SANREMO 2021 – Francesca Michielin e Fedez in gara con “Chiamami per nome”: “In questa canzone c’è un’evoluzione stilistica sia dal punto di vista testuale che musicale”

Francesca Michielin e Fedez saranno in gara tra i big al 71° Festival di Sanremo con il brano “Chiamami per nome”, da loro scritto insieme a Davide Simonetta, Alessandro Mahmoud, Alessandro Raina e prodotto da d.whale.

I due artisti tornano a collaborare e ad esibirsi insieme dopo i successi di “Magnifico” e “Cigno Nero”.

Sono felice e molto emozionata di prendere nuovamente parte al Festival di Sanremo questa volta con Federico. Ci siamo ritrovati dopo tanti anni, una decina rispetto a quando abbiamo lavorato per “Cigno nero” e siamo tornati a duettare nel 2020 virtualmente dai balconi durante il lockdown. Quando sono andata la prima volta all’Ariston con “Nessun grado di separazione” avevo 20 anni ed è stata un’emozione pazzesca, ora sono più grande, ne ho 26, ma la vivrò come un’esperienza nuova, perché sarà un’edizione particolare. Non sarò in campeggio ma in un monolocale“, ha esordito Francesca Michielin in un incontro stampa da remoto.

Fedez è invece all’esordio sul palco dell’Ariston:E’ il mio primo Sanremo e c’è un po’ d’ansia ma anche la voglia di vivere appieno questa esperienza. Non ho nessun progetto discografico in uscita nell’immediato. Ho voglia di cambiare e questo è il periodo delle cose non ponderate. Insieme agli amici con cui faccio musica abbiamo iniziato un percorso diverso. Sono andato per la prima volta a Sanremo come manager pro bono di Lorenzo Fragola e quando ho visto il palco mi sono detto che non sarei stato capace di gestire quella situazione. Entrare in una stanza con un’orchestra di 60 persone per le prove è stato bellissimo. In passato ho fatto il grande errore di darmi delle scadenze, quello ti fa perdere la magia del viaggio. Sto lavorando a nuove canzoni ma nel mio futuro più prossimo ci sono il Festival e la nascita di mia figlia”.

Sarà un Sanremo diverso dal solito, senza la gente in sala:Ho provato ad esibirmi senza pubblico nel concerto per Scena Unita, è diverso ma credo che in un momento come questo la cosa più importante sia esserci e tenere acceso il faro sulla musica e sulle problematiche di chi lavora in questo settore”, ha dichiarato Fedez.

Io ho fatto dei concerti in streaming per promuovere il disco “Feat”, è stata un’esperienza surreale ma in questa situazione credo che la salute e la sicurezza siano al primo posto e canteremo pensando che ci sia il pubblico da casa che ci guarda. La scorsa estate ho fatto un tour di 15 date nel rispetto delle regole e spero che nei prossimi mesi ci sia la possibilità di fare qualche live“, ha detto Francesca Michielin.

I due artisti hanno rischiato di essere squalificati dopo che Fedez per errore aveva postato sui social alcuni secondi del brano in gara:Quando è avvenuto il fattaccio Francesca era legittimata ad apostrofarmi in qualsiasi maniera invece mi ha supportato e nonostante tutto ne siamo usciti più uniti”, ha raccontato Fedez.

Federico sta affrontando Sanremo con grande serietà, ha voluto prendere questa sala per le prove, a prescindere da quell’episodio ci stiamo concentrando tanto e soltanto con una persona con cui ho molta confidenza potevo condividere le mie ansie“, ha aggiunto la cantautrice veneta.

Riguardo “Chiamami per nome” Fedez ha raccontato la genesi:Abbiamo deciso di provare a fare delle sessioni in studio in un modo nuovo, anche il metodo ha una peculiarità dettata dal periodo che abbiamo vissuto. E’ stato un momento di socialità importante, anche solo darsi appuntamento su zoom con Francesca o Mahmood è stata una boccata d’ossigeno. In questo pezzo c’è un upgrade stilistico, è pop ma con sfumature urban. Nella stesura del brano ci sono delle differenze rispetto a quelli passati che erano più classici, in Chiamami per nome abbiamo unito le nostre voci”.

Francesca Michielin ha sottolineato quanto questa canzone la rappresenti:Conosco Mahmood da molti anni. Abbiamo fatto questo viaggio in treno parlando di musica, ci siamo piaciuti ed è nata la collaborazione per Cheyenne. Come scrittore di melodie credo sia fenomenale. In “Chiamami per nome” c’è una consapevolezza ed un’evoluzione stilistica sia dal punto di vista testuale e musicale, è un brano d’amore ma trasversale rispetto a Cigno nero o Magnifico che era figlio del suo tempo. Ha una struttura pop ma inusuale con un arrangiamento minimale. Alle prove con l’orchestra è venuto benissimo. Il testo in parte è autobiografico perché racconta come mi sono sentita in questo periodo, in cui ho vissuto dei mesi che mi hanno scombussolato. In apertura canto: “Oggi ho una maglia che non mi dona” ma poi dico anche che non ho paura di vivere un sogno perché per me questo pezzo rappresenta la voglia di vivere la musica come qualcosa che ti trasporta. E’ una canzone che mi emoziona molto e non mi succede spesso. Sono legata a questo brano e sono felice di portarlo sul palco dell’Ariston“.

La cantautrice pubblicherà il 5 marzo per Sony Music il repack “Feat (fuori dagli spazi)”, che conterrà “Chiamami per nome” e altri featuring tra cui quelli con Colapesce, Max Gazzè, i Maneskin, Coma_Cose e sarà impegnata anche con una serie di podcast: “Il primo esce il 25 febbraio e si interroga su quali siano le cose per cui le donne lottano oggi.  Avrò come ospite Matilda De Angelis, un’attrice e una donna di grande esempio per me, parleremo del body positivity e del rapporto con il proprio corpo. Tra i temi che affronterò nei podcast ci sarà anche la parità di genere”.

Fedez invece arriva da un 2020 di successo in cui insieme alla moglie Chiara Ferragni ha ricevuto anche l’Ambrogino d’Oro per il suo impegno sociale durante la pandemia: “Una cosa che mi ha lasciato questo periodo e che spero rimanga anche in futuro è uno spirito di appartenenza che prima non sentivo, sapere che facciamo parte di una collettività, sentire di far parte di un Paese è stata una sensazione nuova per me. Non saremmo riusciti ad ottenere quei risultati se non ci fosse stata la collaborazione e la generosità di tante persone”.

di Francesca Monti

credit foto Fabrizio Cestari

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...