Nuovo appuntamento su Rai 2 con “Restart-L’Italia ricomincia da te”

Si rinnova l’appuntamento con Restart-L’Italia ricomincia da te, il talk condotto da Annalisa Bruchi con Aldo Cazzullo in onda mercoledì 17 marzo alle 23.30 su Rai2. In attesa del pronunciamento definitivo di giovedì dell’Agenzia europea del farmaco sul vaccino AstraZeneca, si stima il possibile impatto della sospensione decisa dall’Aifa con conseguenze immediate: decine di migliaia di prenotazioni per la somministrazione del vaccino saltate e la frenata della campagna vaccinale tanto attesa; il tutto mentre l’Italia ricade in un nuovo  lockdown, aumentano le varianti e gli ospedali tornano in affanno. Di questo si discuterà con Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di microbiologia e virologia di Padova, Valerio Rossi Albertini, fisico nucleare al Cnr e con Sergio Dompé, Ceo di Dompé farmaceutici, a capo della task force per la Salute e la Scienza della Vita del B20.
L’Italia, intanto, si colora di rosso come la maggior parte delle regioni e come il bilancio di aziende e famiglie sempre più povere e in difficoltà: sono oltre 2 milioni secondo l’Istat. Il debito pubblico schizza, gli aiuti non arrivano e le imprese chiudono per sempre. Argomenti, questi, che verranno analizzati con Claudio Durigon, sottosegretario al Mef, Roberto Sommella, direttore Milano Finanza, don Antonio Mazzi, presidente Fondazione Exodus e Paolo Bianchini, ristoratore e presidente del MIO Italia, Movimento Imprese Ospitalità.
Il commercialista Gianluca Timpone sarà come sempre alla lavagna per un focus sulle tasse.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...