E’ online il video colossal di “La mia felicità”, il nuovo singolo di Fabio Rovazzi feat. Eros Ramazzotti: “E’ stata una sfida a livello creativo, mi sono inventato una storia particolare visto il momento difficile che viviamo”

Dopo due anni di attesa Fabio Rovazzi ha pubblicato il suo nuovo singolo “La mia felicità” (Virgin Records/Universal Music) feat. Eros Ramazzotti, accompagnato da un video colossal da lui stesso diretto che con il supporto di una produzione gigante ci catapulta, attraverso più dimensioni, in una spy comedy alla ricerca della nostra felicità.

“Ogni volta che affronto un video vengo travolto da mesi di lavoro incessante, è la mia passione, la mia vita. Sono entusiasta di come è venuto questo ultimo lavoro che chiude una trilogia. A guardare indietro mi sembra incredibile vedere da dove siamo partiti e come il lavoro si sia sviluppato in questi anni. Voglio ringraziare tutto il team composto da 150 persone che hanno collaborato in Italia ma anche a Los Angeles. E’ stata una sfida a livello creativo, mi sono inventato una storia particolare visto il momento difficile che viviamo. Parlare di felicità non era semplice, ma mi è piaciuta l’idea di raccontarla come qualcosa che cerchiamo di riprenderci. Ho passato molto tempo ad immaginare come continuare la trilogia. Ho scritto 14 storie per il video, questa versione era la più spensierata ed è perfetta per chiudere il cerchio, infatti alla fine del video c’è la scritta The End”, ha detto Rovazzi alla stampa nel corso dell’anteprima al Cinema Odeon di Milano.

0coqaEzg

Dopo essersi incontrati per la prima volta nel 2018 con la partecipazione di Ramazzotti al fortunato videoclip di Faccio quello che voglio, che conta attualmente quasi 64 milioni di visualizzazioni, Rovazzi ha scelto Eros per il suo ritorno alla musica dopo due anni di stop: “Volevo creare una contrapposizione tra chi in estate pensa a fare mille cose e chi stacca completamente e fa finta che il telefono non prenda. In questo ruolo vedevo benissimo Eros, così l’ho chiamato, gli ho inviato la storia che volevo rappresentare nel video, gli è piaciuta e ha accettato di collaborare. Volevo decontestualizzare Ramazzotti anche musicalmente, mostrando un’anima diversa rispetto a quella che conosciamo”.

“Rovazzi è un gigante. L’attenzione e la cura che mette nella realizzazione delle sue cose mi piace e oggi come oggi è una rarità. Mi sono divertito molto e trovo il video davvero speciale. Mi piacerebbe prima o poi che realizzasse un video per me, perché ha inventato un modo nuovo di concepirlo che è veramente unico”, ha detto Eros.

“La mia felicità” è un’ode pop alla ricerca della spensieratezza e dell’autoironia, che racconta l’inarrestabile voglia di ritorno alla vita a ritmo funky sulle corde della libertà.

Nel video sono la trama e gli effetti speciali a fare da padroni ma Fabio non ha voluto rinunciare alla presenza di alcuni amici che danno al plot un twist speciale. Oltre ad Eros, che regala all’amico l’unica partecipazione pubblica del 2021 e che è coprotagonista del video, ad aprire il sipario c’è Gerry Scotti che va a scovare Rovazzi in un monastero buddista dove sta meditando su come continuare il videoclip precedente, “Perché ho messo To be continued…?”. Gerry gli affida la missione narrata magistralmente dalla voce inconfondibile di Luca Ward che ci introduce nel mondo action del corto. Tra un’incursione del produttore Simone Privitera e dell’amico Dani Faiv, non poteva mancare Lillo nelle vesti dell’antagonista, che regala un sorriso alla scena più combat.

Tra le location del video ci sono Roma, Milano, Los Angeles, le grotte di Pastena, il tempio della Città della Luce.

Una produzione colossal di quattro mesi di lavoro (la pre-produzione è partita ad aprile), che è riuscita nell’impresa di concentrare tutto il girato in soli 7 giorni di riprese, con scenografie importanti ed effetti speciali che hanno completato l’opera con il minuzioso lavoro in post-produzione.

lGqWcdag

credit foto Yuri Spalletta

Scritto, diretto e montato da Fabio Rovazzi con la co-regia di Mauro Russo e gli effetti speciali (VFX) del prodigioso Alessandro Fele, il videoclip vede protagonista, assieme a Rovazzi e Ramazzotti, il piccolo grande Dru, una creatura di circa 35 cm a metà tra un animatronic e un puppet che nasce dalla visione di Rovazzi, sviluppata con un team di vere e proprie eccellenze internazionali in diversi mesi di lavoro tra Los Angeles e Italia. Il visual concept di Dru è stato realizzato da Christian Cordella, per poi essere completato da Nick Reisinger, puppet maker della storica Quantum Fx di Los Angeles, che ha dato vita alla creatura attraverso le sue avanzate tecniche di animazione.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...