I curdi sono i protagonisti del nuovo appuntamento con la versione estiva di “Settestorie”

Un popolo di cinquanta milioni di persone che non hanno uno Stato e che, da minoranze, vivono divisi tra Turchia, Iraq, Siria, Iran e Armenia: i curdi sono i protagonisti del nuovo appuntamento con la versione estiva di “Settestorie”, il programma di approfondimento di Monica Maggioni, in onda lunedì 26 luglio in seconda serata su Rai1.

Si racconterà di come la ricerca di un’identità nazionale negata possa passare anche dal calcio, con l’incredibile storia del Dalkurd, la squadra di rifugiati che gioca in Svezia, ma si mostrerà anche la quotidianità del conflitto con un documentario sulla vita delle guerrigliere dello YPJ, le milizie femminili curde, che sono state in prima linea nel momento più drammatico della guerra contro l’Isis. La loro storia ha coinvolto e appassionato giovani di tutto il mondo. Tra loro, anche Maria Edgarda Marcucci, Eddi, che racconterà la sua esperienza al fronte al fianco delle donne curde. Ad accompagnare Monica Maggioni in questo racconto, ci sarà Zerocalcare, disegnatore che alla causa di questo popolo ha dedicato bellissime graphic novel come “Kobane Calling” e che parlerà del suo recente viaggio nel Kurdistan iracheno dove la minoranza curda yazida è sotto attacco turco. Infine, “Settestorie” visiterá il centro culturale di Roma, Ararat, per conoscere le storie dei curdi esuli in Italia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...