Venerdì 7 maggio esce “Anti” di GionnyScandal: “E’ un album pop punk con cui mando un messaggio forte e chiaro di libertà in ogni sua forma e genere”

Venerdì 7 maggio arriva in fisico e digitale “Anti”, il nuovo album di inediti di GionnyScandal per Virgin Records (Universal Music Italy), che segna l’approdo dell’artista nel mondo musicale del pop – punk, mostrandosi realmente per quello che è senza fardelli e inutili congetture.

Dopo l’uscita dei singoli “Salvami” e “Coca & Whisky”, con il nuovo progetto Gionny intende lanciare un bellissimo messaggio di libertà in ogni sua forma, sdoganando ogni tabù: la libertà di essere come si vuole, la libertà di amare qualsiasi sesso, essendo di qualsiasi sesso, mostrandosi per quello che si è veramente, senza filtri e false ipocrisie di sorta. Nella copertina del disco l’artista si rivela così per la prima volta senza veli, nudo, accompagnato solo dalla sua inseparabile chitarra.

Anti è un disco pop punk, genere con il quale mi sono formato sin da ragazzo e che non ho mai smesso di seguire. Anti diviene pertanto uno slogan, un messaggio forte e chiaro di libertà in ogni sua forma e genere. Un disco per tutti quelli che sono diversi e che sono fieri di esserlo, per tutti quelli che sono stati messi da parte, per tutti i ribelli che sono contro il sistema. Con questo nuovo lavoro desidero farmi portavoce di moltissime categorie sociali spesso considerate deboli o emarginate solo perché controcorrente o considerate “diverse”. Ho scelto come titolo “Anti” inteso come anticommerciale per aver sdoganato questa libertà pop punk e per aprire altri canali mediante la metafora di libertà come quella di fare il genere che ho voluto, di amare chi vuoi, un argomento da affrontare soprattutto in questo periodo storico. In questo disco sono finalmente io, ho raggiunto una nuova maturità e consapevolezza del mio essere artista, sono libero da ansie, paranoie e inutili paure. Ora quando sono in studio sono felice della musica che sto facendo, non che prima non lo fossi, ma la mia vera identità musicale è sempre stata questa. Mi mancava suonare la chitarra distorta, mi mancava scrivere senza filtri. L’obiettivo di questo disco non sono i numeri o la classifica ma riportare il pop punk in Italia e far sì che i ragazzini comprino una chitarra e inizino a suonare musica vera“, ha dichiarato GionnyScandal.

Gionnyscandal _ giacca rossa 2

L’album, contenente ben 14 brani, s’impreziosisce di una grande collaborazione internazionale, quella con Pierre Bouvier, il cantante dei Simple Plan, una delle band pop punk più famose e importanti del mondo. Gionny duetta con lui in “Nicotina” realizzando uno dei più grandi sogni della sua vita: “Per dare credibilità al progetto avevo bisogno di un nome forte e ho provato a scrivere a Pierre direttamente su Instagram, senza passare dalla discografica e con poche speranze di un suo riscontro. Dopo venti giorni ho visto che avevo un nuovo messaggio ed era lui che mi aveva risposto: sì, facciamolo. Mi sembrava di aver vinto al Superenalotto. Ho tolto i ritornelli e gli ho mandato Nicotina, Pierre è sparito per 15 giorni poi mi ha dato il suo numero, mi ha videochiamato e ha scritto il ritornello davanti a me. E’ stata un’esperienza fuori dalla realtà. Dopo due ore ha inviato anche le voci ed è nato il pezzo. E’ una persona incredibile, una rockstar umile, mi ha persino ringraziato per averlo voluto nel mio disco. Mi piacerebbe averlo ospite all’Alcatraz a febbraio perché è lì che ho visto i Simple Plan la prima volta. Quando ero ragazzino ascoltavo sempre le loro canzoni al Parco Porada”.

GIONNY SCANDAL - ANTI (OFFICIAL ALBUM COVER)

Per quanto riguarda la copertina del progetto GionnyScandal, al secolo Gionata Ruggieri, ha spiegato: “Volevo che fosse innanzitutto iconica, quindi con il mio grafico abbiamo avuto difficoltà a concepire la cover ed esprimere i concetti che volevo. Poi mi è venuta l’idea di mettermi a nudo con davanti solamente la chitarra per rappresentare questa massima espressione di libertà, anche come genere musicale. Gli armadietti sullo sfondo che vanno a fuoco del college americano sono l’immagine più schietta per interpretare l’America, il Paese dove è nato il pop punk”.

Gionny tornerà live nel 2022 e ha già annunciato due appuntamenti dal vivo, il 10 febbraio all’Alcatraz di Milano e l’11 febbraio all’Hiroshima Mon Amour di Torino (i biglietti sono disponibili su Ticketone al seguente link  https://www.ticketone.it/artist/gionnyscandal/):  “Spero di poter fare queste prime due date a febbraio con la band, non abbiamo ancora pensato a come strutturare il live anche perché viviamo in un periodo di grande incertezza ma vorrei fosse indimenticabile”.

di Francesca Monti

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...