PACTA Salone: presentata la nuova stagione 2022/2023 dal titolo “Rock Drill”

La compagnia PACTA . dei Teatri riapre le porte della sala teatrale del PACTA SALONE, in via Ulisse Dini 7 a Milano, a partire dal 21 settembre 2022 con la nuova stagione, ROCK DRILL, letteralmente ‘perforatrice di roccia’, ma anche opera d’arte realizzata dall’artista Jacob Epstein per rappresentare l’uomo del futuro: una stagione che scava in profondità per trovare un nuovo terreno da cui ricominciare.

“La metafora di ROCK DRILL – spiega la direttrice artistica Annig Raimondi – ci permetterà di seguire il filo d’oro di un percorso di conoscenza ed esperienza attraverso un’azione dirompente, assolutamente necessaria in tempi ancora dettati da incertezza, fragilità, malattia, transitorietà, isolamento e distanza, fattori che continuano a fare parte della realtà con cui ognuno è chiamato quotidianamente a confrontarsi. La lunga marcia è partita e tutte le arti devono scendere in campo. Macro obiettivo è quello di riavviare in modo deciso e innovativo l’interesse verso la Cultura e le attività culturali, scuotendo le coscienze delle persone per far crescere l’intera comunità e impedire l’isolamento delle comunità periferiche, rendendole partecipi al teatro, come alla vita sociale, non più come soggetti del sistema del consumo, ma come produttori”.

Il 21 settembre 2022 apre la nuova stagione 2022-2023 del PACTA Salone con 55 spettacoli, 148 aperture di sipario, 18 prime, 11 produzioni e coproduzioni PACTA . dei Teatri tra novità e riprese, 3 progetti speciali ormai divenuti storici (DonneTeatroDiritti, pactaSOUNDzone, Parapiglia TeatroInFamiglia), il Festival ScienzaInScena giunto al suo sesto anno, una rassegna di danza e due novità: una tre giorni di stand up comedy e una dedicata alle nuove compagnie appena uscite dalle scuole di teatro. Una ricca stagione teatrale sotto il segno della sperimentazione.

La Stagione 2022-2023:

Ouverture della stagione è, alla luce del bruciante bisogno di pace che ci interroga ancora oggi, la rilettura di uno dei massimi testi sulla guerra: dal 21 al 25 settembre 2022 in occasione della Giornata internazionale della pace, la prima milanese della lettura scenica dal romanzo di Ernest Hemingway, ADDIO ALLE ARMI, viene portata in scena con Alessandro Bandini, Mario Cei, Leda Kreder, le musiche originali eseguite dal vivo da La Scapigliatura, la regia di Paolo Bignamini, per una produzione CTB Centro Teatrale Bresciano, in collaborazione con PACTA . dei Teatri, parte del progetto “Classici e scena oggi” a cura di Paola Ranzini – Institut Universitaire de France e Avignon Université.

Vetrina contemporanea

A seguire inizia, con i primi 4 appuntamenti, su 6 spettacoli totali, la Vetrina contemporanea con testi di giovani autori e attori: dal 7 al 9 ottobre 2022, MOLLY, una produzione Seven Cults

per la regia di Filippo d’Alessio, dal personaggio di Molly Bloom. Dal 13 al 16 ottobre 2022 LEVITICO PENTATEUCO #3, da “The Mexican” di Jack London, un progetto La Confraternita del Chianti per una produzione Associazione Interdisciplinare delle Arti/Ass. Cult. K. Teater Albatross (Gunnarp – Svezia), in collaborazione con Teatro Verdi – Teatro del Buratto. Lo spettacolo finalista Premio delle Arti Lidia Petroni 2015/Residenza IDRA e selezionato da Être Associazione, con il sostegno di Regione Lombardia e Fondo Sociale Europeo in collaborazione con Teater Albatross (Gunnarp, Svezia) all’interno del progetto Creative Cast Away affronta il tema delle regole. Dal 20 al 23 ottobre 2022 va in scena LA MADRE DEL MARITO DI MIO FIGLIO, una produzione Compagnia Miritello-Torlasco per chiedersi quanto è moderno il nostro paese oggi rispetto alle unioni civili e in generale nei confronti del mondo LGBTQ+. Dal 25 al 27 ottobre 2022, SYBIL, Una donna divisa tra molteplici esistenze, una produzione PianoinBilico in collaborazione con Gecobeventi sul disturbo della personalità multipla e il suo riconoscimento a livello scientifico e sociale.

Terminano più avanti la sezione Vetrina contemporanea il ritorno dal 24 novembre al 4 dicembre 2022 dello spettacolo del TeatroInMatematica BLACK BOX Dentro l’algoritmo, al debutto la scorsa stagione con la drammaturgia di Riccardo Mini, la regia di Riccardo Magherini anche in scena con Maria Eugenia D’Aquino e Lorena Nocera; il 12 dicembre 2022 FABRIZIO DE ANDRE’ E NICK CAVE. Due profondità a confronto dove due band distinte, i Kicking Pricks e i Figli di un Temporale, mettono a confronto i due cantautori; infine, con la regia di Mario Gonzales per diversi anni collaboratore del Théâtre du Soleil, la produzione del Dopolavoro Stadera, L’ANIMA BUONA DI PIAZZA TIRANA, il 20 e il 21 dicembre 2022, liberamente ispirato all’Anima buona del Sezuan di Bertolt Brecht.

Apriamo le gabbie

Dal 3 al 12 novembre 2022 torna, dopo il grandissimo successo della scorsa stagione, la rassegna di danza e arti a tecnica mista APRIAMO LE GABBIE con 7 titoli: il 3 e il 4 novembre, ANIMA MUNDI dove laCompagnia Eleina D si chiede cosa ci comanda veramente; il 5 e il 6 novembre, 24 VOLTE AL SECONDO, produzione Sanpapié, un omaggio ai compositori Nino Rota e Ennio Morricone; APPUNTI DALL’OCEANO dellaCompagnia Xe, il 7 novembre, nasce sulla Infinity Expedition, un veliero di 37 metri che solca mari e oceani di tutto il mondo dal 2004, finanziato da progetti a sostegno della conservazione del pianeta e si compone di sette capitoli in cui il corpo si relaziona con sette differenti paesaggi acquatici; l’8 novembre, segue un viaggio in India nella tradizione e nella contemporaneità, con la produzione Anabasi NEGLI OCCHI, NEL CUORE; il 9 novembre SOMMESSAMENTE CORRENDO, una produzione Compagnia Xe, Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi diretta da Tatiana Olear – Corso Accademico di I livello Universitario in Danza Contemporanea coordinato da Marinella Guatterini su coreografia di Julie Ann Anzilotti, una pièce sulla speranza e sul desiderio di conoscere; il 10 e l’11 novembre danza la produzione VuotoPerPieno GAMELAN, un rito di accoppiamento, un corteggiamento, un conflitto, uno scontro, come un rito antico la relazione dell’Io con l’altro, il diverso; infine chiude il 12 novembre, TUTTO, della Compagnia Carnematta, una danza dedicata alla ricerca di Dio.

New Classic

La sezione New Classic, dedicata ai grandi maestri, inizia con DUE OUTSIDER MITICI dal 15 al 20 novembre 2022, l’intreccio di due spettacoli dedicati a Pier Paolo Pasolini e Ezra Pound, due irregolari, due anticonvenzionali. PACTA . dei Teatri presenta: PASOLINI – IN UN FUTURO APRILE…un reading con Alessandro Pazzi sull’opera poetica a 100 anni dalla nascita e, a 50 anni dalla scomparsa, con Annig Raimondi, la prima assoluta di EZRA POUND – I CANTOS – Performance poetica in musica.

New classic prosegue poi a gennaio con RICCARDO III. Invito a corte, da William Shakespeare, dal 12 al 15 gennaio 2023, una produzione Teatro Stabile D’Innovazione Galleria Toledo per indagare le cause e gli effetti della incontrollabile sete di potere. Dal 17 al 22 gennaio 2023 continua con FEDRAH o della Spietà dell’Amore. Variazioni attorno al mito e alle sue riscritture per la regia di Michele Di Mauro, una produzione Piccola Compagnia della Magnolia, in coproduzione con Gli Scarti/FuoriLuogo, La Spezia con il sostegno di Tap/Torino Arti Performative e con il supporto di Cap10100 in collaborazione con Istituto per i beni marionettistici e il Teatro Popolare – Marionette di Francesco Arini. A seguire dal 26 al 29 gennaio 2023 L’ORAZIO di Heiner Müller con la regia di Giovanni Battista Storti, una produzione Teatro Alkaest – PACTA . dei Teatri in prima assoluta, una storia per raccontare un dilemma difficilmente risolvibile: può un eroe, riconosciuto da tutti come lo strenuo difensore della libertà dei suoi concittadini, essere al contempo un assassino?

Chiude la sezione il successo PACTA . dei Teatri della scorsa stagione, VECCHI TEMPI di Harold Pinter con la regia del premio UBU Claudio Morganti dal 23 febbraio al 5 marzo 2023.

Festival ScienzaInScena Es-ATTO

Dal 3 al 19 febbraio 2023 torna alla sua sesta edizione, con la direzione artistica di Maria Eugenia D’Aquino, il Festival ScienzaInScena Es-ATTO con 9 titoli e collaborazioni con il Politecnico di Milano, INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica, CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima ISAC CNR, D.i.Re – Donne in Rete Contro la Violenza, Associazione Donne e scienza, LUD – Associazione per una Libera Università delle Donne, CREIS – Centro Ricerca Europea per l’Innovazione Sostenibile, Department of History University of California, Berkeley, Civico Planetario di Milano, Università di Camerino, Teatrino della Meraviglia di Trento, enciclopediadelledonne.it. Il 3 e il 4 febbraio inizia coSmic di e con Tony Marzolla, un viaggio nei misteri dell’universo tra cronache del passato, teorie presenti e fantasticherie di aspirazioni future. Il 9 e il 10 febbraio LA FORZA NASCOSTA, Scienziate nella Fisica e nella Storia, uno sguardo sulla Fisica del ‘900 attraverso gli occhi di quattro scienziate, Marietta Blau, Chien-Shiung Wu, Milla Baldo Ceolin e Vera Cooper Rubin, che ne sono state protagoniste non totalmente riconosciute, una produzione INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (sezione Torino), Dipartimento di Fisica – Università degli Studi di Torino, Associazione Terra Terra Almateatro in collaborazione con Associazione CentroScienza Onlus, INRiM. L’11 febbraio, Giornata Internazionale delle Donne della scienza, la prima assoluta di SCIENZIATE VISIONARIE – il mondo che vogliamo con Maria Eugenia D’Aquino celebra l’importante ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2015, portando alla ribalta due scienziate, Donella Meadows e Alice Hamilton, due figure chiave nella sostenibilità ambientale, nella salute e sicurezza nel mondo del lavoro. Il 15, il 16, il 18 e il 19 febbraio, ELEA, il sogno interrotto di Mario Tchou – uno studio, su ideazione di Maria Eugenia d’Aquino, Livia Castiglioni e Alberto Oliva, racconta la storia di Elea 9003, il capolavoro della Olivetti guidata da Mario Tchou, che era a capo di un team di geniali ingegneri e collaboratori tutti sotto i trent’anni, speranza che terminò in un incidente stradale il 9 novembre 1961. Infine il 5 e il 18 febbraio non mancano due spettacoli per la sezione ScienzaInScena for Kids dedicata ai bambini.

Sempre parte del Festival ScienzaInScena si svolgeranno anche alcuni appuntamenti in giro per Milano: l’8 febbraio presso ALTAVIA/DISTREAT si svolgerà il SALOTTO TEATRALSCIENTIFICO con tutti i protagonisti dello spettacolo ELEA il sogno interrotto di Mario Tchou, accolti dal presidente di ALTAVIA e della Planet Life Economy Foundation, Paolo Mamo. Il 12 febbraio presso l’Auditorium di Milano il Festival interroga l’intersezione tra Scienza e Musica nell’incontro con l’iniziativa, unica nel suo genere, della rassegna Musica & Scienza dell’Orchestra Sinfonica di Milano attraverso lo spettacolo LA JUPITER.

Il 17 febbraio presso il Civico Planetario di Milano, torna con una nuova edizione l’appuntamento cult GIZA E LE STELLE CHE NON TRAMONTANO MAI, di e con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano.

Progetto DonneTeatroDiritti

Dall’8 marzo al 28 maggio 2023 8 titoli disegnano il Progetto DonneTeatroDiritti, alla sua XIV edizione.

Una rassegna e un percorso culturale di spettacoli, incontri, documentari video ed esposizioni con l’obiettivo di mettere in evidenza l’attualità del pensiero di figure punto di riferimento nella cultura dell’emancipazione e delle libertà, ma anche di ritrovare il filo rosso, dal mito a vicende contemporanee, lungo un percorso che parla di violenza e ingiustizia verso i più deboli, di diritto alla qualità della vita, di disuguaglianze sociali ed economiche, di dignità e diritti di popoli e individui.

Si inizia proprio l’8 marzo nella data dedicata alla Giornata internazionale dei diritti della donna, più nota come Festa della donna, con PANDORA NON APRIRE QUEL VASO!, tratto da Mitiche, La nuova frontiera, di Giulia Caminito con la regia di Michela Embrìaco per conoscere le voci di Pandora, Penelope, Aracne, Arianna e Medea. Seguono, dal 14 al 19 marzo, MADAME BOVARY. Costumi di provincia, di Gustave Flaubert con Annig Raimondi e Antonio Rosti; dal 23 al 26 marzo, MADE IN ILVA una produzione Instabili Vaganti, un’opera d’arte totale, una critica universale al processo di brutalizzazione generato dal sistema di produzione contemporaneo; dal 28 al 2 aprile, RAGAZZE DI VETRO dal romanzo “La campana di vetro” e altri materiali di Sylvia Plath per l’adattamento di Maddalena Mazzocut-Mis e Sofia Pelczer, sulla vita di due ragazze in lotta contro la depressione; dal 4 al 6 aprile, RAZZA SACRA – Pasolini e le sue donne, per celebrare il centenario della nascita di Pierpaolo Pasolini un progetto che indaga il suo rapporto con le donne; dal 13 al 16 aprile, 1939. UNA VITA A DOMINO, la storia di Domenico, pescatore, deportato nel 1939 per non aver fatto il saluto fascista al podestà di Bari a San Domino, un’isola della Puglia voluta dal Duce dove si rinchiudono gli omosessuali italiani; dal 3 al 14 maggio, LA MONACA DI MONZA alias SUOR VIRGINIA MARIA alias MARIANNA DE LEYVA da Manzoni, Diderot, Stendhal e gli atti del Processo in prima assoluta per la drammaturgia e regia di Annig Raimondi; infine chiude la stagione dal 19 al 28 maggio SHOCKING ELSA, di Livia Castiglioni con la regia di Alberto Oliva, sull’icona italiana della moda indipendente Elsa Schiaparelli, artista rivale negli anni ’30 di Coco Chanel.

Eventi

Nel mezzo della stagione si presentano due nuovi particolarissimi eventi a cura di Patrizio Belloli: dal 16 al 18 dicembre 2022 TRE GIORNI MICIDIALI, una rassegna di Stand Up comedy, una spietata tre giorni con in gara molti e audaci comici presentati ogni sera da un ospite diverso: Manuele Laghi, Giorgia Battocchio, Topazio Perlini.

Dal 18 al 20 aprile 2023 LA CRÈME DE LA CRÈME una rassegna di giovani compagnie teatrali nate dalle scuole di teatro di Milano, per offrire a queste nuove realtà l’occasione di trasformare un progetto teatrale in un’anteprima o in debutto più ufficiale su territorio e dare a esso visibilità.

pactaSOUNDzone 2023

Quattro lunedì da gennaio a maggio portano, all’interno della stagione, l’ottava edizione del progetto pactaSOUNDzone, che unisce PACTA . dei Teatri e il progetto ZONE di Maurizio Pisati. Di nuovo libera negli spazi teatrali dal vivo, la rassegna chiede agli Artisti ospiti di reinventare la scena che troveranno già montata sul palco (la stessa che il pubblico del PACTA Salone vede in prosa durante la settimana) in una nuova, alternativa, visionaria storia di suoni.

PARAPIGLIA TeatroInFamiglia

Dal 16 ottobre al 19 marzo, non poteva mancare il ritorno della rassegna di teatro organizzata da PACTA . dei Teatri in collaborazione con DittaGiocoFiaba per bambini e ragazzi con spettacoli nel fine settimana.

INFORMAZIONi: www.pacta.org – mail biglietteria@pacta.org – promozione@pacta.org – tel. 0236503740

DOVE SIAMO: PACTA SALONE – via Ulisse Dini 7, 20142 Milano – MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa – tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230

credit foto Fabio Zavattieri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...