SIMONE MORO, ALPINISTA CON LA FEDE, A “SULLA VIA DI DAMASCO”

Nella sua storia, una grande verità: c’é speranza nell’abisso. Al centro della prossima puntata di Sulla Via di Damasco, domenica 10 Gennaio, ore 8.45, su Rai Due, la storia e l’insegnamento di Simone Moro, unico alpinista con quattro salite invernali sopra gli 8 mila metri, protagonista di una caduta sulle cime dell’Himalaya, dentro un crepaccio di ghiaccio largo meno di 50 cm. Racconterà ad Eva Crosetta, di quegli istanti di terrore, diventati la trama del suo ultimo libro (Ho visto l’abisso) e lo spunto per riflettere su come fronteggiare i tanti abissi della vita. Dietro le sue esplorazioni, l’ambizione “di trasformare un quasi impossibile in possibile”, scegliendo spirito di sacrificio, umiltà e senso della rinuncia come attrezzi per scalare le vette più impegnative dell’esistenza. Nessuno si salva da solo è la lezione dell’alpinista come quella di questa pandemia. “Quando uno pensa di essere autosufficiente in tutto – ha detto Simone Moro- scopre di aver fatto il più grande degli errori”. E’ stato un alpino, anche il beato Don Carlo Gnocchi, a cui viene attribuito il miracolo del papà di Loretta Alderi, l’altra protagonista della trasmissione di Vito Sidoti. Infine, la testimonianza di  Claudio Ganci, a cui la Comunità Nuovi Orizzonti ha teso una mano di salvezza: racconterà delle sua risalita dall’abisso della solitudine. Regia di Marina Gambini.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...