo Ep di inediti “Diverso”. Com’è nato?

““Diverso” è nato dalla necessità di comporre un lavoro più lungo. Avevo delle canzoni che potevano essere pubblicate come singoli, le ho guardate da vicino e mi è sembrato che, insieme, raccontassero di più rispetto a quanto avrebbero fatto da sole”.

Ci racconti qualcosa in più sulla titletrack e su I davanzali di questa città?

“La titletrack dell’EP si fonda su un concetto preciso che mi sembrava andasse molto d’accordo con quello che sono adesso: “è tutto diverso, ogni cosa è al suo posto”. Mi sento profondamente diversa da qualche tempo fa, eppure pur avendo rivoluzionato il mio modo di essere è come se finalmente tutto fosse in ordine.

“I Davanzali Di Questa Città” invece è una canzone che mi sta a cuore perché parla di un Noi. Siamo una generazione, siamo quelli che fingono di essere forti e di affrontare tutto ma in realtà hanno paura di non farcela. Il mio augurio è di arrivare a essere chi si vuole, poi guardarsi indietro e capire che si era davvero già forti abbastanza”.

La pioggia è stata scritta da Brenneke. Come si è sviluppata questa collaborazione?

“Brenneke (Edoardo Frasso) è un artista che stimo molto ed è anche un mio grande amico. Ci conosciamo da anni e ho anche avuto l’occasione di suonare per lui come tastierista. La Pioggia è sempre stata il mio pallino, la canzone che avrei voluto scrivere io. Edoardo ne era a conoscenza, e così quando gli ho timidamente fatto sentire la versione che ne avevo fatto (insieme al mio produttore Matteo De Marinis) mi ha dato il via libera per pubblicarla. Ne sono stata estremamente felice”.

Come ti sei avvicinata alla musica?

“Alla musica sono arrivata da piccola, avevo circa sei anni quando chiesi a mio padre (diplomato in pianoforte) di poter cominciare a fare lezione. Mi ricordo che lui mi disse «va bene, ma ricorda che serve molto impegno». Io quella cosa lì l’ho presa sul serio e non mi ci sono più allontanata. Ho cambiato percorso qualche volta, l’ho affinato secondo i miei gusti ma sono arrivata a farne un lavoro. E ne vado molto fiera”.

credit foto Mattia Giordano

Come vedi il futuro del mondo musicale dopo la pandemia?

“Io credo che sarà difficile prima della commercializzazione di un vaccino efficace riuscire a mettere in piedi spettacoli grossi come quelli che normalmente venivano suonati prima della pandemia. Credo però che nel futuro apprezzeremo molto di più i live, da quelli piccoli acustici a quelli da stadio, perché ci sono mancati per parecchio tempo. Spero che si riesca ad apprezzare e a valorizzare la professione di chi lavora nella musica e con la musica. E più di tutto spero che si smetta di pensare al lavoro musicale come a un semplice hobby, tanto poi di “lavoro vero” ne fai un altro””.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

“Restando in tema live mi piacerebbe molto poter portare il mio progetto su palchi sia piccoli che medi, dato che la performance è una delle cose che mi piace di più. Il contatto con il pubblico è imprescindibile per un musicista, per un artista. Sto scrivendo molto quindi spero che le prossime canzoni possano confluire in un recipiente musicale adeguato”.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...