Dopo due anni ritorna a Verona il PREMIO BEATRICE, presentato da Luca Abete e Ludovica Pagani. La serata sarà dedicata a Nadia Toffa

Da sempre Il Premio Beatrice ha come obiettivo la promozione e l’educazione alla solidarietà, propedeutica alla cultura del volontariato, volendo esaltare i valori di generosità, altruismo e rispetto dell’altro.

È per questo motivo che quest’anno è stato deciso di dedicare la serata del 21 Maggio al Teatro Ristori di Verona ad una donna straordinaria, che dell’amore verso il prossimo ne ha fatto una missione di vita: NADIA TOFFA, giovane giornalista d’inchiesta che si è sempre distinta per il suo impegno e coraggio, prematuramente scomparsa a causa di un cancro contro il quale ha combattuto senza mai perdere il sorriso.

I presentatori dell’evento saranno Luca Abete e Ludovica Pagani, mentre verranno premiati anche Carolyn Smith, l’associazione DOPPIA DIFESA di Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno. Saranno presenti artisti di rilievo, tra i quali Beppe Carletti leader dei Nomadi. Hanno già aderito inoltre Awed, Marco Carta, Debora Iurato, Gene Gnocchi ed altri ospiti che verranno comunicati a breve.

L’organizzazione comunica con grande orgoglio che l’edizione 2022 premierà la Fondazione Nadia Toffa, nata nel 2019 per volontà della famiglia della giovane donna, in virtù dell’impegno e della forza che impiegano quotidianamente per dare un aiuto concreto ai soggetti che operano tutti i giorni per migliorare la salute e la vita delle persone più deboli e indifese, perseguendo i valori di solidarietà e ricerca della verità di cui Nadia Toffa è stata simbolo e per i quali si è sempre battuta in vita.

Rino Davoli: “Viste le tante analogie che avvicinano negli obiettivi Il Sorriso di Beatrice e la Fondazione Nadia Toffa, vogliamo esprimere il nostro totale supporto a questa realtà destinando loro l’intero ricavato della serata. Ringraziamo già i genitori e le sorelle di Nadia per aver accettato di partecipare e ritirare il Premio Beatrice (opera realizzata dal maestro orafo Michele Affidato) e, ancor di più, un grazie va a Nadia per tutto il bene che ha fatto e che – per mezzo della Fondazione a lei dedicata – sta continuando a fare pur trovandosi dall’altra parte del cielo!”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...