Dall’11 settembre su Rai 1 al via la nuova edizione di “Domenica In” condotta da Mara Venier: “Questo programma per me è vita”

30, 14, 5: non sono numeri a caso, ma sono le cifre che caratterizzeranno la stagione 2022-23 di “Domenica In”, lo storico contenitore di Rai 1, che torna in onda, dagli studi Fabrizio Frizzi di Via Nomentana, a partire da domenica 11 settembre alle ore 14.
Trenta, infatti, sono gli anni di carriera di Mara Venier, la padrona di casa: un traguardo che festeggerà quest’anno, quando condurrà, per la quinta volta consecutiva, uno dei programmi più amati dagli italiani. E la sua sarà la quattordicesima edizione alla guida di “Domenica In”, un record assoluto nella storia di questa pagina della tv. Ci sono tutte le premesse, insomma, per nuovi successi.

La formula dell’edizione 2022-23 ricalcherà, per questo, la linea vincente dell’ultima stagione, ma sarà arricchita da numerose novità che segneranno sempre più l’identità del programma costruita attorno alla sua conduttrice.
Al centro dello studio, infatti, resta il momento topico, le interviste “one to one”: incontri che la Venier trasforma in veri e propri racconti popolari sulla vita privata e pubblica dei maggiori protagonisti dello spettacolo e della vita culturale del nostro Paese. Come di consueto, poi, la scaletta delle puntate e la presenza degli ospiti si trasformeranno in base alle esigenze della stretta attualità e del comune sentire del pubblico di Rai 1. L’orchestra in studio sottolineerà i passaggi salienti della trasmissione e permetterà di ricostruire un ambito emotivo e comunicativo come si è declinato nelle precedenti stagioni, grazie alla formula empatica messa in atto di volta in volta dalla conduttrice.

Tanti gli ospiti in studio e in collegamento, anche quest’ anno non poteva mancare alla prima puntata della trasmissione Loretta Goggi, che farà il suo personale in bocca al lupo a Mara Venier in occasione della sua quattordicesima edizione, che supera le tredici condotte da Pippo Baudo. Ci sarà poi Alberto Matano che sarà protagonista di alcuni divertenti momenti di spettacolo che coinvolgeranno sia Mara Venier sia Loretta Goggi.
Ci sarà anche uno spazio contro la violenza sulle donne: in studio, accompagnata dall’avvocato Chiara Rinaldi, verrà Stefania Matteuzzi, sorella di Alessandra Matteuzzi, uccisa a Bologna dal suo ex fidanzato.
Francesca Barra interverrà per presentare il suo nuovo libro di ricette ‘A occhio e quanto basta’, con lei il marito Claudio Santamaria. Mara Maionchi si collegherà dalla Sede Rai di Milano per presentare il nuovo programma di Rai 2 ‘Nudi per la vita’, in studio i 5 attori protagonisti delle prime due puntate Memo Remigi, Francesco Paolantoni, Gilles Rocca, Antonio Catalani e Gianluca Gazzoli. Pierluigi Diaco presenterà il suo nuovo programma quotidiano ‘Bella ma’.

In apertura della conferenza stampa la direttrice dell’intrattenimento del daytime Simona Sala ha ricordato la Regina Elisabetta II: “Sembrava immortale e con lei si è chiuso il Novecento. Mai nessuno come lei è riuscito a interpretare e dare un senso a questo ruolo con la sua eleganza. La omaggeremo a Domenica In”.

La direttrice ha poi parlato della nuova edizione del programma: “E’ Mara a renderlo ogni anno più giovane, è una conduttrice intergenerazionale e il programma è costruito da lei e intorno a lei che si è definita pop ma non trash, e questo deve fare il servizio pubblico: commuovere, emozionare, informare e divertire. Con il daytime vorrei sempre tenere accesa l’attenzione sulla violenza contro le donne”.

Quindi la parola è passata a Mara Venier: “Io sono una che cerca di non disturbare la mia direttrice. Ho saputo che stava parlando con Serena Bortone e Alberto Matano riguardo la possibilità di trattare nei loro programmi l’argomento della violenza sulle donne. Nel frattempo ho fatto un’intervista con Aldo Cazzullo per Il Corriere della Sera e parlando di varie cose ho focalizzato l’attenzione su quel tema che ho sempre cercato di affrontare nei miei programmi. Simona ha letto l’intervista, mi ha chiamata e mi ha detto che avevo anticipato quello che lei aveva in mente. Nella prima puntata di “Domenica In” avremo ospite Stefania Matteuzzi, la sorella di Alessandra, vittima di femminicidio.

Dopo 14 edizioni penso che solo una pazza come me possa continuare a condurre questo programma a cui non so dire di no perché mi ha dato l’affetto del pubblico sempre, anche quando non lavoravo, e quindi è nel mio cuore. Credo ci sia stata una svolta durante la pandemia in cui ho ottenuto una credibilità che prima non avevo, affrontando temi difficili. Non sono andata in onda una sola domenica, avevo paura, eravamo chiusi dentro casa, c’erano tanti morti, io ho un marito più grande di me con una patologia polmonare e temevo di portare a casa il virus. Poi sono andata avanti, eravamo in due nello studio, durante il nero piangevo, ho avuto i miei autori vicini, credo che quella sia stata la svolta. La prima Domenica In l’ho condotta nel 1994 e la cosa più bella è quando la gente mi ferma e mi ringrazia. In quasi trent’anni sono cambiata tante cose, il programma come veniva fatto allora ora non sarebbe possibile. Sono stati anni meravigliosi e abbiamo condiviso anche momenti brutti, all’inizio volevano anche chiudere il programma. Io dovevo fare solo un giochino ma De Andreis mi spinse a condurre. A me piace improvvisare. Quando mi siedo davanti a una persona si crea un’empatia particolare, è come una magia, non ho mai domande scritte, il sabato sera mi preparo da sola le interviste studiando la storia del personaggio. Domenica In per me è vita, è non mollare, è la dimostrazione che a settanta anni si può ancora restare attivi. Io amo il mio lavoro”.

Zia Mara ha poi dato qualche altra anticipazione sulla puntata di domenica 11 settembre: “Apriremo con un ricordo della Regina Elisabetta II, avevo una profonda ammirazione per lei e quello che mi rimane è il suo sorriso. Poi partiremo con la sigla e ci saranno altre sorprese. È una bella responsabilità, sono preoccupata ed emozionata ma devo cercare anche di essere tranquilla. Credo che arrivata a questo punto possa osare di più e possa occuparmi di fatti di cronaca importanti, anche se non è facile portare davanti alle telecamere chi ha un dolore così forte o è sopravvissuto. Ci sarà Loretta Goggi che è un po’ un amuleto ed è sempre presente nella prima puntata di Domenica In e ci sarà una sorpresa con l’arrivo di Alberto Matano”.

Quest’anno il programma avrà una nuova sigla: “Ho voluto fortemente due artisti meravigliosi, Andrea Sannino e Franco Ricciardi. Io amo la musica napoletana, mia madre ascoltava canzoni napoletane e quest’estate sono andata a Napoli, loro due erano al pianoforte, abbiamo pranzato e ho chiesto se avessero voglia di fare la sigla di Domenica In. All’inizio pensavano che stessi scherzando, poi si sono messi al lavoro e da lì è nato Un giorno eccezionale, un brano fresco, leggero, divertente. Abbiamo girato il video a Napoli ed è stato bellissimo. Ci sono delle manifestazioni d’amore da parte della gente che mi commuovono”.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...