Svelato il percorso del NEOM Island X Prix di Extreme E

Con il doppio appuntamento del NEOM Island X Prix di Extreme E all’orizzonte la prossima settimana (6-7 luglio e 9-10 luglio), co-organizzato dall’Automobile Club d’Italia e dalla Regione Sardegna, la serie off-road elettrica è entusiasta di rivelare un percorso emozionante che porta i 10 team e i 20 piloti di livello mondiale sulle coste della Sardegna per il suo primo format di gara back-to-back.

L’isola mediterranea presenterà sfide impegnative sia per i piloti che per l’ODYSSEY 21. Nel bel mezzo di una calda estate italiana, che ha già visto temperature record nella regione.

Il percorso ondulato, che si trova all’interno della città costiera di Porto Pino, sulla costa sud-occidentale della Sardegna, si trova all’interno dell’area di allenamento di Capo Teulada. Il dislivello è meno drammatico rispetto ad altre località in cui la serie ha corso, con una variazione relativamente modesta di 28 metri, ma il terreno accidentato rappresenterà la sfida più difficile.

L’inizio del percorso offre un’opportunità unica ai piloti, con una sezione a più corsie che offre approcci molto diversi prima che le auto si ricongiungano e riprendano la battaglia. La preparazione della squadra sarà fondamentale, poiché la combinazione ottimale di velocità e distanza potrebbe rivelarsi inafferrabile.

Dopo essersi ricongiunti al percorso principale, i piloti prenderanno una brusca curva a sinistra e attraverseranno una pianura più aperta, ma accidentata. Un’altra sinistra seguita da una destra porterà i SUV completamente elettrici a superare una delle piccole colline dell’entroterra, prima che un tratto veloce in discesa li conduca al primo dei due specchi d’acqua. Piccoli alberi e cespugli costituiscono lo scenario della sezione successiva del percorso, che le auto attraverseranno prima di immergere per la seconda volta i loro pneumatici Continental nell’acqua.

Il tracciato si snoda poi attraverso curve strette e salite più interne, prima di arrivare a una delle sezioni più veloci. Questa lunga discesa pianeggiante fino a una stretta curva a sinistra di novanta gradi sarà un’ottima occasione per sfruttare l’ENOWA Hyperdrive.

Dopo due curve a sinistra a 90 gradi, si entra nella nuova sezione del tracciato per il 2022, che inizia con un salto e prosegue attraverso una sezione veloce e scorrevole con rapidi cambi di quota, prima di ricongiungersi al tracciato dell’anno scorso attraverso una stretta chicane sinistra/destra per completare il giro.

Extreme E ha lavorato a stretto contatto con l’Automobile Club d’Italia, la federazione sportiva nazionale che coorganizza e coordina l’evento, la Regione Sardegna e il suo Assessorato al Turismo, il Ministero della Difesa e l’Esercito Italiano per realizzare quella che si preannuncia come una settimana di doppie gare e doppie emozioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...