Federica Pellegrini e la Superlega a Dribbling

Nella settimana che ha rischiato di rivoluzionare il mondo del  calcio, Dribbling, il rotocalco di Raisport curato da Donatella Scarnati, in onda sabato 24 aprile alle18.10 su Rai2, dedica la sua anteprima ad una ricostruzione delle 48 ore di vita della Superlega, il progetto che ha spaccato il mondo dei tifosi e degli addetti ai lavori di tutta Europa.
In studio Simona Rolandi e gli opinionisti della trasmissione, Massimo De Luca da Milano e Domenico  Marocchino da Torino, ne discuteranno con chi conosce il mondo dello sport molto bene: Franco Carraro, membro del Comitato Olimpico Internazionale e già Presidente di molte istituzioni sportive, che rimarrà in collegamento durante tutta l’anteprima. 
A Londra, invece, dove si è consumata la controriforma più impetuosa, gli inviati di Raisport hanno raccolto le proteste delle istituzioni, dei tifosi ma anche dei tecnici e dei calciatori; l’ex Ct della Germania, Jürgen Klinsmann, esprimerà le proprie opinioni al microfono di Stefano Bizzotto.
Per tornare al calcio più amato, dopo l’intervallo del TGSport, ampia pagina sulla 34ª giornata di campionato con le voci degli allenatori come Antonio Conte che affronterà in casa il Verona di Ivan Jurić, mentre la Juventus di Andrea Pirlo sarà di scena nell’ostile Firenze e la Roma di Paulo Fonseca, già in assetto per la semifinale di Europa League contro il Manchester  United, in programma la prossima settimana, volerà a Cagliari.
Nella seconda parte della trasmissione le emozioni di una grande campionessa: Federica Pellegrinini parla, in esclusiva per Dribbling, al microfono di Elisabetta Caporale. Lo scorso 2 aprile 2021 ha vinto i 200 stile libero ai Campionati Italiani Assoluti per la trentesima volta in carriera, diciannove anni dopo la prima, nell’ormai lontano 2002, e si è qualificata ufficialmente per la sua quinta Olimpiade, diciassette anni dopo la prima volta, che fu ad Atene 2004, ma le emozioni non cambiano. 
Chiuderà la puntata un tributo al trofeo di Euro 2020, sempre più vicino, che è arrivato a Roma. Il Trophy Tour – che condurrà la coppa in un viaggio itinerante attraverso l’Europa – ha fatto tappa nella capitale, tra i luoghi più suggestivi della città: Pincio, Campidoglio, Colosseo e – sotto una pioggia battente – ponte Sant’Angelo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...