Su Rai 1 la finale dell’Eurovision Song Contest Torino 2022. Ospiti i Maneskin e Gigliola Cinquetti

Gran finale per Laura Pausini, Alessandro Cattelan, Mika e l’Eurovision Song Contest 2022, in onda sabato 14 maggio alle 21 in diretta dal Pala Olimpico di Torino su Rai 1, RaiPlay, Radio 2 e Rai Italia, per gli italiani all’estero. Una serata che designerà il vincitore di questa edizione dell’evento musicale più seguito al mondo, con il Televoto del pubblico che andrà ad aggiungersi a quello delle giurie. Uno spettacolo preceduto, dalle 20.35 su Rai 1, dall’anteprima con Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio, con la partecipazione di Carolina Di Domenico, in diretta dal Glass Studio di Torino. A loro anche il compito di commentare la serata per il pubblico italiano.
Ospiti d’eccezione, i Måneskin e Gigliola Cinquetti, vincitori dell’Eurovision Song Contest, rispettivamente nel 2021 e nel 1964.
Per la gara, i 20 semifinalisti qualificati si uniscono ai Big Five (Francia, Germania e Italia, Inghilterra e Spagna) in questo ordine di esibizione: Repubblica Ceca, Romania, Portogallo, Finlandia, Svizzera, Francia, Norvegia, Armenia, Italia, Spagna, Ucraina, Germania, Lituania, Azerbaigian, Belgio, Grecia, Georgia, Islanda, Moldavia, Svezia, Australia, Regno Unito, Polonia, Serbia, Estonia.

Una serata all’insegna dell’inclusione quella che il Centro di Produzione Tv Rai di Torino, Rai Pubblica Utilità, Rai per il Sociale e Rai Centro Ricerche con l’Associazione Portatori Impianto Cocleare e l’Ente Nazionali Sordi, propongono sabato 14 maggio in via Verdi 14 a Torino, in occasione della serata finale dell’Eurovision Song Contest 2022. La serata offre l’opportunità di fruire dello spettacolo, in contemporanea, sia alle persone sorde segnanti sia alle persone con impianto cocleare e apparecchio acustico, per condividere in un unico evento l’emozione che solo la musica sa offrire.
Per la comunità dei sordi, a Torino e in tutta Italia, sarà disponibile la diretta RaiPlay della finale dell’Eurovision Song Contest, le cui canzoni non solo vengono tradotte nella lingua dei segni italiana e sottotitolate dallo Studio Tv5 di Via Teulada a Roma, ma anche interpretate da “performer” LIS, capaci di trasporre nei gesti la musica e le sue emozioni, sia per gli spettatori a casa, che – per la prima volta – per un pubblico di sordi presenti anche nello studio romano. Da sottolineare, in particolare, il grande lavoro compiuto da Rai Accessibilità, che ha dovuto lavorare su testi scritti in molte lingue diverse.
L’offerta accessibile Rai, a Torino, si completa infine con il sistema di ascolto in sala dedicato alle persone sorde con impianto cocleare e apparecchio acustico, progettato da MED-EL, azienda specializzata nel settore dell’udito, in collaborazione con il Dipartimento di Otorinolaringoiatria Universitaria della Città della Salute e della Scienza di Torino e l’Associazione APIC: una soluzione tecnologica basata su rete wi-fi che consente agli spettatori di fruire dell’audio del concerto connettendo direttamente il proprio smartphone all’impianto cocleare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...