Presentato alla decima edizione de “Il Maggio dei Libri” il film “Il diritto alla felicità” di Claudio Rossi Massimi: “La lettura è il viatico per migliorare la nostra condizione di vita”

E’ stato presentato il 23 aprile in occasione dell’inaugurazione della decima edizione de Il Maggio dei Libri, organizzato dal Ministero dei Beni Culturali Centro per il libro e la lettura, il film “Il diritto alla felicità”, scritto e diretto da Claudio Rossi Massimi, che racconta una storia delicata di amicizia e scambio culturale tra Libero (Remo Girone) proprietario di una libreria di libri usati e un ragazzino, Essien (Didie Lorenz Tchumbu) immigrato ma perfettamente integrato nel nostro paese. Il film è una vicenda tenera e profonda al tempo stesso.

Prodotto da Lucia Macale per Imago, il film insegna che nella vita nulla è perduto finché ci sono complicità e affetto. In un continuo scambio di libri ed emozioni, Essien incontra l’occidente attraverso la sua letteratura e Libero porta a compimento il significato del suo nome cercando di fare del ragazzino un uomo libero grazie alla cultura.

Nel cast troviamo Corrado Fortuna, Moni Ovadia, Pino Calabrese, Annamaria Fittipaldi, Federico Perrotta, Biagio Iacovelli, Valentina Olla, Lapo Braschi.

Il diritto alla felicità-locandina

Il regista Claudio Rossi Massimi ha raccontato come ha lavorato a “Il diritto alla felicità”: “Ho scritto questo soggetto prima della prima pandemia, ho sviluppato la sceneggiatura durante il lockdown, quindi abbiamo realizzato il film girandolo a Civitella del Tronto. La location era perfetta anche perché nella nostra intenzione c’era creare una storia universale e far comprendere, attraverso l’incontro di questo anziano libraio con un ragazzino di colore, che per migliorare in tutti i sensi la nostra condizione la lettura è il miglior viatico. Libero è interpretato magistralmente da Remo Girone che è entrato subito nelle sfumature e nel sapore del personaggio, che è il punto di riferimento del posto dal quale tutti vanno a chiedere un consiglio, che dà delle indicazioni pratiche, dispensando pillole di saggezza. Ha vissuto tutta la sua vita leggendo e parlando di libri e con Essien inizia questo percorso di introduzione alla lettura che ha vari stadi, si parte con il fumetto per arrivare ai libri fino all’ultimo che sarà il più importante. E’ un’iniziazione alla lettura, alla vita, all’essere cittadino. Didie è stato bravissimo, era alla prima esperienza, abbiamo avuto un coach che lo ha preparato e seguito durante le riprese e la sua spontaneità e naturalezza lo hanno aiutato ad essere più attore”.

Quindi la parola è passata alla produttrice Lucia Macale:Questo film coincide con i venti anni della nostra società e per i contenuti che ha speriamo possa trasmettere il coraggio della speranza perché ad essere pessimisti si fa sempre in tempo. Rai Com distribuirà la pellicola in tutto il mondo e RaiCinema sui canali nazionali”.

A dare il volto a Libero è il grande Remo Girone:Mi sono trovato a mio agio in questo personaggio, perché ho dei nipotini che forse non vedo abbastanza (sorride). Sono nato in Eritrea dove ho vissuto fino ai 23 anni e ho frequentato le scuole con alcuni ragazzi eritrei, che in molte materie, persino in italiano, erano più bravi di me, quindi questa passione per la lettura che ha Essien è qualcosa che riconosco in me stesso e nei miei compagni di liceo ad Asmara. Si apprende sempre qualcosa dai propri personaggi, ad esempio bisogna studiarli se sono storici. In questo caso ho imparato dalla sceneggiatura che è bellissima. Io vorrei essere come Libero che è molto meglio di me nel modo in cui affronta la vita”.

Il film è dedicato all’UNICEF, il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, a cui saranno devoluti una parte di tutti i proventi. Grazie all’attenzione della sceneggiatura a temi come la salute, l’importanza dei vaccini e delle cure, ha il partenariato di Federfarma che partecipa alla campagna di comunicazione con oltre 18.000 locandine del film in altrettante farmacie presenti sul territorio nazionale.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...