GIOVANNI ANZALDO DEBUTTA COL SUO PRIMO ROMANZO “VITE AL MACELLO”

Debutto nazionale da scrittore per Giovanni Anzaldo: dal 5 ottobre è disponibile in tutte le librerie il suo primo romanzo “Vite al macello”.

Un libro ambientato a Torino, ma non la solita città, quel salotto buono di cui siamo abituati a sentire raccontare. La Torino raccontata da Anzaldo è quella della provincia, dei paesi che cingono la metropoli, pieni di malinconia e voglia di evadere, paesi capaci di salvare e dannare.

Un libro per una visione – inedita e molto ironica – sui sentimenti. Una storia di Nord e Sud Italia, di emigrazione, di famiglie italiane, di lavoro e di figli, di sogni di benessere e case al mare.

download (18)

Al centro della vicenda l’amore turbolento tra M. e F., finito malamente dopo quarantacinque anni di matrimonio. Con un linguaggio dissacrante, ironico e politicamente scorretto, ci si addentra nelle dinamiche di una ‘classica’ famiglia di commercianti: il fervore religioso di F., le risse nel retro di una macelleria, gli esorcismi sulle due figlie e infine il divorzio, con le conseguenti ripicche e vendette. E naturalmente ci sono i loro tre figli, spettatori di quell’amabile circo, indecisi se scappare via o farci su un business. «Nelle case non c’è niente di buono» diceva Céline, ma c’è anche qualcosa di profondamente tragicomico che sarebbe un peccato tacere, almeno in questo caso.

GIOVANNI ANZALDO, classe ’87, torinese, dopo essersi diplomato allo Stabile di Torino diretto all’epoca dal maestro Luca Ronconi, comincia la gavetta facendosi subito notare. Nel 2010 vince il Premio Ubu quale miglior attore under30 per lo spettacolo teatrale di Alessandro Gassmann “Roman e il suo cucciolo”. Tra i vari progetti, è stato protagonista di film come “Razzabastarda” per la regia dello stesso Gassmann, “Il capitale umano” di Paolo Virzì, “Non è un paese per giovani” di Giovanni Veronesi. Attualmente su Netflix trovate la seconda stagione di “Summertime”, serie generazionale record di ascolti, in cui figura nel cast principale. Il giovane attore sta dimostrando sempre più la propria versatilità dividendosi tra scrittura, recitazione e regia.

Per l’appuntamento di presentazione del libro, l’11 ottobre alle ore 19, è stato scelto un luogo della ‘nuova Torino’, coerentemente con la linea del romanzo, i Laboratori di Barriera (via Baltea 3). Saranno presenti l’autore Giovanni Anzaldo. Interviene Natalia Ceravolo. Ad affiancarli il regista torinese Marco Ponti, il celebre gruppo musicale Sweet Life Society e gli attori del Teatro Stabile Giulia Rupi, Elio D’Alessandro e Roberta Lanave, i quali presteranno la loro voce ai personaggi del libro proponendone degli estratti.

L’evento si svolgerà, nel rispetto delle normative anti Covid-19, nel cortile esterno. In caso di pioggia, nel bar con Green Pass obbligatorio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...