IL DOCUMENTARIO “MARINA CICOGNA. LA VITA E TUTTO IL RESTO” IN SALA COME EVENTO SPECIALE DAL 5 NOVEMBRE

Dopo l’anteprima alla Festa del Cinema di Roma, dove è stato accolto con grande affetto, e dove al MIA (Mercato Internazionae dell’Audiovisivo) ha fatto vincere a Kama Productions, la casa di produzione, il Lazio Frames Award, arriva in sala, come evento speciale, dal 5 novembre, il documentario “Marina Cicogna. La vita e tutto il resto”, girato da Andrea Bettinetti, scritto con Alejandro de la Fuente e Elena Stancanelli, prodotto dal veneziano Riccardo Biadene con Carole Solive con la collaborazione di Alejandro de la Fuente.

Nel documentario che racconta la sua vita, il suo cinema, i suoi affetti, le grandi personalità del mondo del cinema, e non solo, da lei incontrate, a parlare di lei ci sono: Ornella Vanoni, Liliana Cavani, Jeremy Irons, Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, Franco Nero, Frédéric Mitterand, Diane Von Furstenberg, Roberto Cicutto, presidente della Biennale di Venezia, Enrico Lucherini, Gineva Elkann, Vittorio Dalle Ore, Giancarlo Giammetti, Benedetta Cicogna. Dal 5 novembre, come evento speciale, sarà in sala, toccando una serie di città, con la prima a Venezia, una città speciale per Marina, per poi proseguire con Treviso, Torino, Milano, Palermo, il Lido di Venezia, Roma, Padova, Firenze, Bologna, Modena, Bari, Barletta, Lecce. Tutte le date e gli aggiornamenti saranno pubblicati sui social di Kama Productions.

Marina Cicogna stata la prima produttrice ad affermarsi in un mondo maschile. Protagonista della grande stagione del cinema italiano d’autore tra la fine degli anni Sessanta e i Settanta, in quegli anni al centro del jet set del cinema di Parigi, Roma e New York, ha vinto un premio Oscar con Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri (anche Grand Prix Spécial du Jury a Cannes), una Palma d’oro con Classe operaia va in paradiso, sempre di Elio Petri, e un Leone d’Oro con Belle de jour di Luis Buñel a Venezia. Un’aristocratica, coraggiosa e trasgressiva donna libera, che ha sempre fatto ciò in cui ha creduto, e che finalmente si racconta, attraverso un tesoro di fotografie, conversazioni, clip dei suoi film, ricordi di amici e personalità del cinema, della cultura e della moda.

Produttrice di avanguardia, autrice di apprezzati libri fotografici, nipote di Giuseppe Volpi, inventore della Mostra del Cinema di Venezia, ha lavorato con registi come Elio Petri, Lina Wertmuller, Pier Paolo Pasolini, Vittorio De Sica, Sergio Leone, Francesco Rosi, Liliana Cavani, Jean-Pierre Melville e attori come Mariangela Melato, Giancarlo Giannini, Florinda Bolkan, Gian Maria Volonté, Henry Fonda, Charles Bronson, Alain Delon, Yves Montand e molti altri. «Fare un documentario su Marina Cicogna – dichiara il regista Bettinetti – significa illuminare una protagonista del cinema italiano degli ultimi cinquant’anni, raccontare il destino di una donna intelligente, dietro la cui determinazione si nascondono anche grandi dolori privati, insieme a uno dei capitoli più importanti della storia del nostro cinema. Nel processo creativo mi hanno accompagnato Alejandro de la Fuente e Elena Stancanelli con il loro sguardo, passione e cultura cinematografica». Andrea Bettinetti.

«Kama Productions  – dichiara il produttore veneto Riccardo Biadene – è felice di aver potuto di nuovo raccontare, con una solida coproduzione italofrancese, una storia anche veneta e veneziana: la vita straordinaria di una donna forte e coraggiosa, senza infingimenti, protagonista della cultura cinematografica italiana e internazionale». Riccardo Biadene

Prodotto dalla venezianaKama Productions, diretta da Riccardo Biadene, nato a Padova, ma veneziano d’adozione – produttore e anche regista che ha deciso negli ultimi anni di tornare a girare e produrre sul territorio veneto -, in associazione con Luce Cinecittà, in coproduzione con La Femme Endormie (Leone d’oro a Venezia con Sacro Gra di Gianfranco Rosi), con lacollaborazione con Atacama Film, con la partecipazione CINE’+. Col sostegno della Regione del Veneto, concesso nell’ambito dell'”Azione 3.3.2 del POR FESR 2014-2020 a favore della produzione cinematografica”, della Regione Piemonte nell’ambito del Torino Piemonte Film Fund, e del MIC DGCA Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, con il supporto della Fondazione  Veneto Film Commission, e della Torino PiemonteFilm Commission.

MARINA CICOGNA. La vita e tutto il resto è ambientato in gran parte a Venezia, e racconta Marina Cicogna Mozzoni Volpi di Misurata un’icona indiscussa di stile, creatività e indipendenza, in un viaggio intimo tra Roma, Milano e Venezia, arricchito da preziose interviste agli amici più cari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...