Un mese ricco di eventi con OVER / Emergenze teatrali 2022 

Maggio sarà un mese ricco di eventi tra residenze artistiche, aperture pubbliche con incontri con operatori e distributori nazionali e un focus sul sistema della produzione, promozione e distribuzione all’interno di OVER / Emergenze teatrali, progetto organizzato da Argot Produzioni e Nest Teatro, con il contributo di MiC – Ministero della Cultura, in collaborazione con Dominio Pubblico, Risonanze Network, Theatron 2.0, Cubo Teatro e Argot Studio.

Dopo la residenza artistica di Bozzoli, spettacolo vincitore del Premio Cantiere 2021 organizzato da Risonanze, network per la tutela del teatro under 30, il 7 maggio ore 20:30 e l’8 maggio ore 17:00, Cubo Teatro va in scena con How long is Now: una domanda senza punto interrogativo, quasi a voler significare che non è possibile sapere quanto durerà il presente. In una società che non dà spazio alle alternative, una società colma di disagio sociale, patologie mentali, una società cronofaga in cui il divario economico fra le classi sociali aumenta costantemente e i mutamenti climatici sono ormai palesi e irreversibili, la domanda: quanto potrà durare tutto questo, quanto durerà il presente? How Long Is Now racconta ciò attraverso la storia di una coppia durante il lockdown. In una situazione estrema, i due proveranno a sopravvivere, come Adamo ed Eva, nel loro piccolo giardino dell’Eden.

Il terzo progetto di residenza e di spettacolo, previsto il 14 e il 15 maggio alle ore 17:00, vede Hosteria Fermento, compagnia vincitrice del Premio OVER 2020, presentare il risultato finale del progetto In Marcia, dopo la residenza conclusiva presso lo spazio NEST di Napoli e l’accompagnamento produttivo a cura di Argot Produzioni e Compagnia NEST. In Marcia è la storia di un viaggio degli unici tre soldati sopravvissuti di un plotone sul fronte di una guerra di dubbia utilità. L’ultima missione consiste nel seguire le indicazioni ricevute via radio dal Colonnello e marciare fino al punto di estrazione. Una missione semplice, molto più semplice di tante altre missioni che i tre hanno dovuto affrontare. Questa marcia finale però, si trasformerà presto in un viaggio disperato.

Il 14 maggio, dalle ore 11:00 alle 16:00, sarà ospitato presso Zalib – Circolo Arci, il FOCUS sul sistema della produzione, promozione e distribuzione VOL.2: un’occasione preziosa per proseguire il dialogo avviato a Cassano D’Adda presso il teatro TeCa durante il convegno promosso nell’ambito del progetto Overview. Il filo rosso da Cassano D’Adda a Roma è strettamente connesso al tema della produzione e della distribuzione nel sistema teatrale italiano, per analizzarne le criticità, il quadro normativo, nonché le risposte spontanee messe in pratica dagli operatori.

Individuando alcuni dei temi più attuali trattati in Produrre teatro in Italia, pratiche poetiche politiche a cura di Francesca D’Ippolito (Dino Audino Editore), si discuterà di diversi aspetti che giocano un ruolo strategico per chiunque si occupi di produzione e distribuzione di spettacolo dal vivo: tra gli altri il riequilibrio territoriale, affrontato analizzando cosa contraddistingue il lavoro di chi opera nei capoluoghi o in provincia, al Nord, al Centro e al Sud Italia; il ruolo (e la responsabilità) dei soggetti che compongono la filiera, in particolare valutando le funzioni dei circuiti e le possibilità di un ripensamento delle stesse; infine la presenza delle Fondazioni bancarie e le strategie messe in campo da chi invece opera in territori dove queste ultime non intervengono direttamente.

Si continua sabato 21 maggio ore 20:30 e domenica 22 maggio ore 17:00, con il collettivo BEstand che presenterà Uccelli di passo, progetto finalista del premio Dante Cappelletti 2021. Una scrittura scenica che indaga l’immaginario esploso nelle nostre infanzie e i riti  d’iniziazione alla vita adulta, in cui la crescita è un trauma e il principio di realtà è il mostro che ci divora.  La drammaturgia parte dalle suggestioni del Peter Pan di J.M Barrie e le sviluppa tramite un lavoro di  autofiction che coinvolge gli attori. Con loro entriamo in un mondo-isola in cui il tempo ha natura  granulare, come ipotizza la fisica quantistica: passato presente futuro coesistono e si sovrappongono, tutte le possibilità racchiuse in un unico istante.

Impegnoso, Röhl e Sesti saranno ospiti di Argot il 28 e 29 maggio con lo spettacolo Tonno e carciofini – Una storia wrestling, menzione speciale Premio Scenario 2021: una storia di amicizia tra due inetti superficiali alla ricerca del successo. I protagonisti finiranno per trovare nel wrestling il vero senso dell’arte e della vita. La loro stessa amicizia sarà messa a dura prova dall’addestramento per diventare dei veri wrestler. Iniziatore di questa trasformazione sarà una figura enigmatica: il Sensei. Con Tonno e carciofini – Una storia wrestling, gli artisti vogliono tornare a contatto con la realtà delle cose, alla ricerca di qualcosa che distrugga la finzione teatrale, per farla resuscitare rinnovata.

Come da normativa vigente l’accesso al teatro è consentito solo con l’utilizzo di mascherina di tipo FFP2 per proteggere le vie respiratorie (naso e bocca) per tutta la durata di permanenza nei locali del Teatro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...