PICCOLO G: “CANZONI D’AMORE” È IL NUOVO SINGOLO PRODOTTO DA BIAS 

È disponibile da venerdì 6 maggio su tutte le piattaforme digitali CANZONI D’AMORE (Elektra Records/Warner Music Italy), il nuovo singolo 100% sentimento di PICCOLO G, giovane astro splendente del roster di RP e dell’agenzia MK3 guidata dall’Avv. Manager Angelo Calculli, che cura gli interessi di artisti del calibro di Achille Lauro, Boss Doms, Chiello e Taxi B.

Il brano – 2min e 27sec di corsa al fulmicotone nel labirinto delle canzoni d’amore – è un piccolo bignami a cassa dritta sul sentimento amoroso, che coinvolge ed entra subito in testa, costruito su sonorità anni ‘90 colorate di moderno dream pop dalla voce di PICCOLO G e dal tocco di BIAS -compositore e producer tra i più promettenti della scena italiana, alla sua prima collaborazione con PICCOLO G.

L’artista sintetizza così il concept del brano: «il testo non vuole ironizzare in nessun senso sul sentimento d’amore, né sulle canzoni che a questo sentimento si ispirano. Di canzoni d’amore ne ascoltiamo tantissime [“Sono mille volte un milione”], e tutte più o meno implicitamente mostrano paradigmi ricorrenti [“Rubano le esperienze di tutti”]. Con CANZONI D’AMORE ho cercato di evocare alcuni di questi paradigmi senza nutrire la presunzione di rimanerne fuori».

CANZONI D’AMORE segna una naturale evoluzione nel percorso artistico di PICCOLO G, che per la prima volta in questo testo mette da parte le esperienze personali partendo da un’idea e da un tema ben preciso da trattare: al centro di tutto proprio le canzoni d’amore, esplorate e scandagliate in ogni sfaccettatura da PICCOLO G, che si diverte a sperimentare e a giocare con le parole strizzando l’occhio al pop e al cantautorato.

Nelle mani del regista Fabio Pergolesi CANZONI D’AMORE diventa un piccolo road movie dal mood spensierato e sognante. Girato tra le Marche – terra d’origine di PICCOLO G, alla quale è legatissimo – e la Toscana, tutto si svolge alla luce naturale del tramonto, un percorso open air che muove i primi passi in spiaggia per proseguire con un viaggio adrenalinico su una coupé che sfreccia per la città. Al centro della narrazione rimane il labirinto – protagonista anche dell’artwork, qui metafora dell’approccio al sentimento amoroso e dell’incertezza che ci accompagna nel sentiero delle emozioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...