TORNA AGRITEATRO TRA I BORGHI E I CASTELLI DEL MONFERRATO (AL)

Nel mese del vino e della convivialità, torna la rassegna en plein air tra le colline del Monferrato ideata e organizzata da Maria De Barbieri e Gianni Masella per AgriTeatro, il cantiere di arte e teatro fondato da Tonino Conte nel 2008.

Da venerdì 27 agosto a sabato 25 settembre, 7 comuni in rete, con piazze, cascine e castelli, ospiteranno 10 eventi di arte e spettacolo dal vivo accompagnati da incantevoli passeggiate tra natura e cultura. A partire dal weekend d’apertura: un omaggio acrobatico al territorio e alle sue vigne, con le gag tematiche dei Freakclown in Le sommelier (venerdì 27 ago, Tagliolo Monferrato) e la visita guidata alla Chiesa di San Martino (domenica 29 agosto) per vedere il quadro La Vergine Assunta e la Trinità con i Santi Leone Magno e Martino, un’opera dal forte valore identitario appena restaurata, scoperta per caso in sacrestia dallo storico Franco Boggero, che accompagnerà il pubblico insieme alla collega Rossana Vitiello, autrice del libro Lorenzo Ferrari. Un pittore per Casaleggio Boiro, illustrato da Enzo Marciante (che sarà donato a tutti i bambini presenti).

In cartellone – insieme a artisti come Lella Costa (Il Pranzo di Babette, giovedì 2 settembre al Castello di Rocca Grimalda), Lisa Galantini e Gianni Masella (Vino e Poesia – un omaggio all’amore scanzonato per la poesia di Tonino Conte in scena sabato 4 settembre alla Tenuta Cannona di Carpeneto e sabato 18 settembre a Casaleggio Boiro, con passeggiata nei boschi da Mornese, e Boccaccesco previsto venerdì 11 settembre all’Agriturismo Ca Mimìa di Tagliolo) o Ugo Dighero (Mistero Buffo, sabato 25 settembre a Carpeneto) – ci saranno 2 camminate, 1 visita naturalistica e 1 escursione in bicicletta. Un’occasione eccezionale per vivere, immersi nel paesaggio e nella pace dei borghi, lo spettacolare passaggio dall’estate all’autunno.

«La Cultura – ha sottolineato l’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio Vittoria Poggio – è un asset economico e di Costume che rende il Piemonte distinguibile nel contesto nazionale per la varietà della sua offerta e per la cifra intellettuale dei suoi esponenti, ma anche per la capacità dei suoi interpreti di comunicare la “grande bellezza” dei propri territori: teatro e letteratura, percorsi naturalistici e divulgazione sono le gambe su cui cammina la rassegna di AgriTeatro “l’Altro Monferrato”, che non dimentica la storia, a volte amara e dolorosa come quella della Diga di Molare che oggi più che mai emerge come monito per il rispetto della natura».

Condivisione e divertimento sono il cuore della rassegna, ma non mancheranno momenti di riflessione e memoria, come nella giornata dedicata al ricordo del crollo della diga di Molare (domenica 12 settembre). Un evento in collaborazione con Escursioni Liguria e con FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta), insieme alla guida escursionistica Serena Siri e ai giovani attori di AgriTeatro che interpreteranno alcune pagine del libro di Vittorio Bonaria “La storia della Diga di Molare, Il Vajont dimenticato”. Incontro sul tema con Vittorio Bonaria, Paolo Bavazzano, Renzo Incaminato.

Uno spazio particolare sarà dedicato ai più giovani, con il teatro di figura della compagnia Di Filippo Marionette (Appeso a un filo, domenica 5 settembre a Cremolino) e lo spettacolo a tecnica mista di Fabrizio Gambineri e Paola Ratto (Capricciolò, domenica 19 settembre a Silvano D’Orba in collaborazione con Sipario d’Orba e Gli Amici dei Burattini). Due spettacoli raffinatissimi, in grado di coinvolgere e stupire anche il pubblico adulto.

AgriTeatro / L’Altro Monferrato tiene ad annunciare fin da ora l’evento speciale del 16 novembre, che chiuderà idealmente la manifestazione con una giornata dedicata alla memoria di Anna Tripodi, nell’anniversario della sua nascita. In collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo.

L’Altro Monferrato è promosso da AgriTeatro, il Cantiere d’Arte e Teatro ideato da Tonino Conte per il Monferrato, con il patrocinio della Regione Piemonte e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, con la collaborazione del Segretariato Regionale per la Liguria del Ministero della Cultura, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e la Provincia di La Spezia e con il contributo dei Comuni di Carpeneto, Casaleggio Boiro, Cremolino, Molare, Rocca Grimalda, Silvano d’Orba, Tagliolo Monferrato. Partecipano agli eventi Fondazione Agrion, Associazione Amici dei Burattini, Castello di Rocca Grimalda, Ca Mimìa, CFA, Escursioni Liguria, FIAB, SAGEP, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo, Accademia Urbense e Le Storie del Vino.

Prenotazione obbligatoria presso lo IAT di Ovada

Tel. 0143821043, WhatsApp 3791187215

Mail: iat@comune.ovada.al.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...