Addio al Maestro Gigi Proietti, gigante del teatro, del cinema e della tv

Un talento immenso, un Maestro, un faro per tanti attori delle nuove generazioni, un sorriso travolgente, un uomo gentile, ironico e umile, un Artista con la a maiuscola che per oltre 50 anni ci ha fatti divertire ma anche riflettere e che ci mancherà tantissimo. Questa mattina si è spento nel giorno del suo 80° compleanno Gigi Proietti, gigante del cinema, del teatro e della tv.

Ricoverato da quindici giorni in una clinica romana per accertamenti, era stato colpito domenica da un grave scompenso cardiaco. Lascia la compagna di una vita Sagitta Alter e le figlie Susanna e Carlotta.

Nato a Roma il 2 novembre 1940, si avvicina fin da giovane alla musica e al canto, per poi innamorarsi del teatro dopo essersi iscritto per caso al Centro Teatro Ateneo. A quattordici anni viene scelto come comparsa nel film “Il nostro campione”, diretto da Vittorio Duse, successivamente interpreta una piccola parte in “Se permettete parliamo di donne” di Ettore Scola. Il primo successo a teatro è datato 1970, quando viene chiamato a sostituire Domenico Modugno nella parte di Ademar nella commedia musicale di Garinei e Giovannini “Alleluja brava gente”. Quel ruolo ha segnato l’inizio di una carriera sfavillante, che ha portato Proietti a vestire i panni del protagonista al cinema nei film “Gli ordini sono ordini”, “Meo Patacca”, “Conviene far bene l’amore”, “Languidi baci, perfide carezze”, “Chi dice donna dice donna”, fino alla consacrazione nel 1976 con il cult “Febbre da cavallo” di Steno in cui dà il volto allo sfortunato scommettitore Bruno Fioretti, detto Mandrake.

Negli anni seguenti il Maestro ha interpretato tante altre pellicole, da “Febbre da cavallo – La mandrakata” che gli è valso il Nastro d’Argento come miglior attore protagonista, a “La vita è una cosa meravigliosa”, “Il Premio”, “Pinocchio” nel ruolo di Mangiafuoco, lavorando con Corbucci, Gassmann, Bolognini, Monicelli, Petri, Magni e con registi internazionali quali Lumet, Altman e Ted Kotcheff.

Proietti è stato interprete anche di serie tv molto amate dal pubblico come ad esempio “Il Maresciallo Rocca”, “Il Veterinario”, “L’Avvocato Porta”, “Mai storie d’amore in cucina”, “Il signore della truffa”, “Preferisco il Paradiso”, “L’ultimo Papa Re”, “Una pallottola nel cuore”, ha portato in scena 51 spettacoli teatrali di cui 37 da regista, da “A me gli occhi please”, passando per Shakespeare, per arrivare a “Cavalli di battaglia”, per festeggiare nel 2016 i suoi 50 anni in scena, portato anche in tv con uno show in quattro puntate su Rai 1 nel 2017, ha fondato il Laboratorio di Esercitazioni Sceniche per i giovani attori, lanciando tantissimi talenti, ha diretto il Teatro Brancaccio di Roma e nel 2003 ha fondato il Globe Theater sempre nella Capitale.

In radio ha preso parte alla trasmissione “Gran varietà”, interpretando il personaggio di Avogadro il ladro, ha scritto “Nun me rompe er ca’” ispirandosi agli chansonnier, ha prestato la voce a Gatto Silvestro, in coppia con Loretta Goggi e ha doppiato Richard Burton, Richard Harris, Marlon Brando, Robert De Niro, Dustin Hoffman e Sylvester Stallone nel primo Rocky. Recentemente aveva partecipato alla nuova stagione di “Ulisse” con Alberto Angela.

Il 3 dicembre uscirà il suo ultimo film “Io sono Babbo Natale” con Marco Giallini e la regia di Edoardo Falcone.

Mattatore e showman di prima grandezza, simbolo di Roma e della romanità, Gigi Proietti nell’autobiografia dal titolo “Tutto sommato – Qualcosa mi ricordo” (Rizzoli) si descriveva con queste parole: “Un uomo, non un intellettuale, che racconta l’allegria di allora, impastandola a quella di oggi. Ma senza nostalgia, per l’amor d’Iddio. No, semmai con la gioia per un passato che la mente riscrive come vuole, come un sogno ricorrente che negli anni abbiamo imparato a controllare”.

Grazie di tutto Maestro.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...